oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

 Dodi Battaglia, POOH in Bulgaria

Poche ore prima del concerto del gruppo italiano più famoso nel mondo POOH, i membri hanno partecipato a un ricevimento presso l'Ambasciata d'Italia a Sofia. Come la Bulgaria sia cambiata e quali siano le loro aspettative prima del concerto, quale sia il grande sogno del gruppo, lo potete leggere nell'intervista di Lilia Rangelova.

Sei stato in Bulgaria anche prima, cosa vi ha fatto tornare qui?

Si, siamo già stati in Bulgaria, 3 volte. L'ultima volta è stato nel 79, la prima nel 76. Siamo riusciti a conservare un bellissimo ricordo della Bulgaria, come l'alto livello di educazione e di rispetto che abbiamo ricevuto da parte del pubblico. Cosa che fino ad oggi non abbiamo visto in tutto il mondo; rispetto per la musica e per i suoi interpreti. Così torniamo per vedere se e come sia cambiata la Bulgaria. Solo che questa volta vogliamo viverlo appieno, al massimo, abbiamo preparato un grande concerto e abbiamo trovato un straordinaria orchestra sinfonica. Allora diversi gruppi ci contattarono per darci il benvenuto e per esprimerci il loro rispetto. È stato prima degli anni '80, quando il fenomeno della musica delle grandi band era molto forte. E non era una cosa molto usuale che gruppo straniero tenesse un concerto in Bulgaria. Oggi, grazie a internet e alla tecnologia, le persone hanno l'opportunità di "incontrare" molti più artisti.

Qual è il gruppo che vi farà da supporto prima del concerto?

Non ci sarà nessun gruppo del genere. Questo concerto sarà diverso, sarà in una sala e con un orario d'inizio ben determinato. A esso parteciperà l'orchestra sinfonica di FM Radio e ognuno avrà il suo posto a sedere nella sala.

Avete qualche osservazione sulla musica bulgara, pensate che qualcuno degli artisti o dei gruppi bulgari abbia il potenziale di diventare una stella mondiale?

Onestamente non ho una buona conoscenza dello sviluppo della musica bulgara. L'anno scorso, quando siamo venuti qui per discutere dell'attuale concerto, ci hanno dato un mucchio di dischi, dei quali uno del nostro amico Slavi Trifonov e posso dire che la musica tradizionale bulgara mi piace molto, è molto coinvolgente!

Siete stati molte volte in Bulgaria, avete avuto modo di provare la cucina bulgara?

Oh sì, certo! Ogni volta che veniamo mangiamo l'insalata "shopska". Avete una zuppa con le polpettine (supa topceta), che è anche molto buona. Ma devo dire che negli ultimi anni la scelta dei piatti nei ristoranti si è notevolmente arricchita. Una volta era abbastanza modesta.

Oltre l'accesso all'informazione e alla musica, cos'altro è cambiato in Bulgaria?

Oh, penso tutto. Bella, questa è la meravigliosa Bulgaria! Questo non è cambiamento, è trasformazione! La Bulgaria è ormai un altro mondo. Quando siamo stati qui negli anni '70, tutto era molto cupo, le strade, la gente, la vita in generale. E ora è tutto solare, amichevole, piacevole. La gente per strada sorride agli estranei, sembra più rilassata e più aperta.

Dato che la Bulgaria vive una grave crisi ed è il paese più povero dell'Unione europea, come si aspetta che possa andare il concerto?

Non conosco bene la realtà economica in Bulgaria, ma so che ora è difficile in tutto il mondo. E anche in Italia non è facile. Abbiamo intrapreso questo impegno all'inizio della crisi, quando le cose non sembravano avere un prospettiva così desolante, ma siamo contenti di averlo fatto. Il pubblico in Bulgaria ci conosce, abbiamo tenuto concerti a Pleven, Plovdiv, Varna, Haskovo e sono sicuro che torneremo ancora.

C'è qualche paese vicino alla Bulgaria o qualche altro paese nei Balcani in cui non siate mai stati?

Abbiamo un grande desiderio di andare in Russia. Questa sera, grazie alla proposta amichevole di Stefano Benazzo ci vedremo con l'ambasciatore della Russia in Bulgaria, con cui possiamo parlare dei nostri futuri concerti lì. Invece siamo stati in Romania e in Grecia e ci aspetta Tel Aviv. Ma il grande sogno è la Russia.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

1CA50D71-A98E-46A6-8BF1-8DDE6ACAC492
Foto del giorno Bulgaria (Burgas)

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

L’impatto delle sanzioni all’Iran nel sub-continente indiano

News image

Le sanzioni americane verso l’Iran stanno suscitando le pr...

Dal mondo