oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Nairobi_terrorist_attack_2

Бомба избухна в хотел Dusit в централната част на Найроби, Кения в 15.30 местно време днес. Няколко минути след експлозията започна тежка стрелба, която продължава, макар и спорадично, вече два часа след първия взрив. Десетки военни, специални части и полицаи с кучета са на мястото на инцидента, три коли продължават да горят пред хотела повече от час. Десетки граждани са евакуирани, но властите предполагат, че терористите са все още в хотела.

8DF107D1-2F2E-4CF4-B6E5-AEFCAB4AB3B9

Il presidente della Bulgaria Roumen Radev ha dichiarato alla stampa il 19 dicembre di aver posto il veto alle disposizioni su gli emendamenti al codice penale, approvate dal Parlamento la settimana scorsa, che danno alle forze dell'ordine più tempo per  notificare il fermo ai parenti di un arrestato.

 

Nello specifico, i cambiamenti nella procedura penale consentirebbero alla polizia di detenere una persona fino a 48 ore prima di notificare alla famiglia il fermo, se gli investigatori lo ritenessero necessario al fine di compiere ulteriori azioni che, se prevenute, metterebbero seriamente a rischio l'indagine.

 

Inoltre, e "più preoccupante" secondo le motivazioni edotte dal veto di Radev, è la disposizione che consente un ritardo di 24 ore della notifica di arresto in caso di minori.

 

"Il presidente sostiene gli sforzi e le misure adottate per combattere il terrorismo, la criminalità organizzata e altre forme di complessa attività criminale, se necessario e giustificato, ma non è d'accordo con l'approccio dei legislatori", ha detto la presidenza in una dichiarazione.

 

"Senza evidenziare chiaramente alle persone le motivazioni i reati specifici a cui può essere applicato il ritardo della notifica di arresto, si crea una violazione sproporzionata dei diritti e c'è il rischio che un'eccezione diventi la regola", si legge nella dichiarazione.

 

Ciò viola di fatto la disposizione della Costituzione secondo la quale i diritti di una persona non dovrebbero essere limitati al di là di quanto necessario per l'amministrazione della giustizia, violando anche la direttiva UE sul diritto di difesa e a un avvocato e potrebbero portare a ulteriori violazioni dei diritti, come il diritto al lavoro se un detenuto non è autorizzato a notificare al proprio datore di lavoro la detenzione, hanno detto i motivi del presidente.

 

Il veto di Radev è il suo ottavo finora quest'anno, con il Parlamento che ha ribaltato tutti tranne uno, in un caso in cui la clausola di veto era stata ritirata prima di essere messa ai voti.

974931FB-5AEE-44DD-8F77-08952436864A

L'11 dicembre il Parlamento europeo ha votato per chiedere al Consiglio europeo di ammettere la Bulgaria e la Romania nella zona dei visti Schengen dell'UE.

 

Il voto è stato 514 a favore, 107 contrari e con 38 astensioni.

 

Un rapporto presentato dal deputato socialista bulgaro Sergei Stanishev ha detto che i due paesi hanno soddisfatto tutte le condizioni necessarie per l'ammissione alla zona dei visti di Schengen nel 2011.

 

Il rapporto afferma che " ci si rammarica del fatto che nei sette anni successivi il Consiglio non abbia preso una decisione sulla piena applicazione  di Schengen in Bulgaria e Romania nonostante i ripetuti appelli a tal fine da parte sia della Commissione che del Parlamento" .

 

Si è fatto notare  che si ritiene che la proposta di dividere l'abolizione dei controlli alle frontiere interne in due atti giuridici al fine di fissare calendari diversi per l'abolizione dei controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeree si discosti in modo significativo dal testo del progetto di decisione del Consiglio 29 settembre 2010 approvato dal Parlamento Europeo.

 

Un approccio in due fasi potrebbe avere un impatto negativo sul futuro allargamento dello spazio Schengen.

 

La relazione accoglie favorevolmente l'adozione della decisione del Consiglio europeo dell'ottobre 2017 che concede alla Bulgaria e alla Romania l'accesso passivo al sistema di informazione visti e la proposta del Consiglio per la piena applicazione delle restanti disposizioni  di Schengen relative al sistema d'informazione Schengen in entrambi i paesi.

 

Tuttavia, ha deplorato il fatto che queste decisioni non siano arrivate nel 2011, ma è stata una misura ad hoc per garantire il rispetto delle condizioni preliminari per l'attuazione del sistema di ingresso / uscita, che dovrebbe essere operativo entro il 2020.

 

Il rapporto ha evidenziato il collegamento tra l'adesione di Schengen dei due paesi al meccanismo di cooperazione e verifica, il sistema messo in atto quando Bulgaria e Romania hanno aderito all'UE nel 2007, per contribuire a farli raggiungere gli standard dell'UE in materia di giustizia e affari interni.

 

Ha invitato il Consiglio europeo a presentare una nuova decisione sui due paesi che aderiscono a Schengen "quanto prima possibile e, mediante un atto giuridico unico, ad adottare una decisione immediata per l'abolizione dei controlli alle frontiere interne terrestri, marittime e aeree" .

 

La relazione ha inoltre invitato il Consiglio europeo "ad applicare lo stesso approccio alla Croazia e a confermare la piena adesione del paese allo spazio Schengen non appena ha completato con successo il processo di valutazione di Schengen e se i criteri pertinenti sono stati rispettati".

 

Nel dibattito del 10 dicembre, Stanishev ha dichiarato che non è giusto accoppiare la Bulgaria e la Romania con l'adesione a Schengen con il processo CVM.

 

L'11 dicembre 2018 il voto del Parlamento europeo è simile a cinque precedenti sulla questione, ma non ha forza giuridica, perché una decisione sull'ammissione di Bulgaria e Romania a Schengen richiede una decisione unanime da parte del Consiglio europeo. Dal momento che alcuni paesi dell'UE collegano l'ammissione di Schengen ai progressi intervenuti nell'ambito del CVM, tale decisione non è stata prevista.

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo