oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Tab_money_blocked

Le sofferenze bancarie nella banca Corporate Commercial Bank (CCB), dichiarata in insolvenza, ammontano a oltre 4,2 miliardi di lev ovvero 2/3 del totale attivo della banca pari a 6,662 miliardi di lev. E` quanto emerge dalla lettura  della relazione della Banca Nazionale bulgara (BNB) dopo l’ analisi della societa`di revisione sullo stato della CCB.

Nella relazione della Banca Nazionale Bulgara si legge, inoltre, che  nella concessione dei mutui i mutuatari non venivano controllati in dettaglio, mancano le analisi approfondite dei loro business plan, mancano anche i controlli successivi per l’ utilizzo dei fondi concessi e inoltre per quanto riguarda una parte dei mutui non ci sono nemmeno garanzie. La Banca afferma che appena il 13% dei mutui ha una copertura valida.

Allo stesso tempo il giornalista finanziario Miroslav Ivanov ha rammentato che uno dei revisori della CCB – la società Deloitte Audit si trova in evidente conflitto di interessi. La società di franchising Deloitte, nella cui filiale bulgara ormai non ci lavorano quasi piu` stranieri, e` una delle preferite del businessman e deputato esponente del partito DPS Delyan Peevski, il quale a sua volta e` stato indicato da Tsvetan Vassilev come l’ autore principale degli attacchi contro la Corporate Commercial Bank.

Il giornalista ricorda, inoltre, che la società Deloitte aveva revisionato anche la Fabbrica di tabacco Bulgartabac quando Peevski aveva acquistato parte di essa.

Da parte sua, due giorni fa  il proprietario di maggioranza della CCB Tsvetan Vassilev ha voluto che quanto fatto dagli investigatori e dalla Procura sul caso fosse sottoposto a un’ analisi internazionale. Secondo lui la BNB e soprattutto i questori operano a favore di liquidatori anonimi che vogliono impossessarsi del denaro della CCB. Una settimana fa la Procura di Sofia ha avviato un’ indagine contro Tsvetan Vassilev e la moglie Antoaneta per riciclaggio di denaro. Prima ancora egli era stato accusato anche di appropriazione di 206 milioni di lev. Nel mese di settembre sono state avviate delle indagini per riciclaggio di denaro anche a Liechtenstein e in Svizzera. Attualmente Vassilev si trova a Belgrado dove e` in attesa della pronuncia della Corte se farlo tornare in Bulgaria.

Le oppotunità possibili per la CCB sono due: salvataggio della banca o fallimento. Qualora venisse deciso di salvare la banca, la CCB e la sua banca controllata Viktoria dovrebbero rimborsare tutti i depositi, aprendo di nuovo i battenti. Il denaro verrà da investitori ed eventualmente dallo Stato. L’ altra opzione e` il fallimento e allora verranno pagati soltanto i depositi fino a 100 mila euro dal Fondo di garanzia. La decisione verra` presa dalla futura Assemblea nazionale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo