oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

justice7

Il Tribunale Civico di Sofia ha condannato l'ex presidente della Corte Amministrativa di Varna, Anelia Tsvetkova, a 3 anni con la condizionale, con un periodo di prova di 5 anni e una multa ammontante a 10.000 leva. La sentenza può essere appellata entro 14 giorni davanti alla Corte d'Appello di Sofia.

Anelia Tsvetkova è stata condannata in virtù delle accuse di corruzione per aver accettato una tangente, affinché concludesse un processo in un certo modo. È stata fermata con 10 mila leva nel mese di luglio del 2008 in un ristorante di Varna, nel corso di un'operazione dell'Agenzia Statale di Sicurezza Nazionale (DANS) e della Procura Civica di Sofia. La Tsvetkova ha ricevuto il denaro tramite il suo ex amante - il businessman Stefan Stefanov nella cui abitazione, durante una perquisizione, sono stati rinvenuti altri 150.000 leva e circa 400 grammi d'oro.

Lo stesso giorno nei confronti della Tsvetkova sono state rivolte accuse di corruzione. Tre giorni dopo il giudice è stato liberato dall'arresto dell'istruttoria di Sofia, con una cauzione pari a 20.000 leva. Uscita in libertà, la Tsvetkova ha dato le dimissioni in qualità di presidente della Corte Amministrativa di Varna.

Oggi il Tribunale Civico di Sofia l'ha assolta in un altro processo, secondo il quale la stessa avrebbe preso una tangente di 30.000 leva.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

5E11C3FC-3745-412D-9CEF-B70E5CCF8AE9
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Mantenere la parola data è un valore democratico

News image

Mantenere la parola data è un principio morale elementare....

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo