oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Taxes_002

Il Ministero delle Finanze prevede il 20% di calo nel commercio

Il Ministro delle Finanze Vladislav Goranov ha presentato alla Commissione Europea un ricorso, che riguarda l’introduzione da parte della  Grecia, di un’imposta del 26%  per le transazioni tra le imprese greche e quelle registrate in Bulgaria, Cipro e Irlanda. Tutte le transazioni che coinvolgono questi paesi ora saranno tassate in Grecia, ha riferito l’agenzia di stampa Mediapool.

L'obiettivo è quello di fermare l’evasione del pagamento delle imposte, in quanto le aliquote aziendali in questi Paesi sono inferiori a quelle della Grecia.Le aziende locali avranno tre mesi di tempo per dimostrare che i loro pagamenti sono usuali e ai prezzi di mercato, piuttosto che tentare di evitare la tassazione. Se  riescono a dimostrarlo, potranno ottenere i loro soldi indietro.

Secondo la valutazione del Ministero dele Finanze, a seguito di questa tassa, lo scambio commerciale tra i due paesi verrà ridotto di circa il 20% e  le attività di investimento diminuiranno.

Il Ministero prevede un effetto negativo anche sulle banche bulgare di proprietà greca, per il fatto che ogni transazione dalle società bulgare verso i proprietari greci sarà soggetta al 26% di tasse.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo