oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Общество

La vicepresidente Iliana Yotova ha il coronavirus , ha riferito l'ufficio stampa della presidenza. Oggi è risultata positiva al Covid-19.

È in buone condizioni generali con sintomi lievi. I test sono stati effettuati anche dai suoi più stretti collaboratori, che erano negativi.

Il presidente Rumen Radev si sente bene, ha anche fatto un test per il coronavirus ed è risultato negativo. L'ultima volta che il Capo dello Stato ha avuto un contatto con il Vicepresidente è stato il 20 gennaio 2021.  

Sono state prese le misure necessarie per disinfettare i locali e per garantire il corretto funzionamento dell'istituzione presidenziale.

Ricordiamo, questo è solo un altro caso di un alto funzionario pubblico infettato dal coronavirus.

Nell'ottobre 2020, il primo ministro Boyko Borisov ha annunciato su Facebook di avere un coronavirus. In precedenza, l'ispettorato sanitario regionale aveva ufficialmente revocato la quarantena dopo due test PCR negativi.

Più tardi quel mese, è diventato chiaro che anche il segretario capo del presidente, Dimitar Stoyanov, è risultato positivo al coronavirus.

fonte novinite.com

Ventotto persone in Bulgaria che erano risultate positive al Covid-19 sono morte nelle ultime 24 ore, portando il bilancio delle vittime del paese a 8944, secondo il rapporto quotidiano del sistema informativo nazionale del 28 gennaio. Su 13 279 test effettuati nell'ultimo giorno, 598 - circa il 4,5% - si sono rivelati positivi, afferma il rapporto. Ad oggi sono stati confermati in Bulgaria 217.014 casi di nuovo coronavirus, di cui 26.448 attivi. Si tratta di una diminuzione di 57 casi nel numero di casi attivi rispetto alla cifra del rapporto del 27 gennaio.

Un totale di 627 persone si sono riprese dal virus nelle ultime 24 ore, portando il totale a 181 622. Ci sono 2865 pazienti con Covid-19 in ospedale, un calo di 47 nell'ultimo giorno, con 265 in terapia intensiva, un calo di 16. Diciannove operatori sanitari sono risultati positivi nelle ultime 24 ore, portando il totale a 9462, contando coloro che sono morti, coloro che si sono ripresi dal virus e i casi attivi.

Il sistema informativo nazionale afferma che nelle ultime 24 ore sono state registrate 3795 vaccinazioni, portando il totale a 32 917.

fonte sofiaglobe.com

Il ministro della Salute bulgaro Kostadin Angelov ha emesso una serie di ordinanze la notte del 26 gennaio, disciplinando le modifiche alle misure mentre la dichiarazione sull'epidemia di Covid-19 nel paese è prorogata fino al 30 aprile .

Questi includono ordini sul sistema per il ritorno alle lezioni di persona per gli alunni dalla quinta alla dodicesima classe. Dal 4 al 17 febbraio, gli alunni del settimo, ottavo e dodicesimo anno tornano alle lezioni di persona.

Dal 18 febbraio al 2 marzo gli alunni delle classi quinta, decima e undicesima tornano alle classi di persona, mentre dal 4 al 17 marzo gli alunni delle classi sesta, nona e dodicesima frequenteranno le lezioni di persona. Dal 1 febbraio sono consentite le visite ai cinema e la partecipazione a lezioni creative, di danza e di musica, a condizione che non venga utilizzato più del 30 per cento della capacità e si osservi una distanza fisica. Inoltre dal 1 ° febbraio le palestre potranno riaprire, a condizione che non venga utilizzato più del 50 per cento della capienza dei locali.

Ristoranti e bar rimangono chiusi fino al 28 febbraio, sebbene siano consentite consegne e rosticcerie per la casa o l'ufficio. L'eccezione per i ristoranti nei luoghi di alloggio rimane in vigore, il che significa che sono autorizzati a servire gli ospiti registrati. Dal 1 ° marzo potrebbero aprire ristoranti e caffè, ma non discoteche, night club, piano bar, dance bar e night bar. I luoghi che possono essere aperti non possono utilizzare più del 50 per cento della loro capacità, deve esserci una distanza di 1,5 metri tra gli schienali delle sedie su due tavoli adiacenti e il personale deve indossare maschere protettive.

Dal 1 febbraio centri commerciali e centri commerciali potrebbero riaprire integralmente, mentre i minori di 18 anni possono visitarli solo se accompagnati da un genitore, tutore o altro adulto. Dal 29 gennaio al 30 aprile tutti coloro che arrivano in Bulgaria devono presentare un test PCR negativo per Covid-19, effettuato non più di 72 ore prima dell'arrivo nel Paese. I cittadini bulgari e quelli con residenza a lungo termine o permanente in Bulgaria e i membri delle loro famiglie che non presentano tale documento devono entrare in quarantena di 10 giorni.

Sono previste esenzioni dall'obbligo, anche per i conducenti di autobus internazionali, i conducenti di autocarri internazionali, gli equipaggi di navi e aeromobili, i lavoratori frontalieri e quelli in transito nel paese. Dal 1 febbraio al 30 aprile, tutti coloro che si trovano in luoghi pubblici chiusi e mezzi di trasporto pubblico devono indossare una maschera protettiva. Le stesse regole si applicano agli spazi pubblici aperti, dove non è possibile evitare l'affollamento. Ciò significa che non è più possibile utilizzare schermi per il viso o altri mezzi che coprono il naso e la bocca invece di una maschera, ha affermato il ministero della Salute bulgaro.

Le eccezioni alla regola della maschera facciale si applicano ai clienti di locali dove mangiare e bere, persone che praticano sport, bambini fino a sei anni di età e persone che parlano a seminari, conferenze stampa ed eventi simili, ha detto il ministero.

fonte sofiaglobe.com

I proprietari e il personale dei ristoranti hanno tenuto una protesta davanti alla sede del governo bulgaro  il 27 gennaio, chiedendo il pagamento puntuale di un risarcimento per la chiusura dei ristoranti secondo le regole antiepidemiche e che fosse consentito loro di riaprire il 1 ° febbraio. Presentata come una “marcia verso la libertà”, la protesta è stata organizzata dall'Associazione bulgara dei ristoranti e dall'Associazione dei ristoranti in Bulgaria.

La protesta è arrivata il giorno dopo che il ministro della Salute Kostadin Angelov, a seguito di colloqui con i rappresentanti dell'industria, ha emesso un ordine che consentirà ai ristoranti in Bulgaria di riaprire il 1 marzo . Coloro che hanno preso parte alla protesta hanno affermato che la lotta contro la pandemia Covid-19 è mal gestita e che sono stati privati ​​del diritto al lavoro, senza un compenso soddisfacente, ha riferito la Radio nazionale bulgara. Angelov ha detto a Nova Televizia il 27 gennaio di essere rimasto perplesso dalla protesta.

Una settimana fa abbiamo avuto un incontro con le due associazioni che stanno organizzando questa protesta. Abbiamo discusso dei loro problemi per più di tre ore. Il problema principale sono i pagamenti ritardati ”, ha detto Angelov, aggiungendo che con i suoi colleghi di gabinetto i ministri del lavoro, dell'economia e del turismo, aveva promesso alle associazioni che avrebbero ricevuto il pagamento di un risarcimento entro la fine di questo mese.

fonte sofiaglobe.com

Il sostegno fornito dal governo per preservare i posti di lavoro e aiutare le imprese in Bulgaria ammonta a quasi 2 miliardi di BGN dall'inizio della pandemia. Con i fondi già versati nell'ambito delle misure varate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si salvano circa 1 miliardo di BGN 300.000 posti di lavoro e si previene il rischio di un doppio aumento della disoccupazione nel Paese.

Di conseguenza, alla fine dello scorso anno, la disoccupazione in Bulgaria ha raggiunto i tassi più bassi dall'aumento dello stato di emergenza a maggio, ed è attualmente anche inferiore al 7%. Il Ministero dell'Economia ha assegnato fondi che hanno raggiunto le imprese per un importo di 550 milioni di BGN, con ulteriori 440 milioni di BGN attualmente in corso di rimborso.

Lo ha riferito il primo ministro Boyko Borissov nel quadro di una riunione di lavoro che il primo ministro ha convocato al Consiglio dei ministri con i membri del governo.

Il ministro dell'Economia Lachezar Borisov ha sottolineato che è già in corso l'attuazione di un piano di sostegno da parte dell'Agenzia nazionale delle entrate, che ha richiesto anche modifiche legislative. "8163 aziende riceveranno quasi 116 milioni di BGN nell'ambito di questa misura.

Viene approvato anche l'elenco di riserva delle microimprese che richiedono sostegno. Più di 21.000 aziende con 173 milioni di BGN hanno già ricevuto aiuti. Abbiamo promesso all'azienda che anche gli elenchi di riserva sarebbero stati rivisti. Il pagamento a loro è attualmente in corso, con 3.354 micro imprese che ricevono circa 26 milioni di BGN in più ", ha riferito il ministro Borisov. Per quanto riguarda la procedura per le medie imprese, sono già stati inviati inviti a tutte le aziende che hanno superato con successo la valutazione e attualmente è prevista la presentazione dei rapporti finanziari e la firma dei contratti.

In base a questa procedura, 1 703 progetti di proposte saranno finanziati con una sovvenzione di 233,6 milioni di BGN.

Il vice primo ministro Tomislav Donchev ha sottolineato che tutte le misure sono finanziate dal bilancio statale, dai fondi europei o dallo strumento SURE.

"Qualunque siano le misure a sostegno delle imprese e dell'occupazione, nessuno di noi ha alcuna pretesa che queste misure possano sostituire il vero business. Si tratta di misure che mirano a preservare i lavoratori e le imprese, non a compensare il normale fatturato", ha detto Donchev.

Il vicepremier ha anche smentito le speculazioni sulle priorità del governo.

"Perché ci sono state speculazioni su ciò che è una priorità e cosa non lo è - tutto è la nostra priorità. Ogni azienda è la nostra priorità, ogni lavoratore è la nostra priorità. E se vengono imposte restrizioni da qualche parte, non è perché abbiamo un atteggiamento più indulgente nei confronti alcuni settori. Questo è solo nel caso in cui il loro funzionamento è in conflitto con l'assistenza sanitaria e pone rischi per la salute e la vita ", ha aggiunto Donchev.

Dopo l'incontro di lavoro, il primo ministro Boyko Borissov ha anche convocato una riunione straordinaria del governo, durante la quale è stata presa la decisione di prorogare il termine per l'emergenza epidemica fino al 30 aprile.

Il Presidente del Consiglio ha ordinato al Ministro della Salute di predisporre un'ordinanza che descriva chiaramente i termini per il progressivo allentamento delle misure restrittive.

Per quanto riguarda l'attività di ristoranti, pub e discoteche, il premier Borisosv ha chiesto al ministro della Salute di tenere un incontro con i loro rappresentanti e discutere le possibili soluzioni per il settore.

Un'opzione è lasciarli aprire già all'inizio di febbraio al 50% della capacità e con orario di lavoro fino alle 22.30, nel qual caso c'è il rischio che vengano nuovamente chiusi se la situazione epidemica peggiora. Un'altra opzione per ristoranti, pub e discoteche è aprire dal 1 marzo e sostenerli fino a questa data.

fonte novinite.com

Снимка на деня

Rila

Rila

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffi...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

Google Earth mostra i cambiamenti della Terra con Timelapse

News image

Google ha aggiunto una nuova funzione alla sua piattaf...

Dal mondo