oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

CFBA031D-C10A-4E79-974D-EDE9E6FCB039

I membri della commissione per le libertà civili del Parlamento europeo hanno votato a stragrande maggioranza a favore di un invito ai ministri dell'Unione europea ad ammettere al più presto la Bulgaria e la Romania nello spazio Schengen esente da controlli alle frontiere.

 

Il voto del 5 novembre è stato di 36 voti favorevoli, 4 contrari e 1 astensione.

 

I deputati hanno sottolineato che un approccio in due fasi - il primo controllo alle frontiere interne marittime e aeree, seguito dall'arresto dei controlli alle frontiere interne terrestri - comporterebbe una serie di rischi e potrebbe avere un impatto negativo sul futuro allargamento dello spazio Schengen. La decisione dovrebbe pertanto essere presa sotto forma di atto giuridico unico, affermano i deputati.

 

I deputati hanno anche invitato i ministri dell'UE a decidere in merito all'adesione della Croazia a Schengen non appena la Croazia avrà soddisfatto i criteri richiesti.

 

I membri del comitato hanno sottolineato che lo spazio Schengen è un accordo unico e uno dei maggiori risultati dell'UE (COMP 6).

 

Il rinvio della piena adesione della Bulgaria e della Romania ha comportato conseguenze negative non solo per i due paesi, ma anche per l'UE nel suo complesso, ha affermato il comitato.

 

I deputati hanno affermato che il mantenimento dei controlli alle frontiere interne o la loro reintroduzione nello spazio Schengen mina la fiducia dei cittadini nelle istituzioni europee e nell'integrazione. Hanno anche un impatto economico negativo sul mercato interno dell'UE e sulle esportazioni e importazioni da e verso Bulgaria e Romania.

 

Hanno affermato che l'allargamento dello spazio Schengen o la libera circolazione dei cittadini dell'UE non dovrebbero essere influenzati negativamente dalle carenze in altre politiche dell'UE come la politica in materia di asilo e migrazione.

 

Il Parlamento europeo dovrebbe votare questa relazione non legislativa a dicembre.

 

Il Parlamento europeo ha dato il via libera alla Bulgaria e alla Romania per entrare nello spazio Schengen nel giugno 2011 e ha ribadito la sua posizione diverse volte in seguito alla risoluzione legislativa.

 

Attualmente, Bulgaria e Romania applicano parzialmente l'acquis di Schengen e i controlli vengono effettuati ai confini dei due paesi. La decisione finale se i due paesi possano entrare a far parte dello spazio Schengen deve essere presa tramite un voto unanime del Consiglio da parte dei ministri dell'UE.                                                            Fonte:Sofiaglobe.com

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Dal mondo

Paul Krugman: “L’Italia ci fa vergognare per il coronavirus”.

News image

Gli Stati Uniti sono ancora una delle maggiori potenze...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'