oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

ristorante-della-rosa

Il governo bulgaro sta valutando la possibilità di riaprire completamente i ristoranti dal 1 ° giugno, ha affermato il primo ministro Boiko Borissov il 19 maggio. Ristoranti, bar e caffetterie sono stati chiusi a metà marzo quando l'Assemblea nazionale ha votato uno stato di emergenza per contrastare Covid-19. La riapertura parziale è stata consentita dal 5 maggio, ma solo le parti all'aperto di ristoranti, caffetterie e bar, con 1,5 metri tra i tavoli. I centri commerciali sono stati autorizzati a riaprire a partire dal 18 maggio, ma i ristoranti, i fast food e le caffetterie rimangono chiusi, a meno che non abbiano posti all'aperto Il Primo Ministro bulgaro ha affermato che e'  stato concordato che a partire dal 1 ° giugno, i viaggi reciproci con la Grecia e con la Serbia saranno  consentiti. Ciò coprirebbe tutti i tipi di viaggio - per affari, legami familiari, diplomatici e trasporti.  Il ministro dei trasporti Rossen Zhelyazkov ha dichiarato che a partire dal 25 maggio, la quarantena per tutti i camionisti bulgari che entrano nel paese, così come i conducenti di autobus, è stata revocata. Borissov ha affermato che la Bulgaria ha attualmente avviato un dialogo attivo con Austria e Germania sull'allentamento delle restrizioni ai viaggi. Ci sono molte fabbriche in Bulgaria che hanno ordinato macchine e gli ingegneri devono venire per installarle. La Bulgaria è anche la destinazione più popolare per il turismo in Germania, ha affermato Borissov. “La cosa più importante ora è uscire dalla recessione che il coronavirus ci ha portato. La cosa più importante al momento è che ogni lavoro, ogni lev, euro, dollaro venga portato nel paese e che le persone lavorino e ricevano uno stipendio ”, ha affermato Borissov.

Fonte: Sofiaglobe

International-Triennial-of-Graphic-Arts-Sofia-2019-604x272

l numero di nuove immatricolazioni di autovetture in Bulgaria nei primi 10 mesi del 2019 è stato superiore del 2,4 per cento rispetto a gennaio - ottobre 2018, ha dichiarato l'Associazione europea dei produttori di automobili (ACEA) il 19 novembre. Le nuove immatricolazioni di autovetture in Bulgaria tra gennaio e ottobre 2019 sono ammontate a 29 692, afferma ACEA. Solo nell'ottobre 2019, le immatricolazioni di nuove autovetture sono state pari a 2798, con un aumento del 9,2 per cento rispetto a ottobre 2018. ACEA ha dichiarato che nell'ottobre 2019 il mercato europeo delle autovetture è cresciuto dell'8,7 per cento, raggiungendo 1 177 746 unità immatricolate. Ciò ha segnato il risultato piu' alto totale di ottobre registrato dal 2009. Nello stesso mese del 2018, le registrazioni sono diminuite del 7,3 per cento dopo l'entrata in vigore del test WLTP, stabilendo una base di confronto bassa per il 2019. Di conseguenza, quasi tutti i paesi dell'UE hanno registrato aumenti ad ottobre, ad eccezione di Cipro e del Regno Unito. Quattro dei cinque principali mercati dell'UE hanno registrato forti guadagni, Germania (+12,7 per cento), Francia (+8,7 per cento), Italia (+6,7 per cento) e Spagna (+6,3 per cento), mentre le vendite di auto sono diminuite nel Regno Unito (-6,7 per cento). Da gennaio a ottobre, le immatricolazioni di auto nuove sono diminuite dello 0,7 per cento rispetto ai primi 10 mesi del 2018. Sebbene la domanda sia aumentata in tutta l'UE a settembre e ottobre, la Germania (+3,4 per cento) è rimasta l'unico grande mercato europeo a registrare finora una crescita nel 2019. Al contrario, la Spagna (-6,3 per cento) e il Regno Unito (-2,9 per cento) hanno registrato il calo più forte in 10 mesi l'anno, mentre i mercati italiano (-0,8 per cento) e francese (-0,3 per cento) hanno quasi recuperato ai volumi del 2018, ha dichiarato ACEA.

photo_big_185833

Gli abitanti di Washington sono un gruppo senza speranza di agnelli dalla mentalità burocratica paralizzati a meno che non abbiano regole ovvie da obbedire. Questa è stata una conclusione mercoledì sera durante un coinvolgente esperimento teatrale chiamato "The State", che è difficile da descrivere senza rovinare l'esperienza ma che rivela abilmente le persone che vengono a vederlo.

 

Il politicamente acuto Forum Theatre, che la scorsa primavera ha messo in scena la premiere regionale della distopia di Trump di Robert Schenkkan "Building the Wall", presenta il concept dello scrittore bulgaro Alexander Manuiloff nella sala prove della Woolly Mammoth Theatre Company. Non ci sono attori. Non c'è un regista. Un pubblico di circa 50 si siede in cerchio. Non c'è molto design: solo un tavolo, una luce, un secchio di metallo, un microfono appeso al soffitto e alcune carte.

 

C'è una sceneggiatura e un personaggio importante: Plamen Goranov, una persona reale che nel 2013 si è dato fuoco come protesta pubblica contro la povertà e la corruzione bulgara.

 

"Non mi sento rappresentato", dice Goranov a un certo punto. Altri suicidi pubblici di protesta sono seguiti in Bulgaria.

 

Come comunica Goranov questo è ciò che non può essere rovinato. Manuiloff lo ha ingegnerizzato per dipendere dal pubblico, e il pubblico di mercoledì era perfetto. (Non è necessario alcun avvertimento se si va: è un'ora sicura ed eccezionalmente premurosa.) L'esercizio provoca scelte e azioni che hanno ovvi paralleli con ciò che apprendiamo su Goranov.

 

Non è uno "spettacolo", ma è certamente teatro. Una variabile critica è il segnale che il pubblico usa per "leggere" le chiavi di ogni performance: ci sono attori o no? Non ce ne sono davvero, ma mercoledì non è stato sempre chiaro, il che ha chiaramente confuso gli spettatori sulle opzioni. Ciò che è controllato (principalmente) è ciò che è scritto, e se il pubblico tiene a mente il contesto, nelle notti buone, "Lo Stato" potrebbe essere un potente memoriale, una protesta, una resistenza, uno stimolo.

 

Inevitabilmente, "The State" è un duro promemoria sul fatto che noi siamo le azioni che prendiamo, specialmente - perché dare per scontato? - quando siamo liberi. Per i miei gusti, l'esperienza di mercoledì è passata da confuso a supponente e irriverente: un perfetto specchio americano (triste!). Affascinato, il pubblico rimase per una mezz'ora in più per discutere di quello che era appena successo, e Manuiloff stesso era lì per rispondere alle domande (è qui per la settimana). L'analisi è stata acuta e ti ha lasciato pensare che di fronte a tali opzioni aperte di nuovo, i cittadini di "The State" sarebbero sicuramente più intelligenti.

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Dal mondo

Coronavirus, Oms inchiesta ci sarà al momento opportuno

News image

L'assemblea dell'Oms ha approvato una risoluzione che sanc...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'