oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

sofia-airport-2010

Il ministero dei trasporti bulgaro ha rinviato il termine ultimo per le gare d'appalto dell'aeroporto di Sofia fino al 3 aprile 2019. Il ministero non ha motivato le sue decisioni di rinviare la scadenza, ma questa volta ha affermato che il rinvio e' stato richiesto dagli offerenti interessati. Le argomentazioni a favore di una gara d'appalto rispecchiarono da vicino quelle avanzate dai socialisti dell'opposizione, i quali sostenevano che era contrario agli interessi dello Stato offrire l'aeroporto in concessione. I socialisti hanno fatto diverse chiamate in parlamento perché il Gabinetto annullasse la gara. Il Consiglio dei ministri vuole utilizzare la grande tassa di concessione anticipata - almeno 550 milioni di euro - sulla BDZ ferroviaria malata del paese, regolando i debiti in sospeso e acquistando nuovo materiale rotabile. Ha inoltre fissato un ambizioso programma di investimenti per il futuro concessionario, richiedendogli di costruire un terzo terminal all'aeroporto e di intraprendere uno studio sull'eventuale costruzione di una seconda pista. Finora, il Manchester Airports Group (MAG), che gestisce gli aeroporti di Manchester, East Midlands e Londra Stansted, ha dichiarato di voler fare un'offerta nel bando. Secondo i rapporti dei media sono interessati a partecipare alla corsa per il più' grande hub aereo della Bulgaria , Fraport dalla Germania, che detiene la concessione sugli aeroporti di Varna e Bourgas sulla costa del Mar Nero in Bulgaria e Flughaven da Zurigo

flags-1617488_960_720

La Commissione ha adottato una decisione che approva richieste supplementari dalla Bulgaria per il supporto tecnico attraverso il programma di sostegno alla riforma strutturale (SRSP). I progetti finanziati dalla decisione odierna si concentrano sulle riforme nel settore dell'insolvenza, con misure di accompagnamento per rafforzare l'infrastruttura giudiziaria e il governo societario delle imprese di proprietà statale. I progetti saranno finanziati con il trasferimento volontario alla Bulgaria di 1,5 milioni di euro dalla componente di assistenza tecnica nell'ambito dei fondi strutturali e di investimento europei all'SRSP. Il programma di lavoro allegato alla decisione delinea le azioni che saranno finanziate e definisce le priorità, gli obiettivi e i risultati attesi dei progetti di riforma.
Queste riforme sono anche rilevanti al fine di preparare una transizione graduale al meccanismo di cambio II. Le autorità bulgare si sono impegnate ad attuare una serie di impegni precedenti nel contesto dell'aspettativa di adesione all'ERM II e all'Unione bancaria entro luglio 2019. Nel 2015 la Commissione ha istituito il servizio di sostegno alle riforme strutturali (SRSS) per sostenere gli Stati membri nella preparazione, progettazione e attuazione di riforme istituzionali, strutturali e amministrative. SRSS gestisce il programma di supporto per le riforme strutturali, disponibile su richiesta di tutti gli Stati membri dell'UE.

gazoprovod2-562508-810x0-306311-810x0

Il primo ministro bulgaro Boyko Borissov e il ministro turco dell'energia Fatih Dömmezon il 3 agosto hanno aperto il nuovo gasdotto di transito in Turchia. Il tubo è lungo circa 20 km e collega la stazione di compressione di Lozenets con l'impianto di depurazione di Nedyalsko.
Attualmente, i gasdotti dalla Russia alla Macedonia, alla Turchia e alla Grecia attraversano la Bulgaria.
Il nuovo tratto è parallelo al tubo di transito esistente e consentirà di invertire la direzione del movimento del gas naturale dalla Turchia alla Bulgaria, se necessario. La costruzione è iniziata nel 2016.
Grazie al nuovo gasdotto, la capacità del gasdotto di transito aumenta di 1,7 miliardi di metri cubi di gas all'anno. Inoltre, il movimento del carburante blu può essere bidirezionale, non solo dalla Bulgaria alla Turchia, ma anche viceversa.
Attualmente oltre il 100% del gas consumato in Macedonia passa attraverso la Grecia, il 70% di quello in Grecia e tra il 30% e il 40% di quello necessario in Turchia. La Russia, tuttavia, prevede di reindirizzare il suo traffico di transito dall'attuale gasdotto attraverso Moldavia, Romania e Bulgaria a Blue Stream in Turchia e il flusso turco, che è attualmente in costruzione.
gazoprovod-562514-810x0-306315-810x0
Fonte:bnt.bg

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Franco Cfa, “Per Macron si può uscire? Chi ci prova viene fatto fuori.

News image

“Liberare l’Africa dal franco Cfa, moneta coloni...

Dal mondo