oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Общество

photo_verybig_190695

Sofia era un'altra città bulgara dove la tempesta piovosa ha scatenato un dramma. Metro, Sofia un altra città bulgara dove la pioggia ha scatenato un dramma.Centri commerciali, edifici per uffici, negozi, metropolitane sono stati sott'acqua questo pomeriggio. I viali trasformati in fiumi, l'acqua agli incroci era alta quasi un metro, le auto e gli autobus dei trasporti pubblici inondavano. L'elettricità è stata interrotta in diversi quartieri. La tempesta è stata la ragione per la televisione nazionale bulgara di interrompere la trasmissione della partita Belgio - Panama dalle finali mondiali. "Non ci sono danni alle infrastrutture comunali e di trasporto", ha detto il sindaco Yordanka Fandakova alle 21:00. La metropolitana non è stata fermata, solo gli ingressi sono stati chiusi. "Circa 2000 abbonati CEZ sono privi di alimentatori a Krasno Selo e Mladost, oltre 900 dei quali sono edifici allagati", ha detto. Non ci sono dati sulle persone ferite. Secondo Fandakova, non è possibile evitare una situazione di pioggia così pesante e spiacevole

photo_verybig_190660

Venerdì in molti luoghi nella metà occidentale del paese si svilupperanno di nuovo potenti cumuli e nubi piovose. Ci saranno intense brevi piogge con temporali e grandinate.Il codice giallo per l'attività di pioggia e tuono è stato annunciato per 15 regioni del paese per il 15 giugno, venerdì, secondo il sito dell'Istituto nazionale di meteorologia e idrologia presso l'Accademia delle scienze bulgara. L'avvertimento è in vigore per Vidin, Montanska, Vratsa, Pleven, Lovech, Gabrovska, Veliko Tarnovo, Sofia, Sofia, Pernik, Kyustendil, Blagoevgrad, Pazardzhik, Smolyan e Kardzhali. In queste aree si prevede una precipitazione breve e intensa accompagnata da un tuono, con le precipitazioni previste in luoghi di 20-35 litri per metro quadrato.Le temperature massime saranno da 25-28 gradi nella Bulgaria occidentale a 33-35 gradi - nella Bulgaria nordorientale. La pressione atmosferica aumenterà leggermente, ma rimarrà al di sotto della media del mese.

photo_verybig_190544

Il Parlamento ha deciso di riavviare il progetto per la costruzione della centrale nucleare di Belene. Ci sono due versioni per una soluzione, e i parlamentari hanno deciso ciò che è stato proposto da GERB. È finalizzato a "riprendere gli sforzi per costruire la centrale di Belene insieme a un investitore strategico su un principio di mercato e senza concedere una garanzia statale separando le attività e le passività del progetto NPP di Belene in una società di progetto separata".Inoltre, il Ministro dell'Energia dovrebbe sviluppare una procedura di selezione degli investitori e proporre opzioni per strutturare il progetto entro il 31 ottobre 2018. La decisione adottata raccomanda inoltre al Consiglio dei ministri di agire per abolire la decisione di sospendere Belene.Le mani del governo sul progetto NPP di Belene sono slegate e d'ora in poi dobbiamo lavorare molto seriamente per ottenere risultati davvero buoni per la Bulgaria, ha detto il ministro dell'Energia Temenujka Petkova ai giornalisti in parlamento. Secondo le sue parole, una procedura per la selezione di un investitore strategico è imminente. È importante che sia ben progettato, massimamente pubblico, trasparente, con criteri oggettivi che consentano la selezione della migliore offerta, ha detto il ministro. NEK deve valutare le risorse che possediamo per questo progetto, ha affermato.
 
Speriamo che l'interesse degli investitori, che finora è stato dichiarato, sarà riconfermato, ha affermato Petkova. Secondo lei, la pianta può essere pronta entro 7-8 anni.La situazione nel 2012 e oggi è radicalmente diversa, ha spiegato il ministro. Nel 2012 non c'era chiarezza sulla struttura del progetto. Non sapevamo come sarebbe finito l'arbitrato. La politica energetica dell'UE era diversa da oggi, ha affermato Petkova. Un'altra differenza è la presenza di un interesse reale degli investitori da parte di aziende che sono riconosciute a livello mondiale, ha aggiunto. 
Nessuno di noi ha interesse a tornare indietro, a cercare il senso di colpa, dobbiamo guardare avanti e con sforzi comuni per cercare di fare qualcosa di buono per la Bulgaria, che garantirà anche la nostra sicurezza energetica e darà l'opportunità che i contribuenti bulgari che hanno messo nel progetto - oltre 3 miliardi di BGN, ha commentato Petkova.

 photo_verybig_190606

Negli scorsi giorni una mucca bulgara è sfuggita al proprio padrone attraversando il confine con la Serbia. Rintracciata, è stata in seguito bloccata alla frontiera e messa in quarantena. Grande mobilitazione sui social per il suo destino

La vicenda della mucca Penka ha dell’incredibile. Inizia in Bulgaria occidentale a fine maggio quando un contadino locale, Ivan Haralimpiev, si accorge che manca una delle sue vacche.

Penka, per l’appunto. A sua insaputa, il bovino aveva attraversato il vicino confine con la Serbia nella località di Oltomantsi, uscendo dall’Ue.

Quando l’uomo si reca nello stato limitrofo per riprendersi l’animale, sorgono i problemi alla frontiera. Sprovvista infatti del documento europeo necessario per l’espatrio di bestiame da un Paese all’altro, la povera Penka – che si vociferava fosse incinta, voce poi smentita – viene fermata dai doganieri e messa in quarantena. Inizialmente si paventa l’ipotesi della macellazione come previsto da protocollo.

 

Subito si scatena un incredibile caos mediatico e la notizia delle sorti del bovino fa rapidamente il giro del mondo. Viene ripresa dai maggiori tabloid inglesi, Russia Today, Die Welt e persino dal The India Today, quotidiano del paese dove le mucche sono considerate creature sacre.

Alle accuse di troppa eurocrazia e insensibilità nei confronti dell’animale, una portavoce della commissione Ue prende parola difendendo Bruxelles: «Non creiamo panico su Penka, nessuno ha deciso di abbatterla, si sta solamente verificando che sia in buone condizioni di salute».

La dichiarazione non impedisce tuttavia al popolo della rete di diffondere l’hashtag #savePenka (salviamo Penka) né di aderire alla petizione ufficiale lanciata su Change.org, che raccoglie in pochi giorni oltre 30mila firme.

Sul web interviene addirittura Paul McCartney. L’ex cantante dei Beatles dedica su Facebook un post al salvataggio dell’animale. “Penso che sarebbe bello dar sollievo a questa mucca incinta. Non ha fatto niente di male. Firmate se siete d’accordo.”

L’apprensione per le sorti di Penka si esaurisce soltanto nella giornata di ieri (lunedì 11 giugno, nda) quando l’Agenzia bulgara per la sicurezza alimentare dichiara che il bovino è in ottime condizioni di salute e che pertanto potrà tornare dal suo padrone. La vicenda si conclude così per il meglio. Di certo, Penka non immaginava quanto avrebbe fatto parlare di sé in questi giorni arrivando addirittura a diventare, per alcuni, l’emblema di tutti quei migranti che in questi anni si sono visti negare in frontiera l'accesso a un altro paese.

Fonte:ilgiornale.it

photo_verybig_190548

                                                       Fonte foto:novinite

Burgas è la città migliore in cui vivere in Bulgaria nel 2017 secondo Darik Radio e i suoi ascoltatori. Il premio è stato presentato dal vice primo ministro Tomislav Donchev.Per l'undicesimo anno consecutivo, Darik ha chiesto quale fosse la città migliore in cui vivere e ha confrontato tutte le 27 città regionali con una serie di criteri. Questo è il sondaggio annuale che mira a capire dove le persone moderne si sentono meglio e quale città offre uno stile di vita buono e prospettico.Nella categoria "Città verde" è stato assegnato Sliven, che, secondo il ministro dell'Ambiente e delle acque Neno Dimov, elabora oltre il 90% dei rifiuti urbani e ha il più basso livello di particelle fini.Come "Euro City" è stata designata Sofia. "Credo che ogni sindaco di ogni comune cerchi di fare il meglio per la propria città, ha detto il sindaco Yordanka Fandakova, aggiungendo che si tratta di un lavoro di squadra perché nessun sindaco e nessuna città possono gestirlo da soli.La città d'affari è Dimitrovgrad con 3150 posti di lavoro aperti nel 2017 e Smolyan è diventata la città della conoscenza.Nella categoria "Città della sostenibilità finanziaria" il premio è stato consegnato a Plovdiv dal Ministro delle Finanze Vladislav Goranov. Il problema, secondo Goranov, è che nella maggior parte delle categorie i premi vanno al sud della Bulgaria. Nelle sue parole, devono ora rivolgersi per sostenere la Bulgaria settentrionale, in particolare nello sviluppo delle infrastrutture.Nel concorso "My City is My Fortress" - parte di una campagna di MRDPW, il ministro Nikolay Nankov ha premiato Shumen, Kyustendil, Stara Zagora, Gabrovo e Sofia.Finora il riconoscimento della migliore città in cui vivere in Bulgaria è stato vinto da Stara Zagora, Sofia, Varna, Burgas e Veliko Tarnovo

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Интервюта и коментари

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

CINA E INDIA TORNANO A PARLARSI: IL FUTURO DELL’ASIA PASSA DA QUI

News image

Il primo ministro indiano Narendra Modie il president...

Dal mondo