oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Unicredit_001

L'economia bulgara avrà una crescita del 2,1% quest'anno e del 2,4% l'anno prossimo. E' la previsione revisionata dello staff economico dell'UniCredit presentata in questi giorni. Secondo i dati precedenti, nel 2015 si aspettava la crescita del 1,9% mentre nel 2016 il 2,3%. In confronto – i dati dell'Istituto nazionale di statistica (NSI), dimostrano crescita del 2% del Pil. Questo miglioramento è causato dalla crescita nell'export, dall'effetto positivo in seguito ai prezzi bassi del petrolio e dalla favorevole presentazione dei Paesi dell'Ue, partner tradizionali degli imprenditori locali. I rischi per l'economia sono legati ai problemi in Russia, Ucraina, i Balcani occidentali e specialmente la Turchia. Secondo il responsabile della ricerca economica per l'Europa centro-orientale dell'Unicredit, Lubomir Mitov, ripreso da Capital, le paure di ripercussioni sull'economia bulgara, in seguito alla crisi in Grecia, non sono reali.

L'export bulgaro, in confronto alla sua presentazione prima della crisi nel 2008, supera il suo massimo con più del 40%. Allo stesso tempo, la ricerca in Europa è aumentata del 9% , il che secondo Mitov segna un'aumento della quota di mercato dell'imprenditoria bulgara proprio nelle destinazioni dell'export, scrive ancora Capital daily. "Ciò dimostra che nell'economia sono in corso dei cambiamenti strutturali, però non a livello statale, ma nel privato e nelle singole imprese", ha affermato inoltre il responsabile della ricerca economica della banca. A suo avviso, questi dati smentiscono le affermazioni che l'economia bulgara non è competitiva. L'espansione dell'export è un dato di fatto, poi è impressionante che essa è stabile negli ultimi anni in seguito agli investimenti negli impianti di produzione, ha aggiunto Mitov.

Le analisi dell'UniCredit dimostrano che ci sono i presupposti di una crescita accelerata se le condizioni esterne favorevoli rimarranno a breve termine. A lungo termine, però, questa velocità di crescita economica non è sufficiente per equiparare le entrate dei bulgari a quelli dei Paesi dell'Europa centrale. Secondo Mitov, per avere un migliotamento qualititivo della vita, che fermi l'emigrazione, sono necessarie delle riforme strutturali nel sistema giudiziario, nell'assicurazione sociale e nella sanità come anche nella preparazione delle persone per il mercato del lavoro. Il responsabile della ricerca economia dell'Unicredit ritiene che in questo momento, in Bulgaria non ci sono disoccupati, ma persone senza la qualifica necessaria per fare un lavoro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

126065639_2781594628796935_5342807069289340451_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'