oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Computer_security

La Corte Costituzionale (CC) ha dichiarato incostituzionale una parte del testo della Legge sulle comunicazioni elettroniche, che permetteva al Ministero degli Interni e dei Servizi segreti il monitoraggio dei cittadini su Internet e sui telefoni cellulari.

Il tribunale ha dichiarato  incostituzionali le disposizioni di legge che obbligano I fornitori di internet e gli operatori di telefonia mobile di conservare per 12 mesi i dati del traffico. I dati forniscono informazioni su conversazioni e messaggi, il luogo da cui sono stati effettuati e anche con chi è stato connesso l’abbonato monitorato. La corte abroga le competenze del Ministero dell'Interno MVR, L’Agenzia statale di sicurezza nazionale DANS e il Servizio Nazionale d'Informazioni sulla possibilità di richiedere ai fornitori  tali dati.

Le disposizioni di legge sono state contestate dal mediatore Konstantin Penchev. Nella sua richiesta alla Corte Costituzionale è stato sostenuto che tali disposizioni sono in contrasto con la Costituzione della Repubblica di Bulgaria, secondo quale la privacy dei cittadini è garantita, e violano  anche la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo