oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Il vantaggio di GERB sul Partito socialista bulgaro (BSP) è aumentato a poco più di 8 punti. Verso la fine della campagna per le elezioni parlamentari del 4 aprile, GERB ottiene il 28,1% di sostegno tra gli elettori fermi. Il BSP resta al
secondo posto con il 19,8 per cento, ma i dati mostrano un graduale declino dei sostenitori.

Questi dati provengono da un sondaggio di Alpha Research alla fine della campagna elettorale, pubblicato giovedì. Il sondaggio è stato
condotto il 27-30 marzo tra 1.007 adulti bulgari.

Secondo i sociologi, il BSP è più seriamente colpito dalle preoccupazioni sul voto in una pandemia (il 25% dei sostenitori del BSP ha espresso forte preoccupazione, rispetto a una media del 10% a livello nazionale). D'altra parte, alcuni sostenitori del BSP stanno spostando le preferenze verso altre formazioni antigovernative, per lo più "Rise Up! Thugs Out!".

Le due successive formazioni politiche hanno risultati di sondaggio simili: There Is a Such People (TISP) ottiene il 12,7% e Movement for Rights and Freedoms (MRF) il 12,5%. I risultati finali per entrambi i partiti dipenderanno fortemente dall'affluenza alle urne del 4 aprile. Il sostegno al partito TISP di Slavi Trifonov si basa principalmente su un voto emotivo e antisistemico da parte di persone che non sono particolarmente interessate alla politica, il che significa che possono facilmente diventare attivi, ma altrettanto facilmente possono essere demotivati ​​e scegliere di non partecipare perché non hanno una partecipazione speciale nelle elezioni. Secondo gli analisti, una minore affluenza alle urne porrebbe l'MRF in vantaggio. Alpha Research afferma che i sondaggi non tengono conto dei voti espressi all'estero e che l'MRF riceve tradizionalmente molti voti dalla diaspora bulgara.

Sia la Bulgaria democratica (6,3%) che Rise Up! Thugs Out! (6%) mostra un costante aumento del sostegno durante la
campagna. C'è anche una differenza nel profilo dei loro sostenitori. La cosiddetta Bulgaria democratica di "destra urbana"  ha elettori più fedeli, soprattutto nella capitale e nelle grandi città. La nuova alleanza attorno a Maya Manolova, Rise Up! Thugs Out !, può contare su più voti nelle province e da elettori di sinistra delusi. In questo caso, come nel caso del
partito di Slavi Trifonov, una motivazione politica inferiore potrebbe rivelarsi un punto debole il giorno delle elezioni.

Lo studio mostra dinamiche significative quando si parla di partiti nazionalisti. Per VMRO, Volya-NFSB, Ataka e
Vazrazhdane, la campagna è diventata una sorta di battaglia "interna" per il voto radicale e populista, dicono gli analisti. Con un
sostegno di circa il 4 per cento, il VMRO è il più vicino alla soglia elettorale. Tuttavia, la coalizione Volya-NFSB ha visto la crescita più tangibile poiché ha quasi triplicato il suo sostegno al 3,1% dall'inizio della campagna. Anche Vazrazhdane (1,7%) e Ataka (1,2%) sono in lizza per questi voti, anche se con un sostegno inferiore.

Un intervistato su dieci che ha deciso di votare nutre serie preoccupazioni per la pandemia COVID-19, mentre il 36% ha "alcune preoccupazioni". Se questi timori prevalgono il giorno delle elezioni , sono possibili cambiamenti significativi nell'attuale quadro elettorale. Così, fino all'ultimo momento, il virus terrà la carta vincente,

L'indagine ha registrato un lievissimo aumento dell'affluenza alle urne dichiarata, con il 51% dei residenti permanenti in Bulgaria
che ha dichiarato che voterà. Su questa base, si prevede che alle urne andranno dai 2,6 ai 2,8 milioni di persone. Un tale
sviluppo influenzerà non solo i voti dei partiti, ma potrebbe anche causare un cambiamento nelle loro posizioni,
notano i sociologi .

Analogamente alla minore affluenza alle urne, la continua frammentazione dei voti aumenta le possibilità dei partiti centrali, mentre una
maggiore affluenza aumenta quelle delle nuove forze politiche che fanno affidamento sulla delusione e sul voto di protesta. Sei o sette partiti hanno
il potenziale per superare la soglia del 4%, ma nessuna forza politica sarà vicina alla maggioranza in Parlamento,
dicono i sociologi.

Il sondaggio ha rilevato che la campagna elettorale ha influenzato poco meno della metà dei 450.000 elettori indecisi di un mese fa.
Volya-NFSB, Bulgaria democratica e Rise Up! Thugs Out! ha registrato l'aumento più tangibile del sostegno nelle ultime
settimane.

Circa il 25% degli elettori fermi sceglie il voto automatico, mentre il 55,5% preferisce il tradizionale voto cartaceo.
Ci si può aspettare un voto automatico più attivo nelle grandi città, dove si concentra la maggior parte degli elettori giovani e altamente istruiti.
Tra quasi tutti gli elettori di partito prevale la preferenza per le schede cartacee. Le preferenze sono divise equamente solo tra l' elettorato della Bulgaria democratica.

fonte novinite.com

Un totale di 87 candidati membri del Parlamento alle elezioni bulgare del 4 aprile 2021 hanno lavorato per la Sicurezza di Stato dei servizi segreti dell'era comunista del paese, sia come membri del personale, agenti o collaboratori, secondo un elenco pubblicato dalla Commissione dossier il 23 marzo.

La Commissione Dossier è l'organismo ufficiale autorizzato per statuto a controllare le persone in vari ceti sociali per precedenti affiliazioni con la Sicurezza di Stato o l'Esercito popolare bulgaro.

Della lista degli 87, la maggior parte è stata annunciata in precedenza, incluso il leader del VMRO e l'attuale vice primo ministro e ministro della difesa Krassimir Karakachanov, che era l'agente Ivan per la sicurezza di stato nel suo sesto dipartimento.

Diversi si trovano nelle liste dei candidati del Partito socialista bulgaro, Movimento per i diritti e le libertà, VMRO-Movimento nazionale bulgaro, Coalizione patriottica Volya e NFSB e il partito Revival of the Fatherland. Nella lista dei candidati della coalizione elettorale GERB-Unione delle forze democratiche di Boiko Borissov, ce n'è uno. Ce ne sono tre sulla lista del party Ima Takuv Narod del presentatore della televisione via cavo Slavi Trifonov, e due sulla lista di Izpravi Se! Mutri Vun !, la formazione composta dall'ex difensore civico Maya Manolova, dagli organizzatori della protesta antigovernativa del Poison Trio e da una serie di piccoli partiti extraparlamentari.

Sono rappresentati anche i partiti filo-russi Ataka e Vuzhrazhdane. Nella lista dei repubblicani per la Bulgaria di Tsvetan Tsvetanov, c'è un candidato che ha lavorato per la Sicurezza di Stato. Nessun candidato per la Bulgaria democratica di Hristo Ivanov è stato identificato per aver lavorato per la sicurezza dello Stato. Degli 87 nomi, solo due sono donne. La costituzione bulgara rende illegale la lustrazione e aver lavorato per la sicurezza di Stato non è un ostacolo all'essere un candidato alle elezioni.

L'elenco seguente contiene una traduzione dei nomi dei candidati e dei partiti o coalizioni per conto dei quali sono candidati. I nomi dei luoghi indicano l'ubicazione del distretto elettorale in cui si trovano. Se i nomi in codice non sono forniti, ciò indica che l'individuo era un membro del personale della Sicurezza dello Stato, piuttosto che un agente.

fonte sofiaglobe.com

Il 

presidente del GERB Boyko Borissov ha tenuto una telefonata con il segretario generale del PPE Antonio Lopez. Durante la conversazione Antonio Lopez ha augurato il successo alla coalizione GERB-UDF nelle prossime elezioni parlamentari , ha riferito l'ufficio stampa del GERB .

Il Segretario generale del PPE ha espresso la sua soddisfazione per il fatto che l'unificazione del GERB e dell'UDF consolida le forze di destra, filoeuropee, cosa che i rappresentanti del PPE hanno ripetutamente chiesto.

"La nostra coalizione comprende i più grandi e più antichi partiti di destra in Bulgaria. La nostra cooperazione è più che fruttuosa. L'hai visto alle elezioni europee e lo hai visto alle elezioni locali. Mi aspetto che riusciremo di nuovo a raggiungere un buon risultato nel voto parlamentare. Con i nostri colleghi dell'UDF crediamo fermamente che il percorso europeo davanti al nostro Paese non abbia alternative e saremo garanti nel prossimo parlamento per il mantenimento dell'orientamento euroatlantico del Paese ", ha sottolineato Boyko Borissov.

Il presidente del GERB ha familiarizzato il Segretario generale del PPE con i punti salienti del programma politico del partito per le elezioni - " Bulgaria Next Generation".

"Crediamo di poter ottenere una forte crescita economica e entro il 2025 la Bulgaria avrà un PIL di 100 miliardi di euro. Investiremo molto in innovazione e istruzione. Abbiamo rispettato tutti i nostri impegni presi quattro anni fa. Implementeremo il nostro programma ora, "Borissov ha sottolineato.

Durante la conversazione ha informato Antonio Lopez sull'andamento della campagna elettorale in Bulgaria , sottolineando che a differenza dei suoi oppositori politici GERB si affida a una campagna costruttiva e ad una presentazione del lavoro svolto.

In relazione alla pandemia in corso in Europa e nel mondo, Boyko Borissov ha espresso la fiducia che l'UE e il PPE affronteranno la difficile situazione, rimarranno uniti e saranno pienamente solidali in caso di crisi.

fonte novinite.com

Снимка на деня

Rila

Rila

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffi...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

Google Earth mostra i cambiamenti della Terra con Timelapse

News image

Google ha aggiunto una nuova funzione alla sua piattaf...

Dal mondo