oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_150234

Gli stipendi in Bulgaria stanno crescendo molto velocemente, con un incremento dell'8-10% all'anno. Tuttavia, rimangono bassi rispetto ad altri paesi dell'UE. Questo è il commento del principale economista della UniCredit Bank, Lubomir Mitov, che ha presentato  giovedì l'analisi della banca Bulgara al mondo. I dati NSI mostrano anche che i costi del lavoro in Bulgaria sono in crescita - nel primo e nel secondo trimestre del 2017 gli incrementi sono del 10% rispetto all'anno precedente, riferisce Sega.

Anche se la maggior parte dei bulgari sono molto scettici per quanto riguarda la raccolta dei redditi, i fatti dimostrano che la remunerazione in Bulgaria non è "distorta" ma proporzionale alla dimensione dell'economia. La quota dei salari netti (dopo deduzione delle imposte e dei contributi previdenziali) dal prodotto interno lordo è addirittura superiore alla media UE, secondo l'analisi di Unicredit. Siamo simili a Svezia e Finlandia e siamo davanti alla Gran Bretagna e alla Francia, ha detto Lyubomir Mitov. La spiegazione è che nei paesi occidentali le imposte sul reddito sono elevate e "mangiano" gran parte dei salari.

Le statistiche di Eurostat mostrano anche che i redditi dei Bulgari sono i più bassi nell'UE, ma che i salari nel nostro paese stanno crescendo più rapidamente negli ultimi 20 anni. Ultimamente, tuttavia, il problema è che i salari crescono ad un tasso più elevato della produttività.

Il settore delle costruzioni può ancora una volta diventare una locomotiva per lo sviluppo - ha sperimentato il crollo più grande della crisi economica nel 2009, ma allo stesso tempo ha grandi potenzialità, ha spiegato l'economista. Grazie ai fondi dell'UE, il settore è già in crescita, che dovrebbe continuare anche l'anno prossimo. Ciò significa che le imprese di costruzione apriranno nuovi posti di lavoro e la concorrenza per il personale porterà ad aumenti salariali.

Nell'ultimo anno, le esportazioni sono un motore importante per la nostra economia ", ma come percentuale del PIL non è così forte come altri paesi dell'Est Europa", ha detto Mitov. Per la Bulgaria nel 2016, le esportazioni pro capite della Bulgaria ammontavano a 4209 euro, mentre in Ungheria erano 10.577 euro e nella Repubblica ceca superano 13.300 euro.

"Il motivo è che le nostre esportazioni sono ancora in gran parte costituite da beni con basso valore aggiunto", ha spiegato l'esperto.

Fonte:novinite.com

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'