oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

18970594-Bombola-di-gas-propano-Archivio-Fotografico

La Russia è pronta ad assicurare le forniture di gas sia alla Bulgaria che alla Grecia tramite il gasdotto Turkish Stream: lo ha dichiarato il ministro dell'Energia di Mosca, secondo quanto riferisce oggi l'agenzia di stampa bulgara "Sofia news agency". "Stiamo discutendo costantemente questi aspetti con i paesi interessati a ricevere il gas dalla Russia, incluse la Grecia e l'Italia. La Bulgaria è ora nuovamente parte dell'iniziativa per fornire il gas russo attraverso il paese", ha affermato Novak. "Questo sono tutte questioni su cui oggi stiamo lavorando - ha aggiunto il ministro russo -. Penso che ora sia una buona idea quella di parlare di quale è l'area più sviluppata. Queste e altre aree sono interessanti sia per i fornitori russi che per i consumatori. Abbiamo molto gas e, se necessario, possiamo fornirlo sia alla Grecia che alla Bulgaria". Secondo Novak, "l'aspetto principale è ora relativo al fatto che vengano ottenute tutte le conferme necessarie per quanto riguarda l'Unione europea e la Commissione europea, in modo che ci siano garanzie per l'attuazione di questi importanti progetti infrastrutturali". 

21777

I conti corrente della Bulgaria hanno registrato un surplus di 517,8 milioni di euro a giugno 2017, rispetto a un saldo positivo di 854,3 milioni di euro riscontrato a giugno 2016: lo ha reso noto la Banca nazionale bulgara, secondo cui i conti corrente sono stati positivo, pari a 480,5 milioni di euro, rispetto a un avanzo di 713,6 milioni di euro nel giugno 2016. Sempre secondo i dati della Banca centrale, il conto capitale ha registrato un avanzo di 37,3 milioni di euro, rispetto a un saldo positivo di 140,7 milioni di euro nel giugno 2016. Il conto finanziario ha registrato un flusso netto di 1,2 milioni di euro, contro un flusso di 784,4 milioni di euro riscontrato nel giugno 2016. Il saldo delle merci ha registrato un deficit di 24,8 milioni di euro nel giugno 2017, contro un deficit di 126,7 milioni di euro nel giugno 2016. 

GettyImages-659594406-kYrD-U11002623413213jjD-1024x576LaStampa.it

La maggior parte della spesa dei bulgari è destinata al cibo: lo riferisce l'Istituto nazionale di Statistica (Nsi), secondo cui il costo totale di una persona in una famiglia nel secondo trimestre del 2017 ha registrato un aumento dell'11,1 per cento rispetto allo stesso trimestre del 2016. Nel totale, la spesa alimentare (32,5 per cento), seguita da alloggi (16,4 per cento), imposte e contributi previdenziali (13,6 per cento) e trasporti e comunicazioni (11,3 per cento). Rispetto al secondo trimestre del 2016, la quota per le bevande alcoliche e analcoliche è diminuita di 0,7 punti percentuali e la quota delle spese fiscali e previdenziali è aumentata di 1,4 punti percentuali. In termini assoluti, tutte le spese di quest'anno sono in aumento rispetto all'anno scorso. Per gli alimenti e le bevande analcoliche l'aumento è in media dell’8,6 per cento, per alloggi (acqua, elettricità, riscaldamento, arredamento e manutenzione domestica) del 9,6 per cento, per l'alcool e le sigarette del 4,3 per cento, per vari beni e servizi del 27,8 per cento.                                                                 Fonte:Agenzia

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Dal mondo

Paul Krugman: “L’Italia ci fa vergognare per il coronavirus”.

News image

Gli Stati Uniti sono ancora una delle maggiori potenze...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'