oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Любопитно

photo_verybig_190615

Scienziati di diverse università hanno scoperto una nuova specie di tartaruga nei fiumi e nei torrenti della città turistica messicana occidentale di Puerto Vallarta, ha detto giovedì il Consiglio nazionale della scienza e della tecnologia (CONACYT).La specie di tartaruga - il nome proposto per il quale è "Casquito de Vallarta" (Elmetto di Vallarta) a causa del suo guscio ampio e piatto - è considerata a rischio per l'espansione urbana causata dal turismo, con solo nove esemplari finora contabilizzati.Il ricercatore e studioso dell'Università di Guadalajara (UDG), Fabio German Cupul Magaña, ha dichiarato che i suoi colleghi stanno attualmente esaminando le abitudini e la biologia della tartaruga nel tentativo di prevenirne l'estinzione.L'habitat naturale del rettile di acqua dolce è costituito da ecosistemi come ruscelli e paludi, che tendono ad essere modificati man mano che l'urbanizzazione si espande.La specie è stata scoperta nei fiumi della periferia di Puerto Vallarta da ricercatori dell'UDG, così come da scienziati con l'Università Autonoma Juarez del Messico di Tabasco (UJAT), l'Università di Guanajuato (UGTO) e l'Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM).I ricercatori stanno attualmente lavorando alla pubblicazione dei risultati degli studi genetici effettuati sulla tartaruga per sostenere l'affermazione che si tratta in effetti di una nuova specie.Il nome scientifico del rettile è Vogti di Kinosternon in onore del famoso erpetologo americano Richard Vogt, specializzato nello studio delle tartarughe d'acqua dolce nelle Americhe.

SocialEating

C'è chi ama mangiare in solitudine direttamente dalla padella, chi  sdraiato sul divano con la tv accesa... La loro è vera gioia? I diretti interessati assicurano di sì. Eppure secondo gli studiosi mangiare regolarmente da soli non fa affatto bene. E a lungo andare si ripercuote sulla salute psicofisica.

Lo conferma anche un nuovo studio di Oxford Economics ripreso dal Guardian. I ricercatori hanno fatto un sondaggio su 8.250 cittadini britannici e costruito un "indicatore di benessere" (Living Well Index), dato dalla somma di una serie punteggi attribuiti a qualità del sonno, soddisfazione sessuale, quantità di tempo libero e - appunto - frequenza con cui si mangia in compagnia. Dalla ricerca è emerso che chi mangia da solo mette insieme 7,9 punti in meno, in termini di... felicità, rispetto alla media nazionale britannica (che è di 60,7, in una scala che va da 0 a 100).


 Sembrerebbe che mangiare in compagnia renda le persone più soddisfatte della propria vita e garantisca migliori probabilità di stare bene con se stessi.

Allo studio ha lavorato Robin Dunbar, docente di antropologia e psicologia all'università di Oxford che ha spiegato che «semplicemente non sappiamo» perché le persone che mangiano insieme siano più felici.

Quel che è certo è che pranzare con gli altri attorno a un tavolo favorisce il rilascio di endorfine da parte del cervello producendo in noi una piacevole sensazione di benessere. E che questo rituale sociale risulta imprescindibile, anche nelle nostre vite caotiche e piene di impegni.

Animali sociali. Il fatto che l'uomo sia un animale sociale lo dicevano già gli antichi Greci. Oggi altri studi confermano che le nostre relazioni vis a vis in alcuni casi possono rivelarsi addirittura una questione di vita o di morte.

Un'analisi di 148 studi epidemiologici qualche anno fa ha cercato di capire quali siano i fattori che favoriscono l'aspettativa di vita a un anno dall'infarto. Il risultato è stato esemplare: le persone con relazioni sociali più forti hanno una probabilità di sopravvivenza maggiore del 50% rispetto a quelle con relazioni sociali più deboli.

Nel lungo termine, a fare la differenza in positivo, sono infatti numero (e qualità) degli amici e la decisione di smettere di fumare. «Puoi mangiare quanto vuoi, bere l'alcol che vuoi, ma l'effetto è molto modesto rispetto agli altri due fattori», sostengono, convinti, gli studiosi...

Fonte:Focus.it

photo_verybig_190435

La Svizzera estende le restrizioni sul numero di permessi di lavoro per bulgari e rumeni da oggi fino al 31 maggio del prossimo anno. Tra il 1 ° giugno 2018 e il 31 maggio 2019, possono essere rilasciati in tutto 996 permessi di lavoro ai migranti bulgari e rumeni.
 
La libera circolazione dei cittadini di Bulgaria e Romania è entrata in vigore nel giugno 2016. Tuttavia, vi è la possibilità di limitare il numero di permessi di lavoro rilasciati ogni anno se questo è favorevole alla forza lavoro locale.Come lo scorso anno, il governo svizzero è particolarmente preoccupato dal fatto che un'ampia percentuale di lavoratori in entrambi i paesi occupano posti di lavoro stagionali in un settore con tassi di disoccupazione superiori alla media, secondo lo Standard. Tra il 2016 e il 2017, subito dopo l'introduzione della libera circolazione delle persone, la migrazione netta dalla Bulgaria e dalla Romania è aumentata più di due volte in un contesto di calo delle migrazioni da altri paesi dell'UE.
 
La Svizzera attiva una clausola di salvaguardia per la prima volta nel 2012 al fine di limitare il numero di arrivi dai nuovi Stati membri dell'Unione europea. Berna ha anche deciso di estendere la clausola a tutti i membri del blocco, ma è stata pesantemente criticata da Bruxelles.
 
Da allora, le restrizioni non possono essere applicate agli Stati membri che hanno aderito prima del 2004.

photo_verybig_190467

L'Ensemble di ginnastica ritmica bulgara ha vinto il titolo europeo nella finale della sua combinazione mista di tre palle e due corde, ha detto gong.bg. I nostri fantastici cinque, che hanno vissuto molte emozioni controverse durante il Campionato del Vecchio Mondo di Guadalajara (Spagna), hanno ricevuto il risultato più alto. Con 22.825 punti, i bulgari hanno vinto l'oro.Simona Dyankova, Elena Bineva, Madlen Radukanova, Laura Traats e Stefani Kiriakova, che ha sostituito l'infortunata Teodora Alexandrova, hanno mostrato un carattere invidiabile e quando il risultato è stato annunciato, le emozioni hanno raggiunto il picco e le lacrime hanno riempito gli occhi. Dopo tutti i momenti difficili vissuti durante la giornata europea della competizione, quando l'errore gli è costato l'opportunità di vincere l'oro e rimanere con il bronzo, e dopo inesattezze nelle finali, le nostre ragazze si sono alzate e sono tornate con una prestazione inenarrabile.L'argento alla finale della performance mista ha vinto l'Italia con 22.350. La top 3 è stata l'Azerbaigian con 20.350 punti. Sorprendentemente, la Russia in questa finale è stata settima. Le ragazze di Irina Wiener avevano delle inesattezze. Quindi il bilancio per l'ensemble bulgaro dalla competizione europea è il bronzo di multiboy e oro nella finale di palle e corde. Nella competizione a squadre, le ginnaste di Vessela Dimitrova hanno giocato un ruolo importante con le ragazze (individualmente) per il terzo posto vinto.

goldrec2.630x360

Ai dischi d'oro sistemati all'interno delle sonde Voyager abbiamo affidato l'arduo compito di tracciare un ritratto sintetico della civiltà umana. I supporti progettati da un comitato scientifico diretto dall'astronomo co-fondatore del SETI Carl Sagan e lanciati nello Spazio dalla Nasa nel 1977, contengono 115 immagini che mostrano le più significative esperienze di vita umane e descrivono il nostro Pianeta e il Sistema Solare; una collezione di suoni naturali, come il rumore del vento e dei tuoni o i versi delle balene; una selezione di 90 brani musicali di ogni epoca e cultura, più una serie di saluti cordiali e amichevoli in 55 lingue diverse.

C'è quanto basta per dipingerci come una specie pacifica, evoluta e ricca di cultura: tuttavia, esiste il rischio concreto che questo messaggio venga travisato. Il potenziale "al contrario" dei Golden Records è stato sottolineato da due ricercatrici nel corso del meeting annuale della National Space Society, svoltosi di recente a Los Angeles.

Per Rebecca Orchard e Sheri Wells-Jensen, della Bowling Green State University (Ohio), se una delle due sonde, con il relativo disco, finisse nelle mani di specie con capacità sensoriali diverse dalle nostre (per esempio con un senso in meno, o con organi percettivi a noi sconosciuti), il rischio di equivocare il contenuto del messaggio sarebbe dietro l'angolo.

Un vociare ostile. Le scienziate hanno provato a considerare la fruizione dei contenuti incisi con una visione non umano-centrica: a una civiltà non avvezza al nostro modo di salutare, per esempio, la successione di messaggi di benvenuto potrebbe sembrare costruita verso un crescendo sempre più aggressivo, e suonare come la registrazione di un litigio. L'alternanza di grammatiche diverse darebbe poi l'impressione di una civiltà umana con un linguaggio destrutturato e privo di logiche. Questo, sempre che E.T. abbia il senso dell'udito.

Ma che razza di musica ascoltano? Anche la selezione di brani musicali, da Bach e Stravinsky alle musiche tradizionali di Giava, fino al folk della Bulgaria, rischia di mettere in difficoltà una specie che volesse trovare una coerenza nella transizione tra un genere e l'altro. E non mancherebbero problemi nella fruizione: i Golden Record recano incisioni di immagini da una parte e di suoni dall'altra. Se un ascoltatore extraterrestre provasse a collegare un lato del disco all'altro, potrebbe pensare che ci piacciono fiori che fanno rumore di sega elettrica.

Inutile pensarci adesso... Chi spera che qualche fraintendimento ci sia - vorrebbe dire che non siamo soli - dovrà però armarsi di pazienza: anche se la Voyager 1 si trova ormai a 21 miliardi di km dal Sole, al confine tra il Sistema Solare e lo Spazio interstellare, l'oggetto più distante mai spedito nello Spazio impiegherà, alla velocità attuale, almeno altri 40 mila anni per raggiungere il più vicino sistema stellare. Per preoccuparci, c'è ancora tempo.

Fonte:focus.it

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Интервюта и коментари

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

CINA E INDIA TORNANO A PARLARSI: IL FUTURO DELL’ASIA PASSA DA QUI

News image

Il primo ministro indiano Narendra Modie il president...

Dal mondo