oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

680C6D59-8EC5-4448-BEF9-D024212FC7FC

Il presidente della Bulgaria Roumen Radev afferma che il suo paese dovrebbe astenersi dal sostenere la proposta  dell'Unione europea che riconosce Juan Guaidó come presidente ad interim del Venezuela.

 

Radev, capo dello stato per gli ultimi due anni dopo la sua elezione  sostenuta dall'opposizione e dal partito socialista bulgaro pro-Mosca, ha affermato che esiste un rischio reale di escalation e violenza in Venezuela, ed è  fondamentale mantenere il dialogo tra governo e opposizione.

 

La crisi politica potrebbe essere risolta solo organizzando elezioni trasparenti secondo la costituzione del paese e con l'osservazione internazionale, ha detto Radev.

 

Secondo Radev, la proposta di una posizione europea comune non porterebbe a tale soluzione.

 

La dichiarazione di Radev è arrivata dopo una mossa coordinata per riconoscere Guaidó dagli Stati membri dell'UE: Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Portogallo, Svezia, Danimarca, Austria, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Lettonia, Lituania, Finlandia e Lussemburgo. Mentre l'Italia ha ostacolato una posizione unitaria dell'UE sulla questione del Venezuela.

 

I riconoscimenti del 4 febbraio arrivarono dopo la fine dell'ultimatum di otto giorni per Maduro che chiamava ad una nuova elezione.

 

Maduro, che è entrato in carica nel 2013 dopo la morte di Hugo Chavez, è stato condannato per presunti abusi dei diritti umani e per la sua gestione dell'economia, ha detto la BBC.

 

Maduro ha invitato il leader dell'opposizione e il presidente ad interim auto-dichiarato Guaidó a sedersi con lui e fare una "conversazione faccia a faccia", ha riportato  Voice of America.

 

A partire dalla sera del 4 febbraio, non vi erano state dichiarazioni né del Gabinetto della Bulgaria né del ministero degli Esteri del Paese sulla questione del Venezuela.

 

La decisione di Guaidó di dichiararsi presidente ad interim del Venezuela ha il sostegno dell'amministrazione Trump a Washington DC e, oltre che in Europa, in altri paesi come l'Australia.

 

La Russia ha attaccato le dichiarazioni del 4 febbraio, accusando i paesi dell'UE di interferire negli affari del Venezuela e tentare di "legittimare il potere usurpato", ha riferito la BBC.

 

"La politica non è un gioco da bambini", ha detto Maduro durante un'intervista allo show televisivo spagnolo Salvados.

 

L'intervista è stata registrata la scorsa settimana e trasmessa domenica.

 

A un certo punto, l'intervistatore, Jordi Evole, prese il telefono e chiamò Guaidó e Maduro disse che avrebbe parlato con lui subito dopo. Ma la chiamata è andata a finire ad una casella vocale piena e senza messaggi.

3CF1195E-188B-4E7D-A273-48B729D8A26E

I leader dell'Organizzazione degli ebrei in Bulgaria "Shalom" ,del Consiglio religioso israelita e la fondazione per i diritti degli omosessuali (GLAS) hanno avuto un  colloquio il 31 gennaio, nel desiderio di un approccio efficace alla lotta contro i crimini di odio.

 

I colloqui hanno coinvolto il professore associato Shalom Alexander Oscar, il capo del Consiglio religioso israeliano , Sofia Cohen, e i fondatori della Fondazione GLAS, Simeon Vassilev e Dimitar Bogdanov.

 

La Fondazione GLAS, istituita nel 2014, si concentra su obiettivi principali come la rappresentazione positiva della comunità LGBTI nella società, lavorando con i genitori di persone omosessuali, tenendo campagne pubbliche per combattere i crimini di odio e promuovere la tolleranza. 

 

"Non c'è spazio per la divisione quando abbiamo una causa comune", ha detto Oscar.

 

"Vogliamo tutti vivere in una società che accetta chi è diverso, sia su base religiosa, etnica, sociale o di altro tipo. Vogliamo vivere in una società in cui nessuno ha paura di mostrare il loro vero volto, i loro vero nome, per condividere le nostre convinzioni ad alta voce ", ha dichiarato.

