oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Рубриката е в процес на разработка

belogradchik-2

La città di Belogradchik è situata nella parte nord-ovest della Bulgaria, quasi vicino alla Serbia. A circa 170 km dalla capitale, essa gode di notevole fama per aver concorso nella votazione sulle sette meraviglie del mondo.

La meraviglia di Belogradchik sta nelle sue rocce, che esistono da oltre duecento milioni di anni, e coprono territori per oltre 30 km di lunghezza e 7 di larghezza. Si possono ammirare percorrendo strade asfaltate con veicoli a motore.
Nella cosiddetta “regione delle rocce” troviamo anche la Fortezza, che aveva svolto un ruolo molto importante per la difesa della città nei primi secoli di costruzione.

Belogradchik è importante anche per la presenza dell‘osservatorio astronomico, che si trova ad appena 100 metri dalla Fortezza. Ci sonotre telescopi con i quali i turisti visitatori possono ammirare il cielo notturno, previa richiesta e solo quando il cielo è sereno. Durante il giorno, invece, si potranno ammirare i telescopi e le attrezzature dell’osservatorio nonchè foto di oggetti che sono stati osservati di notte.

Altro punto di riferimento della città è la Pinacoteca, nella quale è possibile ammirare più di 200 tele degli artisti più famosi della Bulgaria.

Tra i musei presenti in città, abbiamo il Museo storico, costruito nel 1810, che presenta lo stile di vita e i rituali cittadini, nonchè il Museo naturale, l’unico presente nel nord-ovest della Bulgaria, inaugurato nel 1975, che contiene più di 3000 varietà di animali e vegetali della regione.

A Belogradchik esiste anche una grotta, la grotta Magura, caratterizzata da gallerie lunghe oltre 2,5 km con disegni rupestri al suo interno molto antichi. Essa è tra le grotte più visitate della Bulgaria.
I turisti possono inoltre lasciarsi affascinare dalle bellezze del lago Rabishko, intorno al quale vi era una leggenda di un mostro che avrebbe vissuto qui trattenendo con sè come sacrificio la più bella ragazza del paese.

La zona del lago offre la possibilità di soggiornare in campeggio, ma anche nel resto del paese vi sono diverse possibilità di alloggio. Alberghi, alloggi privati, pensioni sono disponibili per i numerosi turisti.

Numerosi percorsi escursionistici partono proprio da Belogradchik per visitare le bellezze non solo della città ma anche dell’intera regione. In ogni caso, il Centro di Informazione Turistica della città offre spunti per organizzare giri e visite guidate.

Fonte:bulgaria.it

Veliko_Tarnovo_Bulgaria2

Veliko Tarnovo è una città situata nel Nord Bulgaria. Si erge nella valle del fiume Yantra a circa 240 km dalla capitale Sofia, 228 km da Varna e 107 km dalla città di Ruse.

L’aeroporto più vicino a Veliko Tarnovo è Gorna Oryahovitsa a soli 10km dalla città ma è possibile raggiungerla anche in autobus o treno.

La posizione strategica di questa città la rende un vero e proprio incrocio di strade e collegamenti commerciali, cosa che ha contribuito nei secoli, in maniera importante, al suo sviluppo economico e culturale.

Non a caso Veliko Tarnovo è una delle città più antiche della Bulgaria e può vantare una storia di 5000 anni.

Nel lontano 1185, durante il Secondo Impero Bulgaro fu anche capitale. A conseguenza di ciò furono intraprese moltissime opere che la resero una delle roccaforti della Bulgaria, una città praticamente inespugnabile.

Il monumento più bello è sicuramente la roccaforte medievale di Tsarevets che si erge sulla cima omonima ed è circondata su tre lati dal fiume Yantra.

Grazie ai numerosi reperti archeologici ritrovati durante i recensi scavi si è stabilito che Tsarevets fosse un vero e proprio borgo medievale all’interno del quale c’erano antichi palazzi, la chiesa “San Petka”, riserve d’acqua, torri di difesa. La residenza del Patriarca era ubicata nella parte più alta di Tsarevets. Nelle vicinanze sorgeva la chiesa del Patriarca “L’Ascensione di Cristo”.

Altro punto oggetto di ricerche e di scavi archeologici è la collina Trapezitsa (vicino Tsarevets) dalla quale affiorano continuamente nuovi reperti.

Veliko Tarnovo è immersa nel verde delle colline sulle quali sorgono molteplici templi ortodossi.

Uno dei templi più antichi è il tempio “St. Quaranta Santi Martiri ” edificato per onorare il trionfo dello zar Ivan Asen II (1218 – 1241). Sono qui sepolte le spoglie mortali degli Zar bulgari Kaloyan (1168 – 1207) e Ivan Asen II. sono stati sepolti qui, così come molti altri membri delle famiglie reali e l’aristocrazia bulgara.

Qua e là vicino la città di Veliko Tarnovo sorgono monasteri bulgari tra i quali ricordiamo: Patriarsheski, Preobrazhenski, Arbanashki, Plakovski, Kapinovski e Kilifarevski.

La città tra il 18° e il 19° secolo divenne centro di incontro degli intellettuali bulgari più illustri.

Molto bello il centro storico della città con palazzi d’epoca, antiche strade e tante botteghe di artigiani e negozietti di souvenir. Si respira un aria del passato.

Nella parte vecchia della città è possibile visitare numerosi musei: il Museo Archeologico, il Museo di Revival e Costituente, il Sarafkina House, la Casa Museo di PR Slaveykov, il Stambolov Inn, la locanda di Hadzhi Nikoli. Il “Museum of Contemporary” è invece dedicato all’arte contemporanea.

A soli 20 km da Veliko Tarnovo è possibile ammirare i resti di un’antica città romana bizantina Nikopolis Ad Istrum fondata nel periodo 98-117 dall’imperatore romano Traiano.

A soli 6 km da Veliko Tarnovo il sito archeologico di Arbanasi con magnifici monumenti, chiese molto antiche e bellissimi tratti pieni di campi di fiori.

Il 22 marzo è festa patronale di Veliko Tarnovo. La ricorrenza viene festeggiata ogni anno e rievoca il trionfo dello zar Ivan Asen II su Teodor Komnin (1230).

Durante la festa non mancano spettacoli che rievocano quei giorni storici, con luci, campane e suoni che sono davvero unici.

veliko_tarnovo_bulgaria_photo

Veliko Tarnovo è anche considerata “capitale balcanica del turismo culturale”.

Per chi ama storia, arte e cultura diviene una tappa indispensabile nel suo tour in Bulgaria. Chiaramente la città offre tutti i confort necessari per una felice permanenza come bar, ristoranti, hotel di lusso, discoteche.

Molto tipici i ristoranti dove sarà possibile gustare la cucina tipica del posto secondo le antiche tradizioni.

Da Veliko Tarnovo si organizzano anche escursioni nella “natura” come quello di Negovanska (nel villaggio di Emen), percorso Preobrazhenska, percorso Arbanashka che prevedono lunghe passeggiate a piedi attraverso sentieri alberati che conducono poi ai vari monumenti. Tantissime le opzioni di svago quali “arrampicata”, ciclismo di montagna, equitazione. Grazie alla presenza in loco di numerosi fiumi si organizzano anche eventi di pesca e nuoto.

Il centro di informazione turistica si trova proprio al centro della città, lì troverete tutte le informazioni che vi occorrono.

Fonte:bulgaria.it

Leshten_001

Село Лещен е едно от най-автентичните села в България. Намира се в Родопите на 200 км. от София, в близост до балнеологичния курорт Огняново, до село Ковачевица, което също е обявено за резерват, заради архитектурата на къщите си, както и до редица други автентични села – Гърмен, Рибново и Долен.

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo