oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

 

0EF66170-4DD1-4900-8B4F-6D4DB00B6EF3

L'ambasciatrice britannica Emma Hopkins ha detto in un'intervista televisiva dell'11 ottobre che ha condiviso la delusione del primo ministro Boiko Borissov per il modo in cui i media hanno coperto l'omicidio della conduttrice televisiva Viktoria Marinova.
Hopkins stava parlando a Nova Televizia il giorno dopo che Borissov aveva convocato gli ambasciatori stranieri nel palazzo del Governo a Sofia per esprimere la sua frustrazione per il modo in cui politici e media stranieri avevano reagito all'omicidio.
Borissov è stato sconvolto dai media, dai commentatori e dai fautori della libertà di stampa che hanno immediatamente collegato l'omicidio di Marinova allo stato della libertà dei media in Bulgaria.
Un uomo di 21 anni è in prigione in Germania, in attesa di una domanda di estradizione in Bulgaria, per far fronte alle accuse di stupro e omicidio di Marinova. Il procuratore generale Sotir Tsatsarov ha dichiarato il 10 ottobre che la principale teoria sull'assassinio, avvenuto in un'area cespugliosa vicino al Danubio a Rousse il 6 ottobre, è quella di un attacco spontaneo.
Hopkins disse che durante l'incontro tra Borissov e gli ambasciatori, avevano ricevuto informazioni interessanti,precise e aggiornate sull'omicidio.
" Borissov Ha detto di essere rimasto deluso dal modo in cui il caso è stato riportato sui media internazionali e Hopkins ha condiviso la sua delusione".
Ha detto che la polizia ha raccolto molte prove in pochi giorni, è stato emesso un mandato di cattura europeo e che ogni paese europeo dovrebbe essere orgoglioso di tali risultati.
"Sono pienamente d'accordo con il Primo Ministro per la sua delusione. Sembra che la Bulgaria sia stata tradita dai media e che siano state tratte molte conclusioni affrettate sulle circostanze che circondano questo omicidio ", ha detto Hopkins.
"La nostra stampa non è condizionata e ai politici non sempre piace quello che dice. La stampa perchè è libera di dire tutto ciò che vuole ".
Hopkins ha anche criticato aspramente il fatto che, non si sia evidenziato nel caso Marinova, " che si è trattato di un brutale reato sessuale contro una donna".
Fonte:Sofiaglobe

D95D1ED8-EADF-4799-91DC-5249EA081787

L' incontro di maggioranza del governo bulgaro che era stato programmato per l'8 ottobre è stato rinviato al 12 ottobre, perchè non si sarebbe trovato un accordo sulla scelta del nuovo segretario del ministero dell'Interno.
Il posto è vacante in seguito all'elezione dell'ex segretario generale Mladen Marinov come ministro degli Interni.
Ancora una volta, il disaccordo è tra i patrioti uniti, il raggruppamento di partiti ultranazionalisti e di estrema destra che è il partner di minoranza nel governo del primo ministro Boiko Borissov.
Il leader di Ataka, Volen Siderov, vuole Svetlozar Lazarov come segretario, il quale è stato segretario capo del ministero dell'Interno dal 2013 al 2015 e che fino a poco tempo fa era un alto funzionario del partito di Siderov.
Il 7 ottobre, Ataka di Siderov aveva dichiarato  che il consiglio della coalizione si sarebbe incontrato  lunedì alle 9 per discutere la questione.
Ma non molto tempo dopo l'inizio previsto dell'incontro, la radio nazionale bulgara ha riferito che l’incontro sarebbe stato rinviato senza alcuna motivazione. Alcune fonti suggeriscono che Ataka avesse voluto il rinvio.
La stessa mattina, 8 ottobre, il co-leader dello United Patriots, Valeri Simeonov, con il quale Siderov è stato spesso pubblicamente in disaccordo, ha descritto Lazarov come una persona  con "seri aspetti negativi".
Simeonov si riferisce al caso Lyaskovets, di cui Lazarov era a capo dell’operazione . Un operazione mal riuscita, con un uomo malato di mente che si era barricato in un appartamento, un ufficiale delle forze speciali della polizia che è morto e tre persone rimaste gravemente ferite.
Un mese dopo l'operazione del marzo 2014, è stato annunciato che quattro membri del ministero dell'Interno dovevano pagarne le conseguenze sebbene Lazarov non fosse tra loro.
Simeonov ha dichiarato di ritenere che il nuovo segretario capo del ministero dell'Interno debba essere presentato dal partito GERB di Borissov.
Nominalmente, il capo segretario è un funzionario non di partito. La nomina di Marinov è stata voluta dalla quota GERB dopo che il suo predecessore, ministro dell'Interno, Valentin Radev - del GERB - si è dimesso.
Forse a  complicare la nomina del nuovo capo segretario sarà il fatto che debba essere accettato anche dal presidente Roumen Radev, il quale è stato eletto  dall'opposizione dal Partito socialista bulgaro che è comunque spesso pubblicamente critico dell'azione del governo presieduto da Borissov.
L'elezione di Marinov come ministro dell'Interno fu ritardata a causa di uno scontro pubblico tra la coalizione di governo e Radev sul fatto che Radev non fosse stato adeguatamente consultato sull'emanazione del decreto , di nomina in quanto la legge richiede la firma del Presidente, per eleggere Marinov come segretario capo.

E92340B1-0677-4901-9611-93A7329E3AEA

La polizia bulgara ha arrestato una persona sospettata di coinvolgimento nell'omicidio di Viktoria Marinova, la giornalista trentenne, stuprata e uccisa sabato in un parco, che nell'ultimo periodo stava lavorando su una presunta corruzione che coinvolge i fondi dell'Ue. Lo ha riferito il ministero dell'Interno. "Un sospettato è stato portato in commissariato di Ruse", città settentrionale dove lavorava la giornalista dell'emittente regionale Tvn, e dove si trova ora anche il ministro dell'Interno, Mladen Marinov, che oggi parlerà alla stampa insieme alla procura", ha spiegato un portavoce. Secondo alcune fonti l'uomo arrestato sarebbe un cittadino romeno con un passaporto della Moldavia.

Aperta indagine su fondi Ue. Bloccato trasferimento bancario da 14 mln euro

La procura di Sofia ha avviato una inchiesta su presunti abusi nell'utilizzo di fondi dell'Unione europea, e ha bloccato un trasferimento bancario di circa 14 milioni di euro in base alla Legge per le misure contro il riciclaggio di denaro. Lo ha annunciato il procuratore generale della repubblica Sotir Tsatsarov precisando che si tratta di un'operazione bancaria da parte della compagnia edilizia bulgara 'Gp Group'. La denuncia contro la compagnia è partita a seguito di un servizio giornalistico del sito internet 'Bivol' e su segnalazione del vicepremier Tomislav Doncev. Nella sua ultima trasmissione il mese scorso, la giornalista bulgara Viktoria Marinova, uccisa sabato nella città di Russe, nel nord della Bulgaria, aveva intervistato due giornalisti, il bulgaro Dimitar Stoyanov del sito internet 'Bivol' e il romeno Attila Biro della Rise Project Romania, che svolgevano indagini giornalistiche per corruzione e abusi sui fondi Ue da parte della 'Gp Group'.

fonte:msn.com

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Интервюта и коментари

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

India, fra Russia e Stati Uniti un equilibrio sottile

News image

Si è concluso a Nuova Delhi il vertice bilaterale fra il p...

Dal mondo