oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

F697F041-71E0-4C8A-AFA8-59FA236F4917

Al fine di promuovere la campagna, un certo numero di stelle del calcio bulgaro hanno partecipato a un servizio fotografico, tra cui il capitano Ivelin Popov, che era in prima linea nei tentativi dei giocatori di fermare il razzismo nello stadio nazionale Vasil Levski.

 

 Il gioco si è fermato due volte mentre i canti scioccanti e i gesti di varie sezioni della folla hanno interrotto l'azione.

 

 La Bulgaria giocherà la sua prima partita dopo l'incidente di giovedì contro il Paraguay in un'amichevole, seguito da una qualificazione Euro contro la Repubblica Ceca domenica, una partita che si giocherà a porte chiuse.

 

 "Il calcio è un gioco uguale per tutti, indipendentemente dalla razza, dal genere o dalla religione", ha detto un tweet dall'account sul calcio bulgaro.

 

 "Ecco perché abbiamo lanciato The Scarf of Respect.  Tutti i procedimenti relativi a questo prodotto saranno donati a un'organizzazione che affronta la discriminazione nel calcio ".

 

 Hanno partecipato stelle bulgare come il capitano Ivelin Popov e la custode femminile Viktorya Dimova

 La Bulgaria è stata colpita il mese scorso per gli abusi razzisti subiti dai giocatori inglesi in una partita

 Ulteriori informazioni sulla sciarpa sono disponibili sul sito Web Sciarpa del rispetto, dove i visitatori sono accolti dal seguente messaggio:

 

 'Il calcio spesso ci divide.  Per paese.  Per club.  Dal giocatore preferito.  Ma anche: per razza.  Per genere.  Per religione.  Crediamo che soprattutto il calcio dovrebbe unirci.

 

 'Crediamo che il calcio sia per tutti.  Ecco perché abbiamo creato The Scarf of Respect.  Una sciarpa ispirata all'amore per un gioco, uguale per tutti.  Prendi posizione contro il razzismo ".

 

 La sciarpa costa 25 lev (£ 11) e in futuro ci saranno più combinazioni di colori.

E3DED2D2-5F5F-4669-A4F5-063ADF40A1F9

La Bulgaria ha partecipato in 12 occasioni all’Eurovision, in due tranche nettamente diverse per fortune. Nella prima, infatti, il Paese, tra il 2005 e il 2013, ha raccolto soltanto una finale, nel 2007, con “Water” di Elitsa Todorova e Stoyan Yankoulov (che sarebbero poi tornati nel 2013, con il 12° posto in semifinale).

Dopo una pausa di due anni (2014 e 2015), nella quale ha ospitato lo Junior Eurovision 2015, la Bulgaria è tornata prima riportando Poli Genova con “If love was a crime“, che ha raggiunto il 4° posto con 307 punti, poi piazzando la carta Kristian Kostov con “Beautiful mess“. In questo caso è arrivato il secondo posto con 615 punti, dietro al solo Salvador Sobral per il Portogallo.

Le ambizioni molto alte del 2018 si sono però scontrate con il risultato conseguito dal supergruppo Equinox, costruito “ad hoc” per il concorso: il 14° posto con 166 punti.

Precedentemente all’annuncio, il quotidiano nazionale “24 Chasa” aveva già riportato la notizia del ritorno della Bulgaria, aggiungendo dettagli importanti: ci sarà uno sponsor terzo, ancora sconosciuto, che coprirà sia la tassa di partecipazione della BNT che tutti i costi relativi agli ulteriori adempimenti, dalla produzione della canzone al video ufficiale, passando anche per la necessaria spesa per portare il team bulgaro a Rotterdam.

Sempre “24 Chasa” afferma che tali costi ammonterebbero a una somma compresa tra i 400.000 e 500.000 lev (204.000-255.000 euro).Inoltre, la BNT sarebbe in contatto con una compagnia di produzione britannica che ha lavorato anche con Beyoncé.

fonte: eurocontestnews 

842C0093-AED3-4EC1-B427-4E0EA8728409

La Procura del distretto di Razgrad sta avviando un procedimento pre-processuale per crudeltà contro Lyubo, un leone nello zoo della città, secondo quanto riferito dalla Procura il 14 novembre.

 

 Il procedimento è stato avviato ai sensi dell'articolo 325 ter, paragrafo 1, del codice penale della Bulgaria, che criminalizza la morte o il danno grave e duraturo di un animale vertebrato.

 

 La Procura ha affermato che il procedimento era stato avviato in risposta a una denuncia alla Procura distrettuale da una ONG per la protezione degli animali a Ludogorie.

 

 La ONG per la protezione degli animali ha affermato che Lyubo era visibilmente malato e aveva una zampa ferita.  Allo stesso tempo, ritengono che il contratto di cura degli animali allo zoo sia scaduto e non sia stato prorogato.

 

 I pubblici ministeri richiederanno le cartelle cliniche del leone e nomineranno un veterinario per determinare le lesioni del leone, valutarne l'estensione e le conseguenze.

 

 Saranno inoltre richiesti documenti del comune di Razgrad relativi allo stato dello zoo, alla proprietà degli animali, alle loro condizioni e al personale responsabile della loro cura.

 

 La Procura del distretto di Razgrad ha ordinato che le indagini vengano svolte entro due mesi.

 

Le condizioni di Lyubo sono state oggetto di rapporti sulla televisione e radio bulgara all'inizio di ottobre.  Nelle riprese televisive dell'epoca, il leone poteva chiaramente essere visto zoppicare.

 

 La mancata cura medica del leone potrebbe comportare l'amputazione della zampa anteriore destra o la morte del gatto grande, ha dichiarato la ONG Four Paws della ONG Four Paws, la radio nazionale bulgara il 10 ottobre.

 

 Tuttavia, lo stesso rapporto citava il dott. Mihail Baltadzhiev del comune affermando che le condizioni di Lyubo stavano migliorando e che la zampa ferita era "al punto di guarire".

 

 Baltadzhiev ha negato le notizie dei media sul tempo in cui il recinto del leone era di 40 metri quadrati.  Era di 230 metri quadrati, ha detto.

 

 Lo zoo funzionava senza una licenza del Ministero dell'Ambiente e dell'Acqua.  I documenti sono stati archiviati un anno fa.  "Non vi è alcun motivo per non rilasciare il permesso", ha detto Baltadzhiev a BNR al momento.

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo