oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Tsvetan_Vassilev_2

La misura preventiva scatta dopo la vendita di sei giganti economici a 1 €

L'Agenzia nazionale delle Entrate (NAP) ha pignorato alcune grandi imprese in cui Tsvetan Vassilev detiene quote. Il motivo del pignoramento è "debiti pubblici attesi" tenendo presente che in alcuni dei casi non è nemmeno specificato un importo concreto. LO mostra un accertamento effettuato al Registro delle imprese.

Circa due settimane fa è venuto alla luce che Tsvetan Vassilev ha venduto le proprie quote della Fabbrica di munizioni "Dunarit", della "Bulgarian Telecommunications Company (BTC), della società di emissioni radio televisive ,,NURTS Bulgaria", del multiplex ,,Digital First ", della fabbrica di riparazione di aeromobili ,, Avionams "e dell' Agenzia per la misurazione dell' audience televisiva ,, Gharb " per un totale di € 1.

L'aquirente è una società sconosciuta LIC33, costituita a Lussemburgo, che si impegna al pagamento dei crediti accumulati di circa 900 millioni di Euro. LIC33 appartiene al belga Pierre Luvrie.

Ieri il giornale "Pressa" ha riferito che sono già stati bloccati anche gli alberghi della catena "Sana Spazio" del banchiere. Attualmente l' Agenzia delle entrate ha pignorato 11 societa' legate a Tsvetan Vassilev.

La Guardia di Finanza sta adottando misure preventive dopo che è diventato chiaro che il belga con passaporto russo Pierre Luvrie acquisirà a EUR 1 le aziende di importanza strategicha del banchiere.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

2E7999C4-FCAC-4279-8EB9-633D66EA539A
Foto del giorno Bulgaria (sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Perché sei povero?

News image

Ti sei chiesto mai perché sei solo? Link video:https://yo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Prezzi del petrolio ed equilibri mondiali

News image

La guerra del prezzo del petrolio si sta surriscaldando. E...

Dal mondo