oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

DE457E9F-19D2-4F14-B26E-912EE3DBAA00

Il 27 marzo il leader parlamentare del partito GERB del primo ministro bulgaro Boiko Borissov,

Tsvetan Tsvetanov, ha detto che si è dimesso dal Parlamento per una polemica sulla sua acquisizione di un presunto appartamento ad un prezzo al di sotto del mercato, mentre ha continuato a negare tale fatto.

 

Tsvetanov ha dichiarato che sarebbe rimasto uno dei vice capi del GERB e che avrebbe continuato a dirigere il quartier generale delle elezioni.

 

Ha fatto l'annuncio poche ore dopo essere tornato da una visita ufficiale negli Stati Uniti e dopo aver parlato con Borissov.

 

Le sue dimissioni sono le ultime di una serie di membri della maggioranza al potere che sono stati legati alla controversia.

 

Il 23 marzo Tsetska Tsacheva ha rassegnato le dimissioni da Ministro della Giustizia, seguito dalle dimissioni di Vanya Koleva in qualità di Vice Ministro dello Sport. Il 26 marzo Krassimir Purvanov ha rassegnato le dimissioni da Vice Ministro dell'Energia. Borissov ha accettato tutte e tre le dimissioni.

 

Il 22 marzo, la Procura della Bulgaria ha dichiarato che la commissione anti-corruzione del paese avrebbe indagato su Tsvetanov, Tsacheva, Koleva e Vezhdi Rashidov, il capo della commissione parlamentare per la cultura e i media. Inoltre, è stata indagata la società coinvolta in tutte le acquisizioni di appartamenti, Arteks Engineering, che ha anche negato i fatti illeciti e ha minacciato azioni legali per diffamazione su rapporti diffusi dai media e le dichiarazioni pubbliche.

 

Tsvetanov ha dichiarato ai media  che non c'è "nessun dramma" ne problematiche sull'unità del gruppo parlamentare del GERB.

 

Ha detto che sarebbe rimasto al suo posto nel  partito "in modo da poter effettivamente consolidare tutte le strutture di GERB, per dimostrare che siamo più forti che mai".

 

"Non ho commesso alcun crimine, ma per fermare qualsiasi speculazione per cui potrei influenzare qualcuno all'interno del Parlamento, penso che la cosa più giusta, più corretta e più saggia sia uscire dal parlamento bulgaro", ha detto Tsvetanov.

 

Ha detto che tutto ciò che ha fatto nella sua vita è stato guidato dalla legge e dall'interesse pubblico.

 

Tsvetanov, che più volte ha collegato la polemica sugli appartamenti alla propaganda elettorale sulle elezioni bulgare del Parlamento Europeo del 26 maggio 2019, ha paragonato l'attuale controversia alle accuse mosse contro di lui in vista delle precedenti elezioni, come cinque anni fa quando fu accusato di essere coinvolto in intercettazioni illegali mentre era il ministro degli Interni. Alla fine Tsvetanov fu assolto da quelle accuse.

_______________________________________________________________________________

 

 

Borissov e Tsvetanov. Foto: gerb.bg

Tsvetanov ha detto che non c'è stata "nessuna pressione" su di lui per prendere la decisione di dimettersi dal Parlamento. Ha detto ai giornalisti che il suo rapporto con Borissov era "pragmatico, diretto e onesto".

 

Il partito GERB è stato fondato intorno a Borissov quando era sindaco di Sofia. Poiché la legge bulgara proibisce ai sindaci di essere leader dei partiti politici, Tsvetanov nominalmente ricopre il ruolo di leader del GERB mentre Borissov viene definito il suo "leader informale".

 

Il ruolo di Tsvetanov è stato cruciale nella costruzione delle strutture di partito GERB in tutto il paese e nella conduzione delle sue campagne elettorali. Ci sono state conflittualità nella sua relazione con Borissov, che ad un certo punto hanno costretto Borissov a cambiare la struttura del GERB in modo che avesse altri vice capi, un posto inizialmente detenuto esclusivamente da Tsvetanov.

 

Tsvetanov condurrà la campagna elettorale del GERB alle elezioni del Parlamento europeo a maggio, vista probabilmente come una competizione serrata tra il partito di Borissov e il partito socialista bulgaro di opposizione. GERB dovrebbe annunciare i suoi deputati candidati al Parlamento europeo il 31 marzo.

 

 nell'Assemblea nazionale alle elezioni del 2009, che ha visto la vittoria di Borissov seguita dalla formazione di un governo di minoranza, Tsvetanov è stato  ministro  in quel governo e, nei governi successivi. Negli ultimi due mesi, Tsvetanov ha avuto un ruolo chiave nel garantire il numero legale per le sedute, di fronte al boicottaggio del Parlamento da parte del BSP.

E5EF1ED8-CEA7-402A-B67A-10F8A7CAD264

Il presidente bulgaro Roumen Radev ha emesso un decreto che stabilisce che le elezioni del Parlamento europeo del paese si terranno il 26 maggio, secondo quanto riferito dal suo ufficio in una dichiarazione del 19 marzo.

 

La data non è stata una sorpresa. A livello dell'UE, era stato concordato un calendario per il 23 e il 26 maggio per consentire ai paesi di votare alle elezioni del Parlamento europeo, ma la Bulgaria tiene tradizionalmente le elezioni domenicali.

 

La maggior parte dei paesi dell'UE, 21 tra cui la Bulgaria, terranno le elezioni per il Parlamento europeo il 26 maggio.

 

La data delle elezioni bulgare sarà un lungo weekend, perché venerdì 24 maggio è la Giornata della letteratura bulgara per l'istruzione della cultura e della letteratura slava, la festa dei Santi Cirillo e Metodio.

 

La Bulgaria eleggerà 17 membri del Parlamento europeo, invariati rispetto al numero eletto nel 2014, a prescindere dalle modifiche previste per il numero di deputati europei di alcuni paesi dell'UE a seguito del cambiamento del numero di persone e dal fatto che il Regno Unito non avrebbe nessun deputato a causa della Brexit.

 

Per essere eleggibile per l'elezione, un candidato bulgaro deve avere almeno 21 anni. L'età per votare è 18 anni.

0251F4D0-ACB7-4EF9-BFD7-16ACB9734732

Il governo bulgaro prevede di completare i negoziati con gli Stati Uniti per l'acquisto di F-16 questa estate, ha dichiarato il vice ministro degli esteri Georg Georgiev in un'intervista alla radio nazionale bulgara.

 

Parlando da Boston durante una visita di lavoro negli Stati Uniti, Georgiev ha detto che l'accordo, che dovrebbe concludersi a giugno, è stato un passo significativo e apporterebbe un valore aggiunto al paese e sul piano militare 

 

Ha descritto le critiche dell'opposizione sulla mossa per acquisire gli F-16 come controproducenti.

 

"Non dovremmo giocare con un populismo così economico, con qualcosa che è strategicamente importante per il nostro paese, specialmente nel suo contesto geopolitico, geostrategico, nella penisola balcanica e in tutta l'Europa centrale e orientale", ha affermato.

 

L'11 marzo un rappresentante di Lockheed Martin ha affermato che le trattative tra i governi della Bulgaria e degli Stati Uniti sull'acquisizione di caccia F-16 potrebbero concludersi a luglio 2019 e l'ordine consegnato nell'anno 2023 al più presto.

 

L'assemblea nazionale bulgara ha approvato il 16 gennaio con 130 voti favorevoli e 84 dando al governo il mandato di negoziare con gli Stati Uniti per l'acquisizione di caccia F-16.

 

All'inizio di novembre 2018, il ministro della Difesa bulgaro ha aperto le offerte di tre paesi: gli Stati Uniti per gli F-16, la Svezia per Gripens e l'Italia per gli Eurofighter di seconda mano.

 

A gennaio, un rapporto di un gruppo politico-militare che valutava le offerte per fornire all'aviazione bulgara un nuovo jet da combattimento raccomandava l'apertura di negoziati con gli Stati Uniti per l'acquisizione di F-16.

 

La Bulgaria è stata membro della Nato dal 2004, ma finora nessun governo ha concluso un accordo di caccia per portare il paese agli standard dell'alleanza. La Bulgaria continua a spendere enormi somme mantenendo i suoi aerei da caccia di fabbricazione sovietica invecchiati nell'aria.                               Fonte:Sofiaglobe 

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo