oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

 Energie_rinnovabili_002

Solo 3 mesi dopo che hanno ridotto del 50% i prezzi di acquisto dell'energia verde dagli investitori in futuri parchi di energia rinnovabili ed un mese e mezzo dopo un secondo ribasso del 30% circa, è la volta dei progetti ormai realizzati e funzionanti. L'allarme è stata data dal Direttore Esecutivo dell'Associazione Bulgara di Energia Eolica (BGWEA), Sebastian Noethlichs, in una comunicazione ai media.

Venerdì scorso la Commissione Statale per la Regolazione Energetica e Idrica (DKEVR) ha pubblicato la delibera con la quale "modifica i prezzi preferenziali per l'acquisto dell'energia da tutti i progetti di energia rinnovabile in Bulgaria con retrodatazione". La decisione è stata presa a porte chiuse.

Il ribasso dei prezzi è come segue:

• Il 10% per tutti i progetti eolici;

• Il 20% per i progetti fotovoltaici terminati entro il 31.12.2011;

• Il 39% per i progetti fotovoltaici terminati entro il 30.06.2012;

• Il 5% per i progetti fotovoltaici terminati a luglio ed agosto 2012;

• L'1% per i nuovi progetti fotovoltaici.

"Queste modifiche retrodatate minacciano la sopravvivenza di più di un miliardo di euro di investimenti esteri e nazionali, insieme a centinaia di posti di lavoro", avvisa il Direttore Esecutivo di BGWEA.

"Lunedì prossimo discuteremo quali provvedimenti legali potremmo prendere contro questa decisione", conclude Sebastian Noethlichs.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo