oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

European-Commission-headquarters-Berlaymont-building-photo-JLogan-e1349876857321-604x272

La Commissione europea ha dichiarato il 29 giugno di aver approvato un pacchetto di aiuti di circa 102 milioni di euro, destinato a sostenere le medie imprese colpite dal nuovo focolaio di coronavirus. La CE ha affermato che il sostegno pubblico sarà cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale con 87 milioni di euro. In base al regime, i richiedenti qualificati possono ricevere sovvenzioni fino a 75000 euro, con la misura prevista a beneficio di circa 1500 imprese di medie dimensioni. È aperto ai richiedenti in tutti i settori ad eccezione della produzione primaria e della trasformazione dei prodotti agricoli, della pesca, dell'acquacoltura, della silvicoltura e dei settori finanziario e del gioco d'azzardo. In una dichiarazione, la Commissione ha affermato che il regime proposto soddisfaceva le condizioni del quadro temporaneo degli aiuti di Stato dell'UE e ha concluso che "la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell'economia" della Bulgaria. Un sistema analogo rivolto alle micro e alle piccole imprese, finanziato nell'ambito del programma operativo dell'UE per l'innovazione e la competitività, stava valutando le domande. Dopo aver ricevuto 27 623 domande prima della scadenza del 15 giugno, per un finanziamento complessivo di 225,3 milioni di leva, l'autorità di gestione del programma operativo ha dichiarato di aver elaborato circa 3000 domande e approvato 2636 aziende per ricevere 14,67 milioni di leva in sovvenzioni.

Fonte:Sofiaglobe

2d430996d69e56f654ad259518ab45db577b1e3c

In una riunione del Consiglio dei ministri, il governo ha discusso l'acquisto di azioni per aumentare il capitale di First Investment Bank (FiBank). Fibank sta raccogliendo fondi per coprire una carenza di capitale rilevata dalla Banca centrale europea lo scorso anno, ha dichiarato il ministro delle finanze. L'aumento di capitale di Fibank è l'ultima casella che la Bulgaria deve spuntare prima di fare domanda per la sala d'attesa dell'Eurozona - ERM-2 e l'Unione bancaria. Lo stato attraverso BDB prende quote di Fibank, ma BDB riacquisterebbe la sua partecipazione in Fibank con interesse, assicurando che non ci sarebbero perdite per i fondi pubblici, ha annunciato il Primo Ministro Boyko Borissov. "Abbiamo soddisfatto tutti i criteri per l'adesione a ERM2 concordati con la BCE e la CE", ha osservato. "Aderire all'Unione bancaria è qualcosa di estremamente importante e prioritario, oltre a unirsi alla sala d'attesa dell'Eurozona. Abbiamo lavorato attivamente con il commissario europeo Margrethe Vestager per 2 settimane", ha aggiunto Borissov. "Il nostro obiettivo è che questo processo si concluda a luglio e che i bulgari non abbiano paura che le banche possano fallire", ha spiegato Borissov. Secondo lui, l'acquisizione di azioni dall'aumento di capitale di Fibank è l'ultimo requisito per garantire la stabilità di questa banca. "È importante sottolineare che dopo che le azioni saranno acquistate dalla banca con interesse e dalla Banca di sviluppo bulgara, lo stato non perderà nulla. Il ministro delle finanze Vladislav Goranov ha raccontato come la Bulgaria ha dichiarato all'Eurogruppo a luglio 2018 il suo desiderio di aderire all'unione bancaria e all'ERM2. "Con il ministro dell'Economia, Emil Karanikolov, proponiamo che il Consiglio dei ministri accetti che la partecipazione di BDB all'aumento di capitale di Fibank sia effettuata a condizioni di mercato, 70 per 100 del volume totale delle azioni sottoscritte e pagate" ha detto il ministro delle finanze. Qualche giorno fa è terminata l'asta per i diritti su un blocco di azioni di Fibank, ma a causa della mancanza di interesse degli investitori, all'ultimo momento i diritti sono stati acquistati dalla Bulgarian Development Bank. "È estremamente importante aderire all'Unione bancaria, perché ciò garantisce stabilità e sicurezza a tutte le banche bulgare", ha affermato il Primo Ministro Boyko Borissov. Goranov ha affermato che la partecipazione statale non costituisce un aiuto di Stato poiché si prevede che il 30% dell'aumento di capitale sarà sottoscritto da investitori privati.

Fonte:bnt

bar-graph-increase-604x272

Il ministero delle finanze bulgaro ha dichiarato il 29 maggio che l'eccedenza di bilancio consolidata per i primi quattro mesi del 2020 era di 1,63 miliardi di leva, superando le previsioni del ministero di 1,59 miliardi di leva emesse il mese scorso. Un calo significativo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando il paese ha registrato un surplus di 2,7 miliardi di leva. Il ministero ha affermato che la pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto sul lato delle entrate del bilancio sia a causa delle misure di blocco imposte a marzo per rallentare la diffusione della malattia, sia a causa delle estese scadenze per i pagamenti delle imposte sulle società e sul reddito. Il ministero ha affermato in precedenza che l'impatto delle misure, che bloccano gran parte dell'economia del paese, si farà sentire con un certo ritardo. Per maggio il ministero ha previsto un avanzo di bilancio cumulativo di 1,28 miliardi di leva per i primi cinque mesi dell'anno e un deficit di 352,8 milioni di leva per il solo mese di maggio.  Il contributo della Bulgaria al bilancio dell'UE per i primi quattro mesi del 2020 è stato di 474,1 milioni di leva. Le entrate tra gennaio e aprile sono state di 14,62 miliardi di leva, con un calo di 552,9 milioni di leva rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Il gettito fiscale è sceso a 11,55 miliardi di leva, rispetto agli 11,97 miliardi di leva di gennaio-aprile 2019. La spesa di bilancio è stata di 12,99 miliardi di leva nel primo trimestre, rispetto ai 12,48 miliardi di leva nello stesso periodo del 2019.

Fonte:Sofiaglobe

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'