oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Corporate_bank_001

La banca chiusa rimborsera' i depositi entro 100 000 euro, inclusi gli interessi sui depositi

Lo Stato avviera' il rimborso dei depositi nella Corporate Commercial Bank (CCB) non oltre la meta' di dicembre p.v. E' quanto emerge dalla risposta ufficiale del Ministero delle Finanze alla Commissione europea, che il 26 settembre scorso ha avviato una procedura d' infrazione contro la Bulgaria per non aver garantito l' accesso delle persone ai loro propri fondi nella CCB ed ha stabilito il termine di scadenza per un riscontro entro il 15 ottobre.

Il denaro dei depositanti verra' rimborsato con gli interessi per il periodo nel quale la Corporate Commercial Bank e la sua filiale la banca Viktoria (denominata prima Credit Agricole) sono state sottoposte a sorveglianza speciale.

Facendo riferimento alla relazione del Ministero delle Finanze, la valutazione complessiva del patrimonio della CCB terminera' entro il 20 ottobre e la decisione definitiva verra' annunciata tra il 1 e il 20 novembre prossimo. Qualora la decisione fosse di avviare la ristrutturazione della banca, verra' garantito l' accesso diretto ai conti dei depositanti nella rispettiva banca. Qualora, invece, la decisione fosse di privare la banca dalla licenza, il denaro verra' rimborsato dal Fondo di garanzia dei depositi nelle banche non oltre 20 giorni lavorativi a decorrere dalla data della revoca della licenza.

Nella relazione del Ministero delle Finanze e' scritto, inoltre, che la Direttiva 2014/49/EC in merito agli schemi di garanzia dei depositi ed i termini di pagamento dei soldi dei depositanti con depositi garantiti verra' introdotta a termini accellerati. Entro il 30 ottobre verra' redatto un progetto di nuova Legge di garanzia dei depositi nelle banche che verra' mandato per approvazione alla Commissione europea. Lo stesso dovrebbe essere approvato dal Parlamento nel mese di dicembre prossimo o non oltre gennaio 2015.

Ricordiamo che la CCB e' stata messa sotto sorveglianza speciale (e' stata chiusa) il 20 giugno e dovrebbe essere riaperta entro il 20 novembre. Facendo riferimento alla legislazione bulgara la sorveglianza non puo' andare oltre 6 mesi (entro il 20 dicembre), dopodiche' la Banca Nazionale Bulgara dovra' prendere una decisione se revocare la licenza della banca o pensare alla sua ristrutturazione. Nel caso di revoca della licenza della banca, i depositi entro 100 000 euro (196 000 BGN) garantiti dalla legge dovrebbero essere rimborsati dal Fondo di garanzia dei depositi non oltre 20 giorni.

Nel frattempo un' indagine giornalistica del sito Bivol ha mostrato che i questori stanno prosciugando poco per volta la banca commerciale Viktoria. Facendo riferimento ai documenti, forniti dai giornalisti, i questori incaricati dalla Banca Nazionale Bulgara avrebbero selezionato degli avvocati che avrebbero fatturato diverse centinaia di migliaia di lev per servizi di routine.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo