oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

Gli ufficiali della direzione generale della polizia nazionale hanno trovato un grande e moderno laboratorio per la coltivazione di marijuana e la produzione di droghe nel villaggio di Rumyantsevo vicino a Lukovit, nel nord della Bulgaria. In una casa di lusso la polizia ha trovato numerose piante e una grande quantità di prodotti finiti.

Tre uomini sono stati arrestati.

Il laboratorio di droga ad alta tecnologia è stato trovato in una proprietà privata di lusso a Rumyantsevo, ha spiegato il procuratore distrettuale di Lovech Valentin Valkov.

"Circa un migliaio di piante sono state trovate in uno degli edifici in diversi periodi di crescita. Gli edifici vicini sono stati preparati per espandere questa produzione. È stata anche trovata una piccola quantità di sostanza secca pronta per la realizzazione sul mercato.

Il valore della marijuana trovata è stimato in oltre mezzo milione di lev.

L'operazione speciale a Rumyantsevo è avvenuta ieri sera tardi, dopo che due mesi fa è stato ricevuto un avvertimento che la marijuana veniva prodotta lì, ha aggiunto il vicedirettore della polizia nazionale della GD, il commissario senior Kalin Lenkov.

"Tre persone sono state arrestate. Il laboratorio è estremamente moderno, ci hanno fatto molti investimenti".

Su questo caso è stato avviato il procedimento istruttorio e per i tre detenuti l'ufficio del procuratore chiederà la custodia permanente.

fonte novinite.com

Una rapina è avvenuta in un negozio nella città di Sandanski, mentre c'erano dei clienti all'interno. Una parte del fatturato giornaliero è stato rubato. L'importo del denaro rubato è più di 30.000 BGN.

 

Al momento della rapina, il negozio era ancora aperto e c'erano shopping di persone. Nessuno è stato ferito, ha confermato la polizia locale - Blagoevgrad. Secondo la polizia, i rapinatori erano 4 e disarmati. Le squadre di polizia sono state immediatamente inviate sulla scena e le indagini sono iniziate. Vengono adottate misure per identificare e trattenere i colpevoli, poiché la città è stata bloccata dalla polizia.

Fonte: novinite.com

 

refugee_camp

Un migrante di origine afgana è morto ieri sera in Bulgaria colpito dal proiettile esploso da un agente di frontiera.

E' successo la sera del 15 ottobre, nei pressi di Sredetz, cittadina bulgara a trenta chilometri dal confine bulgaro-turco. La pattuglia composta di tre uomini, una guardia di frontiera e due poliziotti stava inseguendo un gruppo di immigrati entrati illegalmente dalla Turchia. Mentre cercavano di fermarli, loro si sono opposti alle forze dell'ordine. La guardia di frontiera ha sparato in aria e la pallottola, rimbalzata da un ponte, ha ferito uno degli uomini che in seguito è morto. Le autorità giudiziarie hanno aperto un fascicolo per fare luce sull'accaduto. Finora, secondo le dichiarazioni della procura, la versione della pallottola rimbalzata coincide. Si aspettano i risultati dell'autopsia e della scientifica.

Il portavoce dell'agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite Unhcr, Cheshirkov, ha condannato l'uso della forza contro i migranti e ha fatto appello alla Bulgaria perché indaghi in modo trasparente. La notizia è arrivata in pieno vertice europeo a Bruxelles sulla crisi migratoria. Dopo aver appreso dell'accaduto, il premier bulgaro Boyko Borisov ha lasciato il consiglio europeo ed è tornato d'urgenza a Sofia. Il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, ha subito assicurato che Sofia può contare sul sostegno dell'Europa per il controllo delle proprie frontiere. Al vertice, è rimbalzato l'accordo con la Turchia proposto dalla Commissione. I leader ne hanno discusso arrivando a una sorta di cauto 'via libera', che lega il sì alla liberalizzazione dei visti – prima richiesta di Ankara – ai passi che il governo turco farà "per tenere i migranti nei suo confini ed evitare che si mettano in viaggio verso la Ue".

Dall'inizio della crisi migratoria in Europa questo è il primo caso di uomo ammazzato dopo aver varcato il confine via terra dell'Ue. Secondo i dati del ministero dell'Interno, nel 2015, in Bulgaria sono entrati circa 17mila rifugiati, la maggior parte con l'intenzione di proseguire verso l'Europa Occidentale.

Снимка на деня

Rila

Rila

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

In posizione centralissima a Sofia si offre in gestion...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Dal mondo

Le prime bombe di Joe Biden sulla Siria e sul dialogo con l’Iran

News image

Il primo attacco aereo della presidenza Biden è avvenu...

Dal mondo