oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

30B22A0F-92CC-4166-90C4-8B94EDEAC44C

La Bulgaria è tra gli stati membri dell'Unione Europea ad aver ricevuto diverse raccomandazioni dalla Commissione Europea per migliorare le sue misure di protezione marina.

 

Il rapporto elencava numerosi punti di forza e di debolezza nel programma di misure bulgare, rilevando - tra le altre cose - che "include sia misure esistenti che nuove che integrano quelle già in atto per colpire specificamente le pressioni sull'ambiente marino che non erano altrimenti coperte".

 

Ma ha anche notato che la Bulgaria "non sempre fornisce dettagli sufficienti sulle misure (specialmente quelle esistenti) per capire come contribuiranno al progresso verso gli obiettivi".

 

Nelle sue raccomandazioni, il rapporto afferma che "in generale, la Bulgaria dovrebbe affrontare meglio determinate pressioni e attività nel suo programma di misure".

 

In una dichiarazione del 1 agosto, la Commissione europea ha dichiarato che il suo nuovo rapporto ha mostrato che i paesi dell'UE "hanno compiuto notevoli sforzi per affrontare le pressioni sull'ambiente marino".

 

"Nonostante ciò, le misure non sono ancora sufficienti per raggiungere mari buoni, sani e produttivi entro il 2020".

 

Il rapporto pubblicato il 1 ° agosto sull'attuazione della direttiva quadro sulla strategia marina dell'UE valuta le misure messe in atto dai paesi dell'UE per conseguire un "buono stato ambientale" entro il 2020.

 

Ai sensi della direttiva, gli Stati membri dell'UE sono tenuti a stabilire strategie di sei anni attraverso le quali valutano le loro acque. Questo concetto è definito da misure che preservano la biodiversità e affrontano le pressioni come la pesca eccessiva, i danni del fondo marino, i rifiuti marini e i contaminanti.

 

Karmenu Vella, commissario per l'ambiente, gli affari marittimi e la pesca, ha dichiarato: "Oceani e mari sono essenziali per il benessere del nostro pianeta e non possiamo scendere a compromessi sulla loro protezione.

 

"Ecco perché l'UE ha una delle politiche ambientali più ambiziose al mondo. Negli ultimi anni, gli stati membri hanno fatto un grande sforzo per garantire che le risorse del mare siano utilizzate e gestite in modo sostenibile, facendo molto affidamento sulla cooperazione regionale.

 

"Purtroppo, nonostante questi sforzi, le misure adottate finora non sono ancora sufficienti per raggiungere mari buoni, sani e produttivi entro il 2020. Invito quindi gli Stati membri a tenere conto delle raccomandazioni formulate dalla Commissione per compiere un passo in avanti verso il raggiungimento di questo obiettivo. obiettivo ", ha detto Vella.

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Prezzi del petrolio ed equilibri mondiali

News image

La guerra del prezzo del petrolio si sta surriscaldando. E...

Dal mondo