oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

depositphotos_72157347-stock-photo-usa-and-bulgaria

Si è tenuto venerdì scorso, 10 novembre, a Sofia il forum per l'industria della difesa Bulgaria-Stati Uniti, organizzato dal ministero della Difesa bulgaro e dall'Associazione commerciale americana-centro europea, come riporta l'agenzia di stampa “Bulgarian News Agency-Bta”. Parlando al forum, il ministro della Difesa bulgaro, Krassimir Karakachanov, ha spiegato che i progetti per la modernizzazione delle Forze armate della Bulgaria sarebbero dovuti iniziare almeno 10 anni fa ed essere già realizzati. "La Bulgaria ha l'ambizioso obiettivo di attuare progetti per la modernizzazione delle sue Forze armate, ovvero portare a compimento tutti e tre i progetti per la modernizzazione: dell'aviazione, dell'esercito e della Marina", ha spiegato. Un altro grande obiettivo per le autorità di Sofia è quello di trovare dei partner per la realizzazione di questi progetti e consentire alle imprese bulgare del settore di parteciparvi, ha sottolineato Karakachanov confermando che uno scenario di questo tipo garantirebbe all'economia bulgara un forte impulso.

In riferimento alle capacità difensive previste dalle regole della Nato, Karakachanov ha chiarito che "quando un paese vuole essere un membro rispettato di un'organizzazione internazionale, come ad esempio la Nato, si deve avere delle capacità e non fare affidamento solo all'articolo 5 del trattato Nord Atlantico, che riguarda la difesa collettiva, ma leggere anche molto con attenzione gli articoli precedenti, come l'articolo 3", ha detto riferendosi al concetto di aiuto e di assistenza reciproca tra membri dell'Alleanza. "Da questo punto di vista, credo che questi progetti nazionali avrebbero dovuti essere avviati almeno dieci anni fa ed essere già terminati, per questo - ha proseguito Karakachanov - abbiamo un compito difficile e la responsabilità della sicurezza delle nostre Forze armate nel portare i progetti alla loro conclusione", ha osservato il ministro bulgaro.

"Sono orgoglioso di dire che la cooperazione nel settore difesa è più forte che mai", ha detto l'ambasciatore statunitense in Bulgaria, Eric Rubin, durante il forum, fornendo come esempio l'esercitazione Sabre Guardian, la più grande condotta dagli Stati Uniti in Europa della la scorsa estate. "Gli Stati Uniti accolgono con favore gli sforzi profusi dalla Bulgaria per aumentare la sua spesa militare e nel diventare un paese ancora più robusto ed equipaggiato nonché un alleato e socio per la Nato, portando a compimenti tutti gli impegni presi dagli alleati ai vertici Nato del Galles e di Varsavia. Un obiettivo di spesa per la difesa del 2 per cento invierà un chiaro segnale che la Bulgaria è pronta a rispondere alle sfide di sicurezza di oggi e quelle di domani", ha concluso Rubin. Al forum hanno partecipato anche le aziende statunitensi e bulgare interessate alla cooperazione industriale e agli investimenti.                                                 Fonte:Agenzia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

Rila

Rila

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Any data to show