oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

050B56B0-86DE-4C63-8454-0D87C692EA8A

 

Per guardare il video con i sottotitoli, clicca l’icona icona_sottotitoli_youtube

Quante volte non riusciamo a lavare i denti. Siamo in giro per la città, dobbiamo correre in riunione appena terminato un pranzo di lavoro oppure ci arriva una telefonata importante che ci tiene incollati alla scrivania per due ore. Poi è già metà pomeriggio (o tarda notte) e ci siamo dimenticati.

Quali sono i danni per la salute se smettiamo di spazzolare i denti? Una ricerca condotta negli Usa da Business Insider dimostra che una fetta anche troppo ampia di cittadini americani non si lava i denti. Ma quanti davvero sono consapevoli delle conseguenze?

Purtroppo dimenticarsi di usare lo spazzolino e il dentifricio non porta solo a problemi per il cavo orale ma per tutto l’organismo. E in alcuni casi spalanca la porta a patologie potenzialmente anche letali. Insomma, nel dubbio è sempre meglio lavarsi i denti una volta in più.

3324118B-21CF-44B1-9D8C-139E183B168D

Per anni, Google ha offerto agli utenti di Chrome la possibilità di navigare sul Web senza effettuare l’accesso.

Tuttavia, un esperto di sicurezza ha scritto che Google ha silenziosamente modificato i requisiti in modo che quando gli utenti accedono a un servizio Google, come Gmail, Chrome faccia entrare automaticamente il browser nel loro account senza consenso.

Google ha nascosto i nuovi requisiti di accesso nell’ultimo aggiornamento di Chrome senza avvisare gli utenti, ha detto Matthew Green, esperto di crittografia e professore alla Johns Hopkins University, in un blog post di domenica 23 settembre.

Il blog post, intitolato “Perché ho chiuso con Chrome”, ha iniziato a generare dibattito sui social e sembra anche aver spinto i manager di Chrome a controllare i danni.

Effettuando il login, gli utenti di Chrome potrebbero inviare involontariamente i loro dati del browser a Google, secondo Green. Ha rivelato di aver contattato i manager di Chrome e gli hanno detto che il solo accesso a Chrome non significava che le informazioni di navigazione dell’utente sarebbero state inviate a Google. Gli utenti avrebbero comunque avuto bisogno di attivare la “funzione di sincronizzazione” prima che si verificasse un trasferimento di dati.

Ed è qui che Green, che ha anche detto di aver smesso di usare Chrome, ha riservato alcune delle sue critiche più aspre verso Google. Ha definito la pagina di consenso di Chrome un dark pattern, “modello oscuro”, termine comune che si riferisce a un’interfaccia utenteprogettata per ingannare o indurre in errore le persone.

“Ora che sono costretto ad accedere a Chrome,” ha scritto Green, “mi trovo di fronte a un nuovo menu (di consenso alla sincronizzazione) che non ho mai visto prima.”

Ha suggerito che questo potrebbe indurre gli utenti ad accettare erroneamente. Ha aggiunto che prima della recente modifica di accesso, un utente doveva digitare le proprie credenziali per accedere e quindi consentire la sincronizzazione. Ora, agli utenti basta solo un singolo, anche accidentale, clic per consegnare la propria cronologia di navigazione a Google.

Google ha indirizzato Business Insider a una serie di post su Twitter di Adrienne Porter Felt, ingegnere e manager di Chrome.

In un tweet, ha confermato che Google ha cambiato le procedure di accesso. Ha sottolineato che sebbene qualcuno sia connesso a Chrome, deve comunque consentire prima a una sincronizzazione affinché i suoi dati vengano trasferiti a Google.

Green ha detto che è “pazzesco” che Google sostenga che gli utenti sono al sicuro grazie alla pagina di consenso alla sincronizzazione.

Green ha scritto: “Se non hai rispettato la mia mancanza di consenso sulla più ampia opzione di privacy per utenti di Chrome, (e non mi hai neanche informato che avevi smesso di rispettarla!) perché dovrei fidarmi di qualsiasi altra opzione di consenso che tu mi dai?”.

Fonte:businessinsider

sonno1

In Bulgaria il consumo di ansiolitici è aumentato negli ultimi anni. I consumi sono aumentati del 7,6%, passando dalle 47 persone per 1.000 abitanti del 2016, a 51 nel 2017.

Mentre alcune persone riescono ad addormentarsi appena poggiata la testa sul cuscino, per altre prendere sonno ogni notte è un compito arduo. 9 milioni di italiani soffrono di insonnia cronica. La continua mancanza di riposo può influire negativamente sullo stato mentale, provocando sbalzi d’umore, tristezza, irritabilità, ansia o persino depressione.

Ma il sonno influisce anche più seriamente sulla salute, le probabilità di soffrire di una malattia psichiatrica aumentano quando i problemi del sonno diventano cronici. La mancanza di sonno continuo è stata anche associata ad altri problemi di salute come il diabete o cambiamenti nella frequenza cardiaca.

In aiuto arriva una tecnica utilizzata dall’esercito statunitense che permette di prendere sonno in due minuti. Spiegato nel libro Relax and Win: Championship Performancepubblicato per la prima volta nel 1981, questo metodo è stato recentemente rilanciato dal blog britannico di notizie Joe.

Come addormentarsi in 2 minuti, secondo l’Esercito degli Stati Uniti

Questa tecnica è usata dall’esercito americano per permettere ai propri soldati di addormentarsi quando si trovano in situazioni difficili e ad alta tensione come può essere un campo di battaglia. L’importanza di dormire bene in questi casi è fondamentale per garantire che la fatica non comprometta l’abilità dei militari.

La procedura è divisa in due fasi e inizia lasciando la mente completamente vuota. Per ottenere ciò, viene consigliato:

  • Primo: rilassare i muscoli del viso, inclusi lingua, mascella e muscoli intorno agli occhi.
  • Secondo: abbassare le spalle il più in basso possibile e quindi rilassare la parte superiore e inferiore delle braccia.
  • Terzo: espirare e rilassare il torace.
  • Quarto: rilassare infine le gambe, iniziando dalle cosce e poi scendendo verso i piedi.

 

Dopo questa prima parte che non dovrebbe richiedere più di un minuto e mezzo, è necessario liberare la mente dalla tensione o da qualsiasi pensiero.

Per farlo viene consigliato di concentrarsi per circa dieci secondi su una di queste tre immagini.

  1. La persona si immagina all’interno di una canoa in un lago totalmente calmo e circondato solo dal cielo azzurro.
  2. La persona dovrebbe immaginare di essere sdraiata su un’amaca di velluto nero che oscilla in una stanza buia.
  3. Invece di immaginare qualcosa, la persona inizia a ripetere “non pensare, non pensare” per 10 secondi

Un metodo semplice, ma efficace.

Secondo i dati pubblicati, questa tecnica ha una percentuale di successo del 96%, dopo sei settimane di pratica.

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

CoronaVirus: la posizione shock dello scienziato Montanari

News image

La biografia del dottor Stefano Montanari, nanopatolo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Coronavirus, Oms inchiesta ci sarà al momento opportuno

News image

L'assemblea dell'Oms ha approvato una risoluzione che sanc...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'