oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

 Solar_panels_saving_money

Le relazioni delle società di distribuzione dell’energia elettrica in Bulgaria, mostrano che la tassa del 20% sul fatturato delle centrali eoliche o fotovoltaiche, introdotta all’inizio di quest’anno, ha fatto incassare allo Stato introiti per 22.8 milioni di lev.

Nel periodo da gennaio a marzo, la società CEZ ha trasferito alla Commissione statale di regolamentazione energetica e idrica (DKEVR) un importo pari a 3.5 milioni di lev, la società EVN 11.7 milioni di lev e la società Energo –Pro 7.6 milioni di lev.

Con l’introduzione della tassa, si prevedevano entrate pari a 150 milioni di lev per l’intero anno. Tuttavia, prendendo in considerazione i dati attuali, tale somma sembra difficilmente raggiungibile, dato che con il rialzo della temperatura e la diminuzione del consumo, il funzionamento delle centrali di fonti di energia rinnovabili, viene costantemente limitato dal Gestore del Sisitema Elettroenergetico (ESO). In pratica stanno funzionando con meno della metà della loro capacità.

Questi fatti potrebbero dare una spiegazione all’intenzione del governo, annunciata pochi giorni fa, di aumentare ulteriormente la tassa che ha scatenato le proteste da parte degli investitori in energia verde.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo