oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

31B78808-C895-4CD3-90D0-5B76610994AC

In una riunione speciale del 15 luglio, la coalizione del primo ministro bulgaro Boyko Borissov ha approvato gli emendamenti alla legge sul bilancio del 2019, che prevede un aumento del deficit a 2,3 miliardi di leva per pagare 1,25 miliardi di dollari per otto caccia da combattimento F-16 fabbricati negli Stati Uniti.

 

 Il Consiglio dei Ministri ha anche approvato l'11 luglio la firma da parte del Ministro della Difesa Krassimir Karakachanov di quattro contratti per consentire l'acquisizione del caccia F-16 da combattimento.

 

 Gli emendamenti di bilancio richiedono l'approvazione dell'Assemblea nazionale bulgara, che in precedenza fissava un massimale di 1,8 miliardi (circa $ 1,03 miliardi) per l'acquisizione di caccia da combattimento.  Il Parlamento sarà inoltre invitato ad approvare i contratti.

 

 I 271 milioni di lev che sono stati spesi nel 2019 sugli altri due importanti progetti di modernizzazione militare - l'acquisizione di due navi da pattugliamento navale e 150 veicoli di fanteria corazzati - non saranno spesi quest'anno  .

 

 Questo è stato il secondo cambiamento nel quadro finanziario del governo bulgaro nel 2019. Il primo era legato alla riduzione dei sussidi statali per i partiti politici e le coalizioni che hanno ricevuto più dell'uno per cento dei voti nelle ultime elezioni.

 

 Più tardi, a luglio, la Bulgaria assumerà più debiti, circa 200 milioni di leva, sul mercato interno per contribuire a pagare gli F-16.  Il debito interno di 300 milioni di leva è stato emesso alla fine di giugno 2019.

 

 Gli emendamenti di bilancio spingeranno il disavanzo previsto dall'attuale 0,5% al ​​2% del PIL.  Il disavanzo salirà da 1,829 miliardi di leva a 2,222 miliardi di leva.  Il ministro delle finanze Vladislav Goranov ha affermato che ciò non dovrebbe essere visto come un serio allentamento della disciplina finanziaria.

 

 Le proiezioni del progetto di legge non prevedono una modifica del limite del debito pubblico e i vincoli di bilancio approvati per il 2019 rimangono invariati per quanto riguarda l'importo massimo del debito pubblico al 31 dicembre 2019 e l'importo massimo del nuovo debito pubblico che può essere  assunto nel 2019.

 

 Una dichiarazione governativa ha detto che dopo che l'Assemblea Nazionale ha ratificato i trattati, il Ministero degli Affari Esteri bulgaro invierà una notifica formale agli Stati Uniti.

photo_verybig_197488

La complicata situazione in Iran e Venezuela e gli alti prezzi del carbonio che hanno un impatto su tutte le società energetiche del nostro paese sono la ragione per l’alzamento dei prezzi del riscaldamento da luglio. Ciò è stato spiegato dal presidente della Commissione per la regolazione dell'energia e dell'acqua Ivan Ivanov. Il prezzo dell'elettricità è in linea con l'inflazione annuale, ha detto Ivanov.
 
Come è emerso chiaramente dopo le elezioni, il KEVR ha suggerito che il riscaldamento in Bulgaria dovrebbe aumentare in media del 4,5%, mentre l'elettricità - con una media del 3,48%. Il regolatore offre elettricità che andra’ ad aumentare in Bulgaria occidentale del 3,64 per cento. Nella Bulgaria settentrionale è previsto un aumento del 3,38%.

Nella Bulgaria sud-orientale, KEVR ritiene che il prezzo dovrebbe essere vicino al 3,6 percento. L'aumento più serio del riscaldamento e dell'acqua calda è previsto a Razgrad, mentre a Sliven dovrebbe esserci un calo del 0,5 percento. Ecco gli argomenti del presidente del regolatore di energia Ivan Ivanov per l’alzamento del riscaldamento:
 
"Questo è il forte aumento del prezzo delle emissioni di anidride carbonica scambiate su una piattaforma europea che ha raggiunto livelli di circa 25 euro per tonnellata di emissioni, in secondo luogo, questa è la situazione complicata, soprattutto per quanto riguarda Iran e Venezuela, che sta causando un turbolenza nel mercato del petrolio greggio. "

In precedenza, sono gia’ state aperte discussioni sui cambiamenti nell'ordinanza sull'approvvigionamento di calore. Secondo il Mediatore della Bulgaria Maya Manolova, i cambiamenti nel suo parere sono lievi. Manolova ha chiesto quali sono gli argomenti che hanno portato alla decisione di fissare una tassa di installazione dell'edificio tra il 20 e il 40 percento.
 
Non tutti accetteranno che tale possibilità di fissare una tassa per l'installazione di un edificio faciliterà le loro bollette del riscaldamento. Ecco perché, secondo il presidente del regolatore di energia Ivan Ivanov:
 
 "Quando il numero di utenti è molto alto, la tariffa per l'installazione di un edificio diminuisce perché è distribuita tra un numero maggiore di utenti: se il numero è piccolo, sarà alto."
 
Le modifiche all'ordinanza sull'approvvigionamento di calore arrivano alla vigilia della prevista decisione finale del CAA.

9DAB5CB0-F93B-4954-A7C6-3860C50C3D24

Il ministro dell'Economia della Bulgaria, Liliya Ivanove, ha espresso il desiderio del suo paese di importare riso e cotone dal Pakistan.

 

 Durante la seconda riunione della Commissione interministeriale pakistana-bulgara, Ivanove ha affermato che la Bulgaria non vede l'ora di una vasta cooperazione nel campo dell'agricoltura, comprese le importazioni sostenibili di cotone e riso dal Pakistan.

 

 L'ambasciatore bulgaro in Pakistan, che ha accompagnato il ministro per l'economia, ha offerto cooperazione nel campo delle medicine per animali di cui la Bulgaria è piuttosto famosa.

 

 Islamabad esporta tessuti di cotone, tessuti sintetici, materiali e prodotti chimici, articoli sportivi e giocattoli in Bulgaria.

 

 La cooperazione tra Pakistan e Bulgaria nei settori dell'agricoltura riguarda l'allevamento di bestiame e bufalo, la trasformazione dei prodotti alimentari, la sicurezza alimentare e le misure fitosanitarie, e questo è incluso nell'ordine del giorno della riunione della commissione interministeriale che si concluderà martedì.

 

 Il ministro per la sicurezza alimentare e la ricerca alimentare nazionale Mehboob Sultan ha dichiarato che le due parti seguiranno la cooperazione nelle aree individuate.

 

 Il ministro ha affermato che il Pakistan è il quinto paese produttore mondiale di latte e che la Bulgaria ha sviluppato la sua forza in varie aree dell'agricoltura, compresi il bestiame e l'allevamento, ed entrambi i paesi potrebbero beneficiare reciprocamente di questo settore.

Снимка на деня

Rila

Rila

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo