oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

viktoria-marinova-crop-604x272

Il tribunale regionale di Ruse ha condannato Severin Krassimirov a 30 anni di carcere per lo stupro e l'omicidio dell'ottobre del 2018 della conduttrice televisiva Viktoria Marinova.
La sentenza è stata pronunciata in una seduta del tribunale il 22 aprile dopo che Krassimirov si è dichiarato colpevole e ha chiesto il rito abbreviato.
La televisione nazionale bulgara ha riferito dalla città danubiana che in un discorso alla corte prima della sentenza , Krassimirov ha espresso rammarico per l'assalto e l'omicidio di Marinova.
Il suocero di Marinova, Roumen Maximov, ha chiesto alla Bulgaria di modificare il suo codice penale in modo che gli autori di reati particolarmente gravi non possano approfittare del rito abbreviato.
Krassimirov (21), grazie al rito abbreviato e con il riconoscimento di colpevolezza e in seguito all'applicazione della procedura, è sfuggito alla massima pena dell' ergastolo inflitta dalla Bulgaria. Se dovesse scontare tutta la pena, avrebbe 51 anni al momento del rilascio.
Krassimirov ha 15 giorni per presentare ricorso presso la Corte d'Appello nella città di Veliko Turnovo. Il giudice Julian Stamenov ha sottolineato che se fosse stato possibile, avrebbe pronunciato una sentenza più severa.
Krassimirov fu arrestato in Germania, dove era fuggito ed estradato in Bulgaria alcuni giorni dopo lo stupro e l'omicidio di Marinova.
L'inchiesta sull'omicidio di Marinova ha determinato che Krassimirov era l'unico autore e che l'atto criminoso non era legato alla sua professione. I pubblici ministeri hanno detto che l'attacco era stato spontaneo.
La corte ha accolto le richieste civili di risarcimento di 450 000 leva per i genitori di Marinova e sua figlia.
Il caso di omicidio Viktoria Marinova è stato oggetto di polemiche al di là dei confini della Bulgaria, dopo che alti esponenti politici nell'Unione europea l'hanno collegata alla situazione in cui versa lo stato della libertà dei media nel paese, facendo arrabbiare il primo ministro Boiko Borissov. Il caso è stato citato anche nell'ultimo rapporto di Reporter senza frontiere, che lo ha indicato come prova di violenza contro i giornalisti in Bulgaria e ha affermato che vi è stato "un palese tentativo da parte delle autorità di coprire le circostanze sminuendo l'inchiesta".
Fonte:SofiaGlobe.com

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

CoronaVirus: la posizione shock dello scienziato Montanari

News image

La biografia del dottor Stefano Montanari, nanopatolo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

La Nato ha ancora senso di esistere dopo il Covid19?

 Il 4 aprile 1949 fu firmato  il Patto At...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'