oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Общество

photo_verybig_202981

La Bulgaria ha ricevuto un certificato per l'esportazione di prodotti avicoli trattati termicamente in Argentina. La procedura di certificazione è stata avviata nel 2019. Ciò è emerso durante un incontro tra il Ministro dell'agricoltura, dell'alimentazione e della silvicoltura Desislava Taneva e il Ministro dell'agricoltura, del bestiame e della pesca dell'Argentina, Luis Basterra a Buenos Aires, ha affermato che l'ufficio stampa del ministero dell'agricoltura bulgaro.Durante l'incontro, i due ministri hanno firmato una dichiarazione sulla cooperazione nel settore agricolo e la promozione del commercio agricolo bilaterale. “L'industria agraria è fondamentale per entrambi i paesi. La Bulgaria è il leader mondiale nella produzione di lavanda. L'olio di rose bulgaro è della migliore qualità sul mercato globale. Abbiamo il potenziale per aumentare gli scambi commerciali in questi settori ", ha affermato il ministro Taneva, aggiungendo che circa il 30% della produzione di formaggio nel paese è destinata all'esportazione. La Bulgaria esporta principalmente piante utilizzate in profumeria e medicina, cioccolato e ciliegie conservate. Le arachidi crude sono l'importazione più significativa dall'Argentina. Desislava Taneva e Luis Basterra hanno anche discusso del sistema di soppressione della grandine costruito in Argentina e della sua efficacia. Il ministro Taneva ha dichiarato che la Bulgaria sta cercando di introdurre la protezione contro la grandine degli aeromobili e l'industria sta discutendo dell'opzione..



plovdiv-alyosha-monument-3

Vandali hanno imbrattato con vernice rossa il monumento al soldato-liberatore sovietico Alyosha nella città di Plovdiv, nel sud della Bulgaria, secondo quanto riferito dalla Radio nazionale bulgara (Bnr).

I teppisti hanno scritto sulla base del monumento in grandi lettere rosse "Non abbiamo dimenticato" e "Non perdoneremo". La radio rileva che il monumento ha subito attacchi vandalici per la seconda volta in 15 giorni.

L'amministrazione locale ha affermato che gli esperti hanno iniziato a cancellare la vernice dal monumento. Nei prossimi mesi verranno installate telecamere di sorveglianza nell'area della scultura.

Il monumento al soldato-liberatore sovietico Alyosha è stato inaugurato 60 anni fa a Plovdiv, città della Bulgaria centrale. È una scultura di 11 metri di un soldato sovietico che guarda ad est. Nella sua mano tiene una mitragliatrice Shpagin, puntata a terra. Un'ampia scala di 100 gradini conduce alla base del monumento. Grazie alla sua posizione favorevole, la scultura si scorge da qualsiasi punto della città.

La lotta ai monumenti sovietici in Europa orientale

Nei Paesi Baltici, in Polonia ed in altri vecchi Paesi del patto di Varsavia è ormai diventata una consuetudine l'abbattimento di monumenti eretti in passato dalle autorità sovietiche ai soldati che avevano combattuto nella regione contro le truppe naziste.

Di recente nel villaggio estone di Taebla è stato demolito un monumento ai soldati sovietici eretto su una fossa comune, ha comunicato l'Ambasciata russa a Tallinn.

Fonte:sputniknews

E9D170C5-7D68-44CB-9671-E88AB25A7C31

L'ufficio del procuratore bulgaro accusa di cattiva gestione due funzionari, dopo nuove svolte nelle indagini in corso sugli eventi che hanno portato alla carenza idrica  nella città di Pernik.

 

 L'accusaha identificato i funzionari :  l'ex capo dell'utility per l'acqua di Pernik Ivan Vitanov e l'ex sindaco di custode di Pernik, Sevdelina Kovacheva.

 

 Kovacheva è accusata di non aver adempiuto ai suoi doveri, i quali richiedevano di introdurre il razionamento dell'acqua dopo essere stata informata che i livelli dell'acqua nel serbatoio di Studena erano bassi.  La dichiarazione non specificava quando esattamente la proposta di razionamento dell'acqua fu presentata a Kovacheva.

 

 Vitanov è accusato di stipulare contratti sfavorevoli e di esercitare una supervisione insufficiente delle operazioni di manutenzione e riparazione.  I pubblici ministeri hanno affermato che la cattiva gestione di Vitanov era intenzionale e ha causato danni per un valore di 11,7 milioni di leva.

 

 I pubblici ministeri hanno anche affermato che le prove raccolte finora indicano che la cattiva gestione da parte dei due funzionari non avrebbe avuto esito, senza la presunta cattiva gestione da parte del ministro dell'Ambiente Neno Dimov, arrestato all'inizio di questo mese - danni significativi che avrebbero portato all’attuale  carenza d'acqua a Pernik.

 

 Sia Vitanov che Kovacheva sono stati detenuti per 72 ore, ha affermato la procura.

 

 Nel frattempo, la polizia ha arrestato due partecipanti a una protesta al di fuori del Ministero dello Sviluppo Regionale della Bulgaria, organizzato da un partito politico minore, contro la gestione da parte del governo della crisi.

 

 I manifestanti hanno tentato di sfondare la linea di polizia per entrare nell'edificio del ministero, costringendo  le forze dell'ordine a usare spray al pepe, ha riferito la televisione nazionale bulgara.  Trenta persone hanno richiesto cure mediche, afferma il rapporto.

 

 Il 27 gennaio, una seduta congiunta di tre comitati del Consiglio municipale di Sofia ha discusso  la proposta di dirottare parte della fornitura idrica della capitale, 300 litri / secondo, verso Pernik.  L'intero consiglio comunale voterà in giornata.

 

 Sofiyska Voda, il servizio idrico della città, ha affermato che potrebbe deviare tale importo a Pernik senza alcun rischio per l'approvvigionamento idrico di Sofia.  Le assicurazioni sono state fornite durante una visita del sindaco di Sofia Yordanka Fandukova al centro di controllo della compagnia il 27 gennaio, secondo quanto riferito dalla Radio nazionale bulgara.

2-euro-notes-Miroslav-Saricka-freeimages-com-crop-604x272

La squadra antifrode e gli investigatori del ministero dell'Interno hanno effettuato una speciale operazione di polizia, sotto la supervisione della procura distrettuale, nella città di Varna, nel Mar Nero, in connessione con un procedimento processuale in un caso di riciclaggio di 900.000 euro, ha dichiarato il ministero 29 gennaio. Sono stati cercati in totale 10 indirizzi a Varna, Aksakovo e Polski Trambesh. Le azioni sono state la seconda fase del caso, ha affermato il ministero. I fondi provengono da frodi commesse in Svizzera e trasferite su un conto bancario di una società commerciale bulgara. Nel corso dell'indagine è stato istituito un sistema di trasferimenti successivi a vari conti di cittadini bulgari, società in Bulgaria e all'estero. I fondi sono stati ridistribuiti e ritirati in contanti da persone assegnate, che li hanno passati al livello successivo dell'organizzazione e quindi all'organizzatore. La ricerca ha trovato e sequestrato una vasta gamma di prove rilevanti per l'attività criminale, ha affermato il ministero dell'Interno: router di IP, desktop e laptop hacker, tablet, telefoni cellulari, schede SIM, unità flash multiple, dispositivi di archiviazione dati, firma elettronica, dispositivi bancari , carte bancarie di banche bulgare e straniere, sigilli falsi di due banche commerciali e sigilli di società commerciali, nonché documenti bancari. Una pistola senza documenti è stata trovata e sequestrata. Cinque persone, "ben note alle forze dell'ordine", sono state messe in detenzione 24 ore su 24. In una fase precedente del caso, l'organizzatore del regime era detenuto a Varna. Era soggetto a un avviso rosso dell'Interpol in relazione a una pena detentiva. L'uomo aveva una lunga fedina penale, ha affermato il Ministero degli Interni.

photo_verybig_202852

Le percezioni sulla corruzione in Bulgaria - le più forti in tutta l'Unione europea, secondo l'ultimo sondaggio di Transparency International. L'IPC 2019 si basa su 13 sondaggi e valutazioni di esperti per misurare la corruzione del settore pubblico in 180 paesi e territori, dando a ciascuno un punteggio da zero (altamente corrotto) a 100 (molto pulito). A livello globale, l'analisi copre 180 paesi, con la Bulgaria che condivide il 74 ° posto con Giamaica e Tunisia. La corruzione in Danimarca, Nuova Zelanda e Finlandia è percepita come la "più pulita". I più corrotti, secondo la percezione della gente, sono la Somalia, il Sudan e la Siria. L'indice di percezione della corruzione classifica 180 paesi e territori in base ai livelli percepiti di corruzione del settore pubblico, secondo esperti e uomini d'affari. L'analisi di quest'anno mostra che la corruzione è più diffusa nei paesi in cui grandi quantità di denaro possono fluire liberamente nelle campagne elettorali e in cui i governi ascoltano solo le voci di individui ricchi o ben collegati.

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Prof. Neumivaykin e il suo sistema di autoguarigione

News image

Il team russo ha visitato il leggendario dottore e guarito...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo