oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)
Грешка
  • Грешка при зареждане на данните.

 e360230c-a44a-4a4d-bbf9-a232e580a779

Pensione all'estero: il 2018 premia la Bulgaria come scelta. Vediamo quanto costa VERAMENTE vivere a Sofia da pensionati. Tutto quello che c'è da sapere su costo della vita, tasse e qualità della vita

 


Pensione all'estero: il 2018 premia la Bulgaria come scelta. Vediamo quanto costa VERAMENTE vivere a Sofia da pensionati. Tutto quello che c'è da sapere su costo della vita, tasse e qualità della vita

 

Da qualche anno chi decide di trascorrere la pensione all’estero sta iniziando a guardare anche a mete alternative rispetto a quelle più gettonate. E così i pensionati italiani scoprono destinazioni dove è possibile vivere in pensione anche con assegni bassi grazie al costo della vita locale e in cui, giura chi si è già trasferito, la qualità della vita è alta. Per le pensioni all’estero 2018 la Bulgaria potrebbe essere una valida concorrente del Portogallo?

Quanto costa la vita in Bulgaria: vivere con la pensione italiana

Sono tre gli ingredienti che fanno della Bulgaria la nuova Portogallo delle pensioni all’estero 2018: costo della vita basso, flat tax al 10% per i pensionati e appartenenza all’Unione Europea.

Partiamo proprio dal primo aspetto e lo facciamo con i numeri perché in molti, in procinto di trasferirsi all’estero per la pensione, stentano a credere che la vita in Bulgaria costi veramente tanto meno rispetto all’Italia. A Sofia il rapporto permette ad un pensionato con 1738 euro di avere lo stesso tenore di vita che si può avere a Milano con un’entrata mensile di 3.900 euro per intenderci. Per affittare un monolocale in pieno centro a Sofia servono circa 245 euro al mese.  E’ tra i paesi europei con i prezzi più bassi in assoluto, anche inferiori al Portogallo sembrerebbe da questi dati (certo bisogna essere disposti ad affrontare inverni più rigidi e non temere il freddo). E’ vero che per comprare casa in Bulgaria possono bastare 15 mila euro? Ni. Non si tratta di una bufala ma è anche vero che molti annunci sui siti immobiliari sono scritti solo in cirillico. Il mercato immobiliare bulgaro, a Sofia soprattutto, si sta aprendo alla lingua inglese per acquisti internazionali ma è inevitabile anche che questo stia comportando un aumento dei prezzi medi al mq. Anche i prodotti di consumo quotidiano possono servire da indice di paragone: un litro di latte a Sofia costa un euro. Visti i prezzi si potrebbe pensare ad un Paese arretrato ma non è così: basti pensare che Sofia è tra le 5 capitali europee che hanno ricevuto maggiori investimenti in startup negli ultimi anni 

Passiamo alla questione tasse: da dieci anni in Bulgaria vige la flat tax unica al 10% che ha sostituito la tassazione scaglionata su aliquote progressive in base al reddito (20%, 22% e 24%). Vige inoltre ovviamente con l’Italia accordo per evitare la doppia tassazione sulla pensione.
Il terzo vantaggio è l’appartenenza all’Unione Europea, aspetto che rende più facili spostamenti e trasferimenti e snellisce la burocrazia per chi vuole spostare la residenza in Bulgaria. Non volendo fare apparire le cose più facili di quanto non siano, dobbiamo precisare che in questo caso qualche difficoltà insorge, non tanto per i documenti quanto per la lingua.                                                                                                                                                                               Fonte:investireoggi.it

 

 


Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo