oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

flags-1617488_960_720

Gli eurodeputati bulgari sperano che i sei mesi di presidenza bulgara sosterranno iniziative condivise per il progresso dei Balcani occidentali

Il governo di Sofia ha dichiarato che cercherà il consenso degli stati membri su questioni come sicurezza e migrazioni, che lavorerà per aumentare la competitività dell'Europa e si impegnerà per rafforzare la coesione e la solidarietà nelle discussioni sul bilancio a lungo termine e sulla politica agricola. La Bulgaria vuole anche migliorare le possibilità di integrazione per i paesi dei Balcani occidentali.

I deputati bulgari hanno sottolineato che il paese deve trovare soluzioni comuni per i problemi dell'UE. Andrey Kovatchev del Partito popolare europeo ha detto: "Nella sua prima presidenza del Consiglio dell'Unione europea la Bulgaria farà il massimo per proteggere l'unità europea e sostenere la cooperazione in aree chiave di interesse comune". Ha aggiunto, riferendosi ai Balcani: "Speriamo che la nostra Presidenza sarà un catalizzatore politico nel processo di integrazione dei paesi dei Balcani occidentali nell'UE".

Svetoslav Malinov, sempre del gruppo del Partito popolare ma proveniente da un diverso partito bulgaro rispetto al collega Kovatchev, ha spiegato che le priorità della Bulgaria sono già state stabilite in accordo con l'Estonia che l'ha preceduta e con l'Austria che la seguirà, ma spera anche che la Bulgaria sia decisiva "e abbia successo in una o due iniziative che non sarebbero sull'agenda europea se non fosse per il nostro paese".

Sergei Stanishev, del gruppo dei Socialisti e democratici, chiede progressi nelle aree chiave per i cittadini, come la politica sociale. Ha auspicato che le discussioni sul nuovo bilancio a lungo termine dell'Unione, che entrerà in vigore nel 2012, non si traducano in meno soldi per le politiche sociali. Stanishev ha inoltre ricordato la questione del sistema comune di asilo: "Gli stati membri, ha detto, devono arrivare a un accordo affinché la solidarietà sia realtà".

"La presidenza bulgara deve mostrare una posizione responsabile sulle questioni più importanti: migrazioni, protezione dei confini esterni e l'ineguaglianza fra salari e livelli di vita fra Europa dell'ovest e dell'est". Queste le parole di Angel Dzhambazki, dei Conservatori e riformisti. "Potremmo integrare più paesi, cosa che offrirebbe più resistenza a chi vuole istituire un centro e una periferia nell'Unione europea", ha aggiunto Dzhambaki.

"C'è consenso in Bulgaria sulle priorità della presidenza del Consiglio dell'Unione europea", ha detto la deputata Filiz Hyusmenova dell'Alleanza dei democratici e dei liberali. Hyusmenova ha anche dichiarato: "L'Europa del consenso, l'Europa della competitività e l'Europa della coesione sono i temi che ci permetteranno di affrontare le sfide comuni e rafforzare la fiducia dei cittadini".Pubblicata il 05.01.2018 sul parlamento europeo


Fonte: Parlamento Europeo

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo