oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
Sitnakovo_palace_map

La Corte Suprema di cassazione ha deciso definitivamente che Simeone di Sassonia Coburgo Gotha e Maria Luisa Hrobok devono consegnare il palazzo di Sitnyakovo vicino a Borovets a favore dello Stato bulgaro. La Corte ha deciso che il cosiddetto Commissariato – ente statale a servizio dell’istituzione monarchica ha avuto il possesso dell’immobile in qualità di ente statale e non di persona privata.

La costruzione del complesso Sitnyakovo risale al 1904. Fu edificato come residenza estiva e di caccia del re Ferdinando, il nonno di Simeone. È composta di tre edifici su una superficie di 2 ettari. Nel 1993 il complesso è stato concesso in comodato d’uso gratuito all’Unione degli scrittori bulgari ma nel 2003 è stato restituito al Premier di allora Simeone di Sassonia Coburgo Gotha dal governatore della Regione di Sofia e suo college di partito Olimpi Kutev. Il contenzioso per l’eredità immobiliare ha avuto inizio nel 2011 poco dopo la salita al potere del partito di Boyko Borissov che, durante le elezioni parlamentari, ha vinto la tripla coalizione che comprendeva anche il partito di Simeone di Sassonia Coburgo Gotha NDSV.

Vi ricordiamo che questo non è il primo immobile perso dalla famiglia reale a favore dello Stato. Anche il palazzo Krichim è stato defintivamente perso. Simeone Saxe Coburg Gotha e la sorella Maria Luisa Hrobok hanno perso in prima istanza anche le residenze Saragyol e Tsarska Bistritsa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

photo_big_3295

Alexander Nevskij

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Any data to show