oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)
Lo avrete letto: l'Italia ha sospeso precauzionalmente, su tutto il territorio nazionale, le somministrazioni di AstraZeneca.
Ne sono seguiti titoli psicotici e reazioni altrettanto psicotiche.
Partiamo da una premessa: la decisione sarebbe stata presa non dall'Aifa ma dal Governo. A dichiararlo questa mattina, in un'intervista su la Repubblica, è stato Nicola Magrini, direttore generale dell'Aifa: "È stata una scelta di tipo politico".
Una scelta che sarebbe stata determinata da una segnalazione del Paul Ehrlich Institut, il quale avrebbe rilevato una particolare e rarissima forma di trombosi cerebrale del seno venoso in 7 casi su 1,6 milioni di persone vaccinate con AstraZeneca.
Come sottolineato da Marco Cattaneo (direttore di “Le Scienze”, “Mente&Cervello” e “National Geographic”), se confermato (e sottolineiamo: SE), l'incidenza sarebbe maggiore rispetto alla norma: dai 3-4 casi annuali per milione di persone si passerebbe a 7 in un arco temporale successivo alla vaccinazione.
Sarà l'Ema a verificarlo, ma anche se dovesse emergere un'associazione, come spiega ancora Cattaneo, "il rischio di un effetto avverso così grave sarebbe molto molto inferiore al rischio di ammalarsi di Covid e di morirne".
Poniamo il caso, però, che l’ipotesi del Paul Ehrlich Institut non venga confermata e che il problema riguardi le classiche manifestazioni tromboemboliche. Lasciamo che a parlare siano i numeri:
1) Partiamo da un primo dato, che fa quasi sorridere se pensiamo a quello che sta accadendo. Lo riporta il medico e il giornalista Andrea Casadio sul quotidiano Domani, tra i pochi giornali a essersi distinto positivamente per precisione, razionalità e chiarezza: nel Regno Unito sono stati somministrati 11 milioni di vaccini di AstraZeneca e 11 milioni di Pfizer. Nel primo caso, sono stati rilevati 45 casi di trombosi. Nel secondo, 48. Avete mai letto di titoli apocalittici su Pfizer e la trombosi?
2) Al 10 marzo, sono stati segnalati 30 eventi tromboembolici su 5.000.000 di persone vaccinate con AstraZeneca in Unione Europea, cioè lo 0.0006%. Il nesso causale, semplicemente, non esiste;
3) Come riporta il Sole 24 Ore, in Gran Bretagna, tra gli 11 milioni di abitanti vaccinati con AstraZeneca, "ci sono stati finora 15 casi di trombosi o coaguli di sangue e 22 casi di embolìa polmonare. Una percentuale inferiore a quella della popolazione non vaccinata";
4) Anthony Harnden, vicepresidente della Joint Committee on Vaccination & Immunisation britannica, ha dichiarato una cosa molto semplice ma che tutti dovremmo tenere a mente: “Nel Regno Unito, ogni mese, ci sono 3mila casi di coaguli di sangue nella popolazione e dato che stiamo immunizzando così tante persone è inevitabile che ci siano casi di coaguli in contemporanea ai vaccini ma non dovuti ai vaccini";
5) Mentre Italia, Francia e Germania bloccavano precauzionalmente AstraZeneca in attesa di un parere dell'Ema, il responsabile della strategia vaccinale dell’Ema Marco Cavaleri illustrava al Parlamento europeo l’assenza di prove che "dimostrino un rischio emergente che influenzi il rapporto benefici/rischi". Sempre ieri, nel documento pubblicato dall'Ema, si afferma che "il numero di eventi tromboembolici complessivi nelle persone vaccinate non sembra essere superiore a quello osservato nella popolazione generale";
6) Può essere che vi sia stato un problema di produzione in un lotto? In tal caso, ricordiamo che il lotto sequestrato in Danimarca (ABV5300), come riportato da il Post, conteneva un milione di dosi ed è stato distribuito in 17 paesi europei. Tra questi non vi era l'Italia;
7) La farmacovigilanza è una garanzia per tutte e per tutti e dimostra, soprattutto ai no-vax che stanno brindando, che nessuno vuole ucciderci con i vaccini. Si proceda con i controlli, quindi. Ciò che qui si contesta è l'allarmismo ingiustificato, non la scienza che fa la scienza.

Още по темата

Няма свързани статии


Снимка на деня

Rila

Rila

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

Pensioni, Landini: “E’ il momento di fare una riforma vera”

News image

“E’ il momento di fare una riforma vera, non aggiustam...

Dall'Italia

Read more

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Non solo “fake news”: perché Bulgaria e Romania hanno così pochi vaccinati

News image

Ci sono due Paesi nell’Unione europea che, pur avendo ...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia