oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

job-work-construction-photo-St-Mattox-freeimages-com-604x272

La disoccupazione in Bulgaria a maggio 2020 è stata del 4,6 per cento, in calo del 4,8 per cento ad aprile 2020, secondo i dati pubblicati il ​​2 luglio dall'agenzia statistica dell'Unione europea Eurostat. Un anno prima, a maggio 2019, la disoccupazione in Bulgaria era stata del 4,1 per cento, una cifra che secondo Eurostat rappresentava circa 140 000 persone. A marzo 2020, la disoccupazione era del 4,1 per cento, circa 135000 persone. La cifra di aprile 2020 rappresentava circa 160.000 persone e quella per maggio circa 154.000 persone, secondo Eurostat. La disoccupazione giovanile in Bulgaria a maggio 2020 era del 12,1 per cento, il che rappresenta circa 18000 under 25. Ciò è sceso dal 14% (circa 20.000 sotto i 25 anni) ad aprile, ma dal 9,3% (circa 13000 sotto i 25 anni) a maggio 2019. A maggio 2020, terzo mese caratterizzato dalle misure di contenimento di Covid-19 nella maggior parte dei paesi dell'UE, il tasso di disoccupazione della zona euro è stato del 7,4 per cento. Il tasso di disoccupazione dell'UE è stato del 6,7 per cento a Maggio 2020, rispetto al 6,6 per cento di aprile 2020. Eurostat ha stimato che 14.366 milioni di uomini e donne nell'UE, di cui 12.146 milioni nella zona euro, erano disoccupati a maggio 2020. Rispetto ad aprile 2020, il numero di disoccupati è aumentato di 253000 nell'UE e di 159000 nella zona euro. Nel maggio 2020, 2.815 milioni di minori di 25 anni erano disoccupati nell'UE, di cui 2.267 milioni nella zona euro. Il tasso di disoccupazione giovanile era del 15,7% nell'UE e del 16% nella zona euro, rispettivamente dal 15,4% e il 15,7% nel mese precedente. Rispetto ad aprile 2020, la disoccupazione giovanile è aumentata di 64000 unità nell'UE e di 42000 unità nella zona euro, afferma Eurostat.

Fonte:Sofiaglobe

European-Commission-headquarters-Berlaymont-building-photo-JLogan-e1349876857321-604x272

La Commissione europea ha dichiarato il 29 giugno di aver approvato un pacchetto di aiuti di circa 102 milioni di euro, destinato a sostenere le medie imprese colpite dal nuovo focolaio di coronavirus. La CE ha affermato che il sostegno pubblico sarà cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale con 87 milioni di euro. In base al regime, i richiedenti qualificati possono ricevere sovvenzioni fino a 75000 euro, con la misura prevista a beneficio di circa 1500 imprese di medie dimensioni. È aperto ai richiedenti in tutti i settori ad eccezione della produzione primaria e della trasformazione dei prodotti agricoli, della pesca, dell'acquacoltura, della silvicoltura e dei settori finanziario e del gioco d'azzardo. In una dichiarazione, la Commissione ha affermato che il regime proposto soddisfaceva le condizioni del quadro temporaneo degli aiuti di Stato dell'UE e ha concluso che "la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell'economia" della Bulgaria. Un sistema analogo rivolto alle micro e alle piccole imprese, finanziato nell'ambito del programma operativo dell'UE per l'innovazione e la competitività, stava valutando le domande. Dopo aver ricevuto 27 623 domande prima della scadenza del 15 giugno, per un finanziamento complessivo di 225,3 milioni di leva, l'autorità di gestione del programma operativo ha dichiarato di aver elaborato circa 3000 domande e approvato 2636 aziende per ricevere 14,67 milioni di leva in sovvenzioni.

Fonte:Sofiaglobe

photo_verybig_204960

Nel corso di una riunione del Consiglio dei ministri, rappresentanti di imprese, governo e sindacati hanno firmato importanti accordi. I risultati dei colloqui sono stati presentati in una conferenza stampa dal presidente del CEIBG Kiril Domuschiev, dal presidente della BICA Vasil Velev, dal vice primo ministro Mariana Nikolova, dai ministri dell'energia e dell'economia Temenuzhka Petkova ed Emil Karanikolov e dal presidente della CITUB Plamen Dimitrov. Sono state prese decisioni su un pacchetto di misure anticrisi, ha affermato il Vice Primo Ministro Mariana Nikolova. "Con questo atto di buona volontà di datori di lavoro, sindacati e governo, stiamo dimostrando il buon senso". Lo ha affermato il Primo Ministro Boyko Borissov dopo la firma dell'Accordo Tripartito Nazionale tra il Governo della Repubblica di Bulgaria e le parti sociali. Il primo ministro Borissov ha espresso gratitudine a tutti i partecipanti al processo di preparazione e conclusione dell'accordo, contenente misure in cinque settori chiave per lo sviluppo economico del nostro paese. Che sono: ambiente imprenditoriale ed economia; energia; Accordo verde europeo; demografia, istruzione, mercato del lavoro e migrazione del lavoro; politiche di protezione sociale. Il Primo Ministro era irremovibile che ora non è il momento di polemiche, ma di unificazione in nome del superamento con successo delle conseguenze socio-economiche della pandemia di COVID-19. Domuschiev ha descritto l'accordo tripartito come "storico". Il ministro dell'Energia Temenujka Petkova ha ringraziato le parti sociali per il dialogo costruttivo e ha aggiunto che la competitività delle imprese bulgare dipenderà dallo sviluppo dell'energia. Il ministro ha anche affermato che i partner hanno concordato lo sviluppo del pool di Marishki, in quanto il suo funzionamento è importante non solo per l'energia ma anche per la nostra sicurezza nazionale. "L'altro argomento importante è stata la piena liberalizzazione del mercato dell'elettricità. La Bulgaria è uno degli ultimi Stati membri dell'UE a non farlo completamente. Ora abbiamo deciso di renderlo un dato di fatto e di farlo in diverse fasi - prima sul commercio all'ingrosso e sul mercato al dettaglio ", ha spiegato Petkova. "Nell'accordo sono state individuate importanti priorità: miglioramento dell'ambiente, meccanismo per stabilire il salario minimo. Un messaggio molto importante è che i benefici sociali sono collegati all'apprendimento e al lavoro. È importante che l'istruzione sia collegata alle esigenze degli affari. In un momento in cui quasi tutti i paesi sono confusi e non hanno visioni chiare per il loro futuro, la Bulgaria non ha sostenuto costi enormi. Questo accordo crea pace sociale in queste condizioni, che dà un buon segnale a tutti gli investitori. ", ha commentato il presidente del consiglio di amministrazione della Camera di commercio e dell'industria bulgara (BCCI) Tsvetan Simeonov.

Fonte:novinite

Снимка на деня

Rila

Rila

Интервюта и коментари

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

От нашите сътрудници

СЪЕДИНЕНИЕТО НА СЕВЕРНА И ЮЖНА БЪЛГАРИЯ

News image

След разпокъсването на българските земи, според Берлинския договор – 1(13) юли 1878 г, общонароден идеал н... Още

Punti di vista

Dal mondo

Coronavirus, Oms inchiesta ci sarà al momento opportuno

News image

L'assemblea dell'Oms ha approvato una risoluzione che sanc...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'