oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
Boyko_Borissov_001

Sull' esempio di Orban

I bulgari nati dopo il 1959 che sono attualmente tenuti a versare i contributi previdenziali sia presso l' Istituto nazionale di previdenza sociale – NOI che pressso un fondo di pensione privato (universale), a partire dal 1 gennaio dovranno scegliere se versare i propri contributi soltanto presso NOI oppure continuare a mantenere la propria partita anche presso il fondo privato. Tuttavia, qualora nel corso dell' anno prossimo non presentassero domanda per attestare la propria decisione, il denaro accumulato del fondo privato automaticamente verra' trasferito nelle mani dello Stato e quindi i privilegi accumulati verranno persi. E' quanto ha deciso ieri la Commissione sul budget nel Parlamento su proposta di GERB e con il sostegno di DPS e il Fronte patriottico.

Qualora le modifiche scandalose al modello pensionistico venissero approvate anche da parte del Parlamento, le persone che sceglieranno di essere serviti da NOI non avranno mai piu' il diritto di usufruire di un fondo pensionistico privato. Non esiste, comunque, un' opzione per una totale rinuncia a NOI e versamento dei contributi previdenziali soltanto presso un fondo privato. Questo schema e' stato proposto dal Pemier ungherese Victor Orban nel 2010 ed e' stato valutato da parte della Commissione europea quale nazionalizzazione.

Facendo riferimento all' attuale Codice di previdenza sociale in Bulgaria, i contributi per la pensione sono pari al 17.8% del reddito tenendo presente che comprendono il 5% per l' assicurazione pensionistica complementare obbligatoria presso un fondo universale/privato, che si accumula in una partita privata del depositante dal quale lo stesso ottiene un tasso di interesse che varia tra il 4,12% e il 7,56%, ma non meno del 3,2%. Lo mostrano i dati della Commissione di controllo finanziario per il periodo 2011-2013. Nell' Istituto nazionale di previdenza sociale non risulta un rendimento dai contributi previdenziali accumulati. Oltre ad essere a vita, in caso di decesso del titolare, l' importo accumulato sulla partita privata nel fondo privato viene rimborsata agli eredi un' unica volta.

Il rischio di perdita dei fondi e' minimo in quanto la legge impone ai fondi di pensione privati limiti piuttosto severi su dove investire i fondi raccolti.

Ad oggi il denaro accumulato nelle partite ammonta a oltre 7 miliardi di lev ed esiste il rischio che affluisca sul conto di NOI.

Aumenta l' anzianita' di servizio, viene criminalizzata l' evasione contributiva

L'eta' pensionabile rimane invariata ma, a partire dal 1 gennaio, aumenta di 4 mesi l' anzianita' di servizio. Lo ha deciso la Commissione sul Budget. Cio' significa che a partire dall' anno prossimo gli uomini potranno andare in pensione a 63 anni e 8 mesi con 38 anni di anzianita' di servizio. Le donne andranno in pensione a 60 anni e 8 mesi con 35 anni di anzianita' di servizio. Tuttavia, a partire dal 1 Luglio, la soglia massima delle pensioni diventa 910 lev.

Come era previsto, il massimale contributivo aumenta da 2400 a 2600 lev. Viene criminalizzata l' evasione di contributi sociali e di assistenza sanitaria da parte dei datori di lavoro e dei lavoratori autonomi. Tuttavia prima che questo succeda, i contributi sociali e di assistenza sanitaria evasi dovrebbero aver raggiunto entita' assai elevata ovvero superiore a 12 mila lev. Tra le modifiche al Codice penale e' espressamente indicato che i dipendenti non saranno piu' tenuti responsabili per l' evasione contributiva, il che significa che non saranno piu' tenuti a pagare il 40% della somma dei contributi evasi al momento della rilevazione della frode.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo