oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

1989237C-3318-4A94-AB13-6BDCDA47BF62

La Bulgaria e la Macedonia settentrionale riceveranno probabilmente la presidenza congiunta del processo di Berlino il prossimo anno ", ha confermato il vice primo ministro Ekaterina Zaharieva al vertice di Poznań.

 

  Zaharieva ha ricordato che il nostro paese non è formalmente parte del processo di Berlino dall'iniziativa della cancelliera tedesca Angela Merkel nel 2014.

 

 "L'essenza del processo di Berlino è che crea, integra e costruisce i meccanismi per un economia più forte ".

 

 Il processo di Berlino è essenzialmente un'iniziativa economica volta a sostenere lo sviluppo dei paesi dei Balcani occidentali.  Un incontro di ministri degli esteri è previsto oggi, e domani, i primi ministri dei sei paesi della regione, Polonia, Bulgaria, Germania e altri.

 

 Il forum di due giorni dovrebbe riunire i leader dei sei paesi dei Balcani occidentali e un certo numero di diplomatici e statisti di alto livello di alcuni paesi europei.  Si prevede che la cancelliera tedesca Angela Merkel, che è l'iniziatore del processo di Berlino e il primo ministro bulgaro Boyko Borissov, giunga venerdì nella città polacca.

 

 Il vertice di Poznan arriva nel bel mezzo delle tensioni tra Kosovo e Serbia sulle quote di Pristina sulle importazioni serbe e il giro di vite sui negozi nel Kosovo settentrionale, dove vivono i serbi.

 

 Questo è anche il primo forum importante dopo che i ministri degli esteri hanno rinviato l'inizio dei colloqui di adesione all'UE nella Macedonia settentrionale e in Albania.

 

 Zaharieva parteciperà alla prima giornata del vertice di Poznan.

DC5D5CC5-56F2-4C34-ACBD-B281D1136BC8

Bulgaria e Montenegro hanno istituito un gruppo di lavoro bilaterale per cooperare nel

 campo dell’energia, il ministro bulgaro dell'energia Temenouzhka Petkova e il ministro dell'Economia del Montenegro Dragica Sekulic hanno avuto un colloquio nella capitale di Podgorica.  Anche l'amministratore delegato dell'operatore EAD, Angelin Tsachev,  ha partecipato alla riunione, ha dichiarato   il ministero dell'Energia.

Questa cooperazione potrà consentire  alla Bulgaria di esportare elettricità lungo la nuova infrastruttura del potere sottomarino

 linea che collega Montenegro e Italia, che diventerà operativa alla fine del 2019. Nel corso dell'incontro Sekulic ha aggiornato la parte bulgara sullo stato del progetto.

In relazione a ciò e nel contesto dell'attuazione

  del progetto Belene N-Plant, il gruppo di lavoro analizzerà le opportunità di vendita dell'elettricità generata in Bulgaria attraverso il territorio del Montenegro.  

 Petkova ha detto che dopo che la linea elettrica sottomarina sarà attiva Il Montenegro occuperà una posizione importante nel sistema di alimentazione della regione.

 Le parti terranno  la prossima riunione della

 commissione intergovernativa a novembre.

 

/RY/BR

55513A85-C69D-4E9F-AF4E-188E9F75B5B4

Il vicepresidente dell'Assemblea nazionale bulgara e leader del partito nazionalista Volya, Veselin Mareshka, in un’intervista a bTV, ha affermato che il governo dovrebbe elevare il tenore di vita della popolazione, prima di spendere i soldi dei contribuenti per comprare i caccia F-16.

"E io di tutti i programmi in cui parlate della carenza di farmaci, persone che vivono al di sotto della soglia di povertà... capisco che non abbiamo fornito un tale standard di vita per i nostri compatrioti per spendere grosse cifre per rendere la vita migliore in altri paesi ", ha detto Mareshki.

In precedenza, il vicepresidente del parlamento ha chiesto un referendum sulla necessità di acquistare i nuovi velivoli. Ha anche accusato il ministro della difesa Krasimir Karakachanov di non aver fatto nulla per migliorare la vita del personale militare e di essere "interessato solo a miliardi" stanziati per l'acquisto dei caccia.

Il presidente del partito ABV Rumen Petkov ha anche ripetutamente chiesto il divieto di tenere negoziati sugli appalti per gli F-16. Secondo lui, con questo accordo la Bulgaria "regalerà due miliardi all'economia americana" e "non spaventerà nessuno" con i suoi nuovi caccia.

F-16

© AFP 2019 / SAM YEH

Come parte della modernizzazione dell'esercito, la Bulgaria ha preso in considerazione le proposte di acquisto di tre paesi: Stati Uniti (F-16), Svezia (Gripen) e Italia (Eurofighter). A dicembre, sulla base della decisione della commissione interministeriale, la scelta è ricaduta sui caccia americani. Il presidente Rumen Radev, che in precedenza era a capo dell’aeronautica militare, ha definito la procedura di selezione una "farsa".

La scorsa settimana è stato reso noto che l'importo che gli Stati Uniti offrono alla Bulgaria per otto F-16 è di 1,3 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, la parte bulgara ha insistito su poco più di 1,1 miliardi di dollari e il pagamento a rate. La fase finale dei negoziati sull'F-16 si terrà alla fine di questa settimana.

Fonte:sputniknews

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo