oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Negozio / ufficio / locale in affitto a Sofia

Prezzo: 250 euro Indirizzo: quartiere residenziale Borovo...

Appartamento in affitto a Sofia

Prezzo: 250,00 euro Indirizzo: quartiere residenziale Bor...

Sport

Banner_Tutino

Per acquistare il libro scrivere a tutanton@gmail.com

 

button_donate 

GSF_start_Plovdiv_Burgas_004

Ieri c’è stato l’atto finale di una contestazione iniziata un anno fa tra diverse società italiane nella battaglia per l'attuazione del progetto di infrastruttura più costoso in Bulgaria. Questo grazie alla terza società italiana, la “Generali Costruzioni Ferroviarie” S.p.A (GCF). La società, che è nel consorzio con le imprese bulgare "SK 13" e “Railinfra Trace” sarà l’esecutrice principale dei lavori di costruzione, che daranno il via alla ricostruzione della linea ferroviaria Plovdiv-Burgas, meglio conosciuta come autostrada ferroviaria Trakia.

Ricordiamo che la Bulgaria ha corso il rischio di perdere i finanziamenti dell'Unione europea per il progetto dopo che la prima asta è stata annullata a seguito di una segnalazione presentata a Bruxelles da parte della società italiana CLF, alla quale non è stato permesso di presentare l’offerta a causa di lacune nella documentazione. Per lo stesso motivo sono stati respinti anche altre 4 società. Poi c’è stata la più bassa offerta presentata dal consorzio tra italiani e bulgari Salchef e Energoremont, che avevano superato del 30% il valore di riferimento di 319 milioni di leva senza IVA. Ciò ha richiesto che il valore nella seconda asta fosse innalzato a 390 milioni di leva, il che non ha impedito al consorzio "GCF-SK 13-Trace" di offrire un prezzo significativamente più basso, 310 milioni di leva senza IVA.

Dalla una tribuna costruita nella stazione ferroviaria di Kaloyanovets il direttore della GCF Edoardo Rossi ha ringraziato calorosamente dell’accoglienza avuta in Bulgaria. Egli, non solo non si è lamentato della prevenzione nei confronti delle imprese italiane coinvolte in progetti infrastrutturali nel paese, ma ha detto: "Da un anno siamo in Bulgaria, ma nessuno ci ha mai costretti a sentirci stranieri. Spero che non vi deluderemo e che fra 15 mesi ci incontreremo di nuovo qui in occasione dell’inaugurazione del progetto.

L'ambasciatore italiano Stefano Benazzo ha dichiarato in difesa delle ferrovie bulgare: "Noi ci opporremo a chiunque oserà dire che le ferrovie bulgare non garantiscono la sicurezza dei passeggeri. Io sono il solo ambasciatore in Bulgaria, che ha l’autorizzazione a salire sulle locomotive e guidarle e vi garantisco che personalmente mi sono reso conto della loro affidabilità. Benazzo ha ricordato che "l'ultima volta che sono stato ad inaugurare un grande progetto di aziende italiane con il primo ministro, egli ha detto due parole: “avete i soldi, lavorate!”. Vi garantisco che questa società italiana adempirà rigorosamente alle richieste", ha concluso l'ambasciatore e ha sottolineato che l'Italia apprezza la volontà del governo bulgaro di acquisire i fondi europei che sono a disposizione.

PIU' IMMAGINI DALL'EVENTO

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Holiday_break_3-1

Ultime notizie

Interviste e commenti

Borsa

Loading
Chart
o Microsoft 43.16 ▼0.42 (-0.96%)
o Google 571.60 ▼15.82 (-2.69%)
o BRE 0.00 (%)
o Yahoo 35.81 ▼0.79 (-2.16%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft

COMPANY_ID [NASDAQ:MSFT] LAST_TRADE43.16 TRADE_TIME4:00PM EDT VALUE_CHANGE▼0.42 (-0.96%)
NASDAQ:GOOG

Google

COMPANY_ID [NASDAQ:GOOG] LAST_TRADE571.60 TRADE_TIME3:59PM EDT VALUE_CHANGE▼15.82 (-2.69%)
NYSE:BRE

BRE

COMPANY_ID [NYSE:BRE] LAST_TRADE0.00 TRADE_TIME VALUE_CHANGE (%)
NASDAQ:YHOO

Yahoo

COMPANY_ID [NASDAQ:YHOO] LAST_TRADE35.81 TRADE_TIME4:00PM EDT VALUE_CHANGE▼0.79 (-2.16%)