oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Computer_security

La Corte Costituzionale (CC) ha dichiarato incostituzionale una parte del testo della Legge sulle comunicazioni elettroniche, che permetteva al Ministero degli Interni e dei Servizi segreti il monitoraggio dei cittadini su Internet e sui telefoni cellulari.

Il tribunale ha dichiarato  incostituzionali le disposizioni di legge che obbligano I fornitori di internet e gli operatori di telefonia mobile di conservare per 12 mesi i dati del traffico. I dati forniscono informazioni su conversazioni e messaggi, il luogo da cui sono stati effettuati e anche con chi è stato connesso l’abbonato monitorato. La corte abroga le competenze del Ministero dell'Interno MVR, L’Agenzia statale di sicurezza nazionale DANS e il Servizio Nazionale d'Informazioni sulla possibilità di richiedere ai fornitori  tali dati.

Le disposizioni di legge sono state contestate dal mediatore Konstantin Penchev. Nella sua richiesta alla Corte Costituzionale è stato sostenuto che tali disposizioni sono in contrasto con la Costituzione della Repubblica di Bulgaria, secondo quale la privacy dei cittadini è garantita, e violano  anche la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

5E11C3FC-3745-412D-9CEF-B70E5CCF8AE9
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Mantenere la parola data è un valore democratico

News image

Mantenere la parola data è un principio morale elementare....

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo