oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Speed_limit_110_Hemus

Per le automobili, il sistema entrerà in vigore tra due o tre anni

I contrassegni stradali per l’ uso delle autostrade e le strade extraurbane verranno sostituiti dal sistema del pedaggio autostradale. E` quanto ha dichiarato ieri il Ministro dello Sviluppo regionale Lilyana Pavlova davanti alle telecamere di Nova TV.

Il pedaggio autostradale verrà introdotto gradualmente. Inizialmente sarà valido soltanto per gli autocarri e i camion pesanti. Successivamente per le autovetture verra` introdotta la vignetta elettronica che verra` a sua volta sostituita dal pedaggio autostradale dopo la costruzione dell’ anello autostradale entro due o tre anni. Il Ministro ha spiegato che il pagamento per chilometro si estenderà su tutte le strade nazionali in Bulgaria. L’ obiettivo è quello di evitare che gli autocarri utilizzino le piccole strade non idonee al traffico pesante.

I primi calcoli mostrano che il pedaggio autostradale costerà, probabilmente, 10 stotinki/chilometro. “Per il mantenimento delle strade come in altre parti dell’ Europa è necessario avere circa 1 miliardo di lev di ricavi all’ anno”, ha detto Pavlova. Attualmente dalle vignette autostradali pervengono circa 200 milioni di lev che sono insufficienti per la manutenzione della rete stradale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

78489992_2475687456054322_5448625323073601536_n

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo