oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_194553

Gli ambientalisti in Bulgaria hanno ottenuto una vittoria mercoledì in una lunga battaglia giudiziaria per impedire l'ampliamento di una stazione sciistica sulle montagne di Pirin, un sito  patrimonio mondiale dell'UNESCO, riporta AFP.

 

In una sentenza che non può essere impugnata, la Corte suprema della Bulgaria ha annullato le controverse modifiche apportate dal governo nel dicembre 2017 al piano di gestione del Parco nazionale di Pirin.

 

I cambiamenti hanno aperto il 48% dei 40.000 ettari di parco (quasi 100.000 acri) di maestose pinete alla potenziale costruzione di nuove piste e impianti di risalita nella stazione sciistica di Bansko, la più grande della Bulgaria.

 

La corte ha basato la sua sentenza su sezioni di una legge sulle aree protette che "consentono solo la manutenzione, non la costruzione di nuove strutture sportive nei parchi nazionali".

 

Ha anche citato una serie di altre leggi e sentenze bulgare della Corte di giustizia dell'UE che obbligano il ministero dell'ambiente a sottoporre i suoi piani di gestione del parco a valutazioni di impatto ambientale, che la corte ha ritenuto non avesse fatto.

 

"Questa è una vittoria importante per noi, anche se sappiamo che gli investitori continueranno i loro tentativi di costruire (in Pirin)", ha detto all'AFP Konstantin Ivanov dell'ufficio bulgaro del gruppo di conservazione WWF.

 

"La sentenza del tribunale afferma chiaramente che nessuna nuova costruzione è consentita e che ogni piano di gestione del parco deve avere una valutazione di impatto ambientale", ha aggiunto, esprimendo la sua speranza che la decisione serva da precedente per prevenire futuri tentativi di costruire a Pirin .

 

Anche la coalizione "For the Nature" di 23 organizzazioni ambientaliste ha accolto favorevolmente la sentenza, pubblicando sulla sua pagina Facebook: "Victory for Pirin! Let's celebrate!"

 

La coalizione ha invitato la gente a riunirsi di fronte al quartier generale del governo nella capitale Sofia mercoledì sera per chiedere le dimissioni del ministro dell'ambiente Neno Dimov.

 

I residenti locali a Bansko hanno ampiamente favorito l'espansione in quanto il resort è il più grande datore di lavoro della regione.

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Sindrome orientale: il commento di Mario Sechi

News image

Il governo tra Cinque Stelle e Lega è al momento l'unico p...

Dal mondo