oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_206693

Il 40% dei bulgari ritiene che il Coronavirus sia un'arma biologica creata per ridurre la popolazione sulla Terra. Poco più di un terzo crede che COVID-19 non sia più pericoloso dell'influenza stagionale. I dati provengono da un sondaggio dell'agenzia “Trend”. Secondo la metà dei bulgari, il Coronavirus è una malattia creata sinteticamente, il 45% è dell'opinione che esista un vaccino, ma viene tenuto segreto per far sì che la malattia si diffonda ancora di più e le aziende farmaceutiche ne traggano profitto. Circa 880.000 pensano che attraverso il vaccino verranno impiantati chip sulle persone per controllarli. Secondo il 17%, COVID-19 non esiste e questa è una truffa globale. A giugno, il 23% lo pensava. La differenza è in gran parte dovuta all'aumento del numero di tassi di morbilità e decessi, nonché al fatto che ora le persone conoscono già almeno una persona che è o era malata. Circa il 10% concorda con la teoria secondo cui il Coronavirus si diffonde tramite la tecnologia 5G. L'indagine su "Trend" è commissionata dal quotidiano "24 Hours" ed è stata condotta dal 2 al 10 novembre.

Fonte:novinite

European-Commission-headquarters-Berlaymont-building-photo-JLogan-e1349876857321-604x272

La Commissione europea ha dichiarato il 23 novembre che stava aprendo procedure di infrazione contro 23 Stati membri, tra cui la Bulgaria, per non aver adottato nuove regole che disciplinano il coordinamento a livello di UE di tutti i media audiovisivi. Gli Stati membri avevano tempo fino al 19 settembre per recepire la direttiva rivista sui servizi di media audiovisivi nel diritto nazionale, ma solo Danimarca, Ungheria, Paesi Bassi e Svezia hanno notificato alla Commissione le misure di recepimento, ha affermato la CE in una dichiarazione. Gli altri Stati membri, così come il Regno Unito, che ha formalmente lasciato l'UE a gennaio, hanno ricevuto lettere di costituzione in mora, il primo passo nel processo di infrazione dell'UE. Le nuove regole dell'UE hanno lo scopo di aggiornare il quadro normativo in settori che vanno dalla protezione dei telespettatori - con particolare riguardo alla sicurezza dei più vulnerabili, come i minori, e all'estensione delle regole sull'incitamento all'odio alle piattaforme di condivisione video - alla nuova indipendenza requisiti per le autorità nazionali di regolamentazione dei media e salvaguardia del pluralismo dei media.

Fonte:sofiaglobe

Health-Minister-Kostadin-Angelov-photo-government-bg-604x272

Il ministro della Salute bulgaro Kostadin Angelov ha proposto una serie di misure più severe per ridurre il numero di casi di coronavirus nel paese, poiché le attuali restrizioni sembrano avere un impatto minimo sul numero di infezioni. Angelov ha detto che la proposta sarebbe stata presentata al primo ministro Boiko Borissov e discussa alla riunione settimanale del gabinetto. Se approvato, ha chiesto che le restrizioni più severe entrino in vigore il 27 novembre. Secondo la proposta, lo stato di emergenza epidemico, attualmente in scadenza il 30 novembre, sarebbe prorogato di quattro mesi fino alla fine di marzo 2021. Le lezioni di persona negli asili, nelle scuole e nelle università sarebbero sospese per un periodo di due settimane, così come le attività extrascolastiche. Eventi sportivi, conferenze e altri eventi pubblici sarebbero cancellati, così come le feste organizzate privatamente. I locali notturni, le discoteche e altri luoghi di intrattenimento rimarrebbero chiusi, con la chiusura di ristoranti, bar e altri luoghi di intrattenimento diurno. Si farebbe un'eccezione solo per i servizi da asporto nei ristoranti. Tutti i negozi non essenziali chiuderebbero, ad eccezione di supermercati, farmacie, uffici postali, banche, compagnie di assicurazione e fornitori di servizi di pagamento. Tutti i viaggi turistici interni ed esterni sarebbero cancellati, ma i trasporti pubblici e gli spostamenti interurbani non sarebbero soggetti ad alcuna restrizione. Le misure elencate da Angelov replicano in larga misura quelle messe in atto a marzo, durante la prima ondata di casi di Covid-19 nel Paese. La differenza principale è che la proposta non suggerisce la chiusura di parchi o la creazione di posti di blocco alle uscite di città e paesi. Angelov ha detto che i primi risultati iniziali delle misure più severe potrebbero essere visti dopo otto giorni. Se l'impatto fosse significativo nelle prime tre settimane, alcune misure potrebbero essere allentate in tempo per il periodo delle vacanze invernali, ha detto. “Non importa quanto sia preparato il sistema sanitario, non può resistere a tanta pressione. I nostri dottori e infermieri non ce la faranno. La mia testa e il mio cuore mi dicono che dobbiamo prendere nuove misure per spezzare la catena dell'infezione ", ha detto Angelov. Secondo Assen Baltov, capo dell'ospedale di emergenza Pirogov di Sofia, il numero di casi di coronavirus attivi tra il personale medico in Bulgaria ha superato le 2000 persone.

Fonte:Sofiaglobe

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Последни новини

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'