 

"Credo che i giovani in Bulgaria abbiano la forza di lottare per la promozione dei valori democratici che garantiscono i diritti umani fondamentali e lo stato di diritto. Oggi ci siamo incontrati con nuovi compagni su questo percorso e saremo felici di camminare insieme ".

 

I colloqui del 31 gennaio sono stati parte di continui sforzi per costruire l'accettazione reciproca nella società bulgara.

 

Recentemente, parte di questo processo è stata la cerimonia del settembre 2018 con i primi firmatari del manifesto "Città di tolleranza e saggezza", inteso come una campagna a lungo termine per unire istituzioni e organizzazioni civiche in opposizione a discorsi di incitamento all'odio e discriminazione.

 

Il concetto è di non fare distinzioni nella lotta contro l'incitamento all'odio e gli atteggiamenti ostili verso qualsiasi minoranza nella società, mentre costruisce l'accettazione reciproca per tutti.

 

Ciò avviene in un contesto di preoccupazioni per problemi profondi come il nazionalismo ristretto e manifestazioni come la Marcia di Lukov, una sfilata di fiaccole che si tiene ogni febbraio in omaggio a un leader bulgaro filo-nazista della Seconda Guerra Mondiale.

 

Il 16 febbraio - lo stesso giorno della Marcia di Lukov - altri leader di sfere che vanno dalla politica agli intellettuali bulgari aggiungono le loro firme all'impegno di costruire l'accettazione reciproca e rifiutare l'intolleranza, in nome di un futuro per la Paese aperto a tutti coloro che vi abitano.           Fonte: Sofiaglobe 

marinov-meets-shalom-604x272

Il ministro dell'Interno bulgaro e il procuratore generale hanno espresso un forte sostegno alla comunità ebraica del paese dopo un attacco di sassi alla Sinagoga Centrale di Sofia, e hanno promesso forti azioni contro gli autori di crimini di odio.

Su ordine del primo ministro Boiko Borissov, il 22 gennaio si è tenuto un incontro tra il ministro degli Interni Mladen Marinov e il presidente dell'Organizzazione degli ebrei in Bulgaria "Shalom", professore associato Alek Oscar, e il presidente del Consiglio spirituale centrale israelita , Sofia Cohen.

All'incontro hanno partecipato anche il viceministro degli esteri Georg Georgiev, il coordinatore nazionale bulgaro contro l'antisemitismo, il segretario capo del ministro dell'Inter Ivailo Ivanov, il capo della direzione del ministero dell'Interno di Sofia, Georgi Hadzhiev, il capo dello staff del Primo ministro Roumyana Buchvarova e il capo dell'ufficio di Sofia del comitato ebraico americano, Viktor Melamed.

Marinov ha dichiarato che il vandalo è stato identificato e arrestato, e sta per essere accusato.

Il ministro dell'Interno ha severamente condannato l'incidente e ogni atti di antisemitismo e discriminazione diretti contro determinati gruppi della società bulgara. Ha assicurato che le autorità di contrasto della Bulgaria sarebbero state ferme e implacabili nei confronti di coloro che hanno commesso tali atti e nel prevenire tali azioni in futuro.

Il dott. Oscar e Sofia Cohen hanno ringraziato per la rapida risposta, il sostegno e l'eccellente cooperazione con il ministero dell'Interno nel corso degli anni, che ha garantito la sicurezza della comunità ebraica bulgara, ha detto Shalom.

Il vice ministro Georgiev ha affermato che l'incontro ha nuovamente dimostrato la determinazione al più alto livello delle istituzioni bulgare per combattere ogni manifestazione del linguaggio dell'odio, che si traduce nell'abuso di monumenti e di luoghi di culto.

"Chiunque osi intraprendere azioni così vergognose dovrebbe sapere che lo stato porterà su di sé tutto il peso della legge", ha detto Georgiev.

In un post su Facebook, il Dr Oscar ha ringraziato Georgiev, il sindaco di Sofia Yordanka Fandukova, Buchvarova e tutti i rappresentanti delle istituzioni e della società civile che hanno condannato severamente l'atto del 19 gennaio.

"Il linguaggio dell'odio non ha posto nella nostra società e dovrebbe essere sempre fortemente condannato", ha detto.

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Prof. Neumivaykin e il suo sistema di autoguarigione

News image

Il team russo ha visitato il leggendario dottore e guarito...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo