oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

depositphotos_74635357-stock-photo-waving-flag-of-morocco-and

Ci sono molti collegamenti tra le economie dei nostri due paesi, ha annunciato oggi in occasione di un incontro con l'Ambasciatore di affari di Plovdiv del Regno del Marocco nel nostro Paese Zayi el-Midawi.

Rappresentanti di 11 aziende leader di Plovdiv hanno scambiato informazioni e opinioni con il diplomatico che ha visitato la città su invito del console onorario del Marocco a Plovdiv Svetoslav Glosov. L'incontro con gli imprenditori si è svolto presso il Consolato Onorario dello Stato Africano a Plovdiv.

Zayi el-Midawi ha invitato i progettisti bulgari e le imprese di costruzione a partecipare a progetti infrastrutturali nel suo paese d'origine.

"I nostri paesi hanno un forte potenziale per aumentare il loro commercio, ma i nostri rapporti non sono al livello che vorrei, i marocchini hanno bisogno di conoscere meglio la Bulgaria", ha detto l'ambasciatore, aggiungendo che è stata molto colpito dalle grandi internazionali società che si trovano nella zona economica di Tracia vicino a Plovdiv.

Fonte:novinite.com

depositphotos_125330474-stock-photo-bulgaria-finance-concept-piggybank-in

Il prossimo bilancio statale della Bulgaria avrà un deficit più basso rispetto a quanto previsto. Lo ha detto il ministro delle Finanze bulgaro, Vladislav Goranov, durante una conferenza stampa svoltasi al quartier generale del partito Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria (Gerb) a Sofia. “Abbiamo promesso l’autostrada Hemus all’area settentrionale della Bulgaria e il collegamento Pleven-Lovech sarà completato entro la primavera del 2018”, ha detto Goranov citato dall’agenzia di stampa “Bta”. Inoltre il ministro ha citato alcune importante aree d’intervento, in primis le politiche sociali, attraverso un miglioramento delle performance delle istituzioni e la riduzione della burocrazia. 

photo_verybig_150234

Gli stipendi in Bulgaria stanno crescendo molto velocemente, con un incremento dell'8-10% all'anno. Tuttavia, rimangono bassi rispetto ad altri paesi dell'UE. Questo è il commento del principale economista della UniCredit Bank, Lubomir Mitov, che ha presentato  giovedì l'analisi della banca Bulgara al mondo. I dati NSI mostrano anche che i costi del lavoro in Bulgaria sono in crescita - nel primo e nel secondo trimestre del 2017 gli incrementi sono del 10% rispetto all'anno precedente, riferisce Sega.

Anche se la maggior parte dei bulgari sono molto scettici per quanto riguarda la raccolta dei redditi, i fatti dimostrano che la remunerazione in Bulgaria non è "distorta" ma proporzionale alla dimensione dell'economia. La quota dei salari netti (dopo deduzione delle imposte e dei contributi previdenziali) dal prodotto interno lordo è addirittura superiore alla media UE, secondo l'analisi di Unicredit. Siamo simili a Svezia e Finlandia e siamo davanti alla Gran Bretagna e alla Francia, ha detto Lyubomir Mitov. La spiegazione è che nei paesi occidentali le imposte sul reddito sono elevate e "mangiano" gran parte dei salari.

Le statistiche di Eurostat mostrano anche che i redditi dei Bulgari sono i più bassi nell'UE, ma che i salari nel nostro paese stanno crescendo più rapidamente negli ultimi 20 anni. Ultimamente, tuttavia, il problema è che i salari crescono ad un tasso più elevato della produttività.

Il settore delle costruzioni può ancora una volta diventare una locomotiva per lo sviluppo - ha sperimentato il crollo più grande della crisi economica nel 2009, ma allo stesso tempo ha grandi potenzialità, ha spiegato l'economista. Grazie ai fondi dell'UE, il settore è già in crescita, che dovrebbe continuare anche l'anno prossimo. Ciò significa che le imprese di costruzione apriranno nuovi posti di lavoro e la concorrenza per il personale porterà ad aumenti salariali.

Nell'ultimo anno, le esportazioni sono un motore importante per la nostra economia ", ma come percentuale del PIL non è così forte come altri paesi dell'Est Europa", ha detto Mitov. Per la Bulgaria nel 2016, le esportazioni pro capite della Bulgaria ammontavano a 4209 euro, mentre in Ungheria erano 10.577 euro e nella Repubblica ceca superano 13.300 euro.

"Il motivo è che le nostre esportazioni sono ancora in gran parte costituite da beni con basso valore aggiunto", ha spiegato l'esperto.

Fonte:novinite.com

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Prezzi del petrolio ed equilibri mondiali

News image

La guerra del prezzo del petrolio si sta surriscaldando. E...

Dal mondo