oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Excavations_001

Rubare tesori nascosti, per rivenderli all'estero e intascare milioni di euro. La criminalità organizzata, in Bulgaria, ha svoltato verso l'archeologia. Quella clandestina, che grazie a scavatori professionisti permette di scovare, e poi sottrarre illegalmente, decine di migliaia di reperti, per un guadagno complessivo che, in base ai dati diffusi dalle autorità locali, si aggira intorno a 30 milioni di euro l'anno.

Il 'furto della storia', nel Paese, ha raggiunto il terzo posto in classifica tra i business illegali, dopo droga e prositituzione. I manufatti sottratti senza permesso vanno dalle antiche monete romane agli elmetti militari dei traci, fino alle abitazioni di facoltosi collezionisti asiatici e arabi.

Attualmente, secondo la polizia bulgara, sono circa 300 le bande di predoni in circolazione nel Paese, mentre lo scavo illegale potrebbe coinvolgere fino a 50 mila persone.

I 'TOMB RAIDER' STRANIERI. «Anche quando riusciamo a recuperare qualcosa, non sappiamo dove quei reperti fossero stati trovati in origine. Quindi per noi è impossibile ricostruire in modo corretto la nostra storia», ha spiegato Bozhidar Dimitrov, direttore del museo nazionale di storia a Sofia.

Ma i "tomb raider" vengono anche dall'estero. Dall'Italia e dal Canada, innanzi tutto. Due anni fa un blitz compiuto su un gruppo di cittadini canadesi ha permesso di recuperare 21 mila manufatti in una volta sola. «Negli Anni 90 la polizia riusciva a fermare solo il 10% dei reperti sottratti al Paese», ha proseguito Dimitrov. «Le cose adesso sono migliorate molto. Ora viene bloccato circa il 70-80% della refurtiva». Mentre l'economia bulgara cerca di risollevarsi proprio attraverso la valorizzazione del proprio patrimonio archeologico.

LA BULGARIA PUNTA SUL TURISMO. Uno dei siti più importanti, Perperikon, è stato scoperto nel 1980 e oggi viene considerato uno dei maggiori concorrenti del famossissimo Machu Picchu, in Perù. «L'archeologia bulgara ha un potenziale enorme. E potrebbe diventare un motivo di orgoglio per tutto il Paese», ha confermato l'archeologo Nikolay Ovcharov.

Perperikon è un santuario della fertilità, una sorta di grotta di 10 metri scavata nella roccia, che conduce in un'altra caverna che riproduce la forma dell'utero. Intorno a mezzogiorno, in un determinato momento dell'anno, un raggio di luce solare a forma di fallo raggiunge un altare nel profondo della grotta.

Ma la Bulgaria può contare anche sul mistero che aleggia intorno ai suoi vampiri. Come il pirata Kirov, diventato popolare dopo la scoperta della sua tomba. La maggiore attenzione delle autorità verso questo patrimonio si è già tradotto in un inasprimento delle pene per chi depreda questi tesori. «La situazione sta lentamente migliorando. Ma dobbiamo impegnarci ancora di più per difendere i 40 mila siti archeologici del nostro Paese», ha concluso Dimitrov. Fonte: http://www.lettera43.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

96785980_2616137512009315_1589197852968484864_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

CoronaVirus: la posizione shock dello scienziato Montanari

News image

La biografia del dottor Stefano Montanari, nanopatolo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Coronavirus, Oms inchiesta ci sarà al momento opportuno

News image

L'assemblea dell'Oms ha approvato una risoluzione che sanc...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